Rapporto con i figli: 17 abitudini per rafforzarlo

· 12 novembre 2018
Il tempo passa in fretta. Troppo in fretta. Bisogna sfruttarlo al massimo per rafforzare il proprio rapporto con i figli

Parte del lavoro di genitore consiste nel guidare i figli e aiutarli ad affrontare la routine quotidiana. Questo spesso significa stabilire dei limiti, correggere il loro comportamento, dire loro qualche “no” e anche quello che devono fare, senza opzioni. Ma il rapporto con i figli è molto più di questo.

Educare i figli è molto più che condurli sulla strada ritenuta corretta. Creare interazioni positive con loro non solo consente di educarli meglio, anche da un punto di visto emotivo, rende anche più facile questo compito educativo.

Avrete senz’altro sentito dire o letto che è molto importante abbracciare i propri figli. La psicologa Virginia Satir afferma che si ha bisogno di quattro abbracci al giorno per sopravvivere, otto abbracci al giorno per rimanere come siamo, dodici abbracci al giorno per crescere. E, sulla base di questa idea, sono state scritte migliaia di linee guida.

Ma gli abbracci compensano i brutti momenti che viviamo con i nostri figli? Perché, non prendiamoci in giro, la giornata è piena di brutti momenti con loro, di interazioni negative che non sempre è possibile evitare o controllare. Tuttavia, esistono anche diverse abitudini che aiutano a migliorare e rafforzare il proprio rapporto con i figli.

Interazioni positive per un rapporto con i figli sano

Tutti ambiamo a momenti intimi con i nostri figli, durante i quali i cuori si sciolgono. La connessione è essenziale tanto per i genitori quanto per i figli. Quando la nostra relazione è forte, è anche dolce. È questo che rende più sopportabile ogni sacrificio nell’educazione e nell’allevamento dei figli.

Questa connessione è l’unica ragione per cui i bambini seguono le nostre regole in modo volontario. I bambini che si sentono fortemente connessi con i loro genitori desiderano cooperare. Quando si sentono compresi e sostenuti, sono più motivati a seguire quello che i genitori consigliano loro.

Madre con bambino in braccio che guarda un fiore

Essere genitore non è facile. Non lo è mai stato, ma nella nostra epoca, lungi dal migliorare, si è complicato ulteriormente. Sappiamo di dover dedicare  del tempo ai nostri figli, di dover ritagliare momenti di qualità. Ma, questo compensa tutto il resto? Beh sì, può farlo.

La scienza ci mostra che abbiamo bisogno di almeno cinque interazioni positive per ogni interazione negativa per poter mantenere un rapporto sano e felice, che possa sopportare i conflitti e i normali problemi della vita quotidiana. È quando ci mancano le interazioni positive che si perde l’equilibrio.

E quando l’equilibrio viene meno, i nostri figli desistono dal seguire i nostri consigli e accettare le norme che stabiliamo. Quando si perde l’equilibrio, l’atteggiamento dei nostri figli cambia.

Ma come possiamo trovare il tempo per avere queste interazioni positive con i nostri figli che servono a ristabilire l’equilibrio? Basta adottare alcune semplici abitudini.

Abitudini che rafforzano il rapporto con i figli

È possibile ricorrere a diverse strategie per rafforzare il rapporto con i figli. Affinché le interazioni positive siano efficaci, dovranno essere quotidiane. Includerle nella propria routine offre moltissimi benefici.

L’aspetto migliore è che non solo è possibile compensare i brutti momenti, ma persino la giornata sarà migliore. Concentrandosi sulle interazioni positive, quelle negative avranno meno spazio. Inoltre, adottando abitudini come queste, i figli collaboreranno di più, litigheranno meno e si sforzeranno per seguire i consigli dei genitori.

Per rafforzare il rapporto con i propri figli, bisogna fomentare ogni giorno le interazioni positive

1. Ritagliarsi ogni mattina uno spazio per sé e per i figli. Non c’è bisogno di parlare, basta coccolarsi un po’. Abbracciateli e accarezzateli. Non c’è modo migliore di iniziare la giornata se non un piacevole risveglio.

2. Dialogare durante la colazione. Chiedete loro cosa passeranno la giornata, interessatevi a quello che li attende.

3. Lasciare dei biglietti con messaggi di affetto: nella merenda della scuola, fra le pagine di un quaderno, sulla scrivania dove studiano.

4. Cantare e/o ballare con i figli le loro canzoni preferite.

Madre e figlia che ballano ascoltando la musica

5. Salutarli sempre con un bacio e un abbraccioaugurando loro di passare una bella giornata e ricordando loro di divertirsi.

6. Accoglierli sempre con un bacio e un abbraccio, chiedendo se la scuola, o qualsiasi altra attività, sia andata bene.

7. Dimenticare gli impegni di lavoro in presenza dei figli. Questo include chiamate, email, social network e messaggistica istantanea.

8. capricci sono spesso segnali di angoscia e non di sfida. In questi casi, rilassatevi e interrompete quello che state facendo per aiutare i vostri figli. Aiutateli a scaricare la loro rabbia. State loro accanto se hanno bisogno di piangere e lasciate che scarichino tutto il loro carico emotivo. Quando saranno pronti, incoraggiateli a parlare e ascoltateli.

9. Incoraggiarli quando devono affrontare un compito difficile. Prestate attenzione alle loro paure e offrite loro parole positive e gesti carini.

10. Ridere delle loro battute, per quanto possano sembrare banali. Se gli scherzi mancano di rispetto oppure infrangono le norme di convivenza, dite in modo positivo perché non vanno bene.

11. Mostrare empatia per tutte le emozioni dei figli. Potete mettere un limite alle loro azioni, ma non alle loro emozioni. Tutte le emozioni sono accettabili. Se riconoscete come si sentono i vostri figli, rafforzate la vostra connessione con loro e alimentate la loro intelligenza emotiva.

12. Giocare con i figli. Lasciate che la loro immaginazione voli e seguite le loro istruzioni. Fa lo stesso se è per poco. L’importante è che sia un’abitudine quotidiana.

13. Condividere almeno un pasto al giorno con i figli. Non accendete il televisore. Al contrario, ravvivate la conversazione facendo delle domande che siano interessanti per i vostri figli.

14. Ascoltare con comprensione le storie dei loro problemi a scuola, soprattutto quelli che riguardano gli amici o la persona che piace. Ascoltare è una delle abitudini più importanti per rafforzare il rapporto con i figli.

15. Leggere o cantare una canzone prima di dormire. Se sono troppo grandi per questo, incoraggiateli a leggere prima di andare a letto e mostrate interesse per il libro che stanno leggendo.

Padre che legge racconto a bambini nella tenda

16. Dare il bacio della buonanotte. Se hanno bisogno di parlare, ascoltateli. Questo li aiuterà a conciliare il sonno.

17. Accertarsi che stiano bene prima di andare a dormire. Anche se non se ne accorgono, questo rafforza comunque il vostro legame.

“Osservo le loro teste, un po’ spettinate, che dormono su quei cuscini… e la tristezza mi inonda. Ho assaporato i loro sorrisi e le loro risate e li ho abbracciati oppure mi sono limitata a seguire la lista di tutti i miei impegni di oggi? Stanno crescendo così in fretta. Una mattina mi sveglierò e una delle mie figlie si sposerà e verrò assalita dai dubbi. Ho giocato abbastanza con loro? Ho colto l’opportunità di essere parte delle loro vite?” (Janet Fackrell) Il tempo passa in fretta. Troppo in fretta. Non lasciatelo passare senza godervelo e rafforzate la relazione con i vostri figli.