Se domani, lettera d’amore che invita a riflettere

· 3 ottobre 2018

Passiamo gran parte della nostra vita pensando di avere davanti a noi tutto il tempo del mondo. Ci crediamo immortali e rimandiamo tutto quello che non è urgente. Ma non funziona così. Il tempo scorre, anche se non ne siamo sempre coscienti, e dobbiamo dare valore al presente, al qui e ora. Bisogna imparare ad apprezzare ogni piccola cosa, ogni singolo gesto e ogni istante; proprio come ci ricorda la lettera d’amore Se domani.

La lettera è, in realtà, un’opera letteraria del giornalista Jesús Espada che si è aggiudicato il primo premio del terzo Concorso di lettere d’amore celebrato a Cobisa, nei pressi di Toledo in Spagna. Se domani ci invita a non sprecare il tempo di cui disponiamo e dare valore alle cose prima che gli anni soffochino la nostra memoria. Domani è già tardi, potremmo non esserci più, domani potremmo aver già dimenticato.

Se domani

“Ti scrivo ora, mentre dormi, caso mai domani non fossi io quello che vede sorgere l’alba al tuo fianco. In questi viaggi di andata e ritorno, passo sempre più tempo dall’altra parte e in uno di questi, chi lo sa?, ho paura che non ci sia ritorno.

Se domani io non fossi più in grado di capire quello che mi capita. Se domani non potessi più dirti quanto ammiro e stimo la tua integrità, il tuo impegno nello stare al mio fianco, cercando di farmi felice nonostante tutto, come sempre. Se domani io non fossi più cosciente di quello che fai per me. Di come metti i bigliettini su ogni porta perché non confonda la cucina con il bagno; di come finiamo per ridere se mi metto le scarpe senza le calze; quando ti impegni a mantenere viva la conversazione anche se mi perdo in ogni frase.

Quando, senza farti accorgere, ti avvicini per sussurrarmi all’orecchio il nome di uno dei nostri nipoti; quando rispondi con tenerezza agli attacchi di ira che mi assaltano, come se qualcosa dentro di me si ribellasse contro il destino che mi ha imprigionato. Per questo e per tante altre cose. Se domani non ricordassi il tuo nome o il mio. Se domani non potessi ringraziarti.  Se domani non fossi più capace di dirti, sia anche per l’ultima volta, che ti amo.

Tuo per sempre.”

Anziano che guarda la neve dalla finestra

Alzheimer e oblio

Se domani parla della paura di una persona di perdersi nell’oblio, di scomparire seppur ancora presente. Perdere la memoria ci fa dimenticare chi siamo e chi sono le persone attorno a noi. Smettiamo di essere chi eravamo, ma gli effetti dell’Alzheimer ricadono soprattutto sulle persone che ci stanno affianco.

Dimenticare può essere il nostro peggior nemico, visto che siamo fatti di ricordi, di esperienze, di quello che ci portiamo dietro, di tutta la nostra vita per quanto lunga o breve possa essere. Quando perdiamo tutto questo, smettiamo di esistere. Per questo motivo non bisogna aspettare che sia troppo tardi, non bisogna lasciare le cose più belle alla fine, né smettere di amare chi ci sta accanto o sprecare il tempo che ci viene dedicato e i secondi che passiamo con le persone care.

Cosa possiamo fare, quindi? Come possiamo combattere ciò che perseguita e che si avvicina sempre più ogni anno che passa? Non esiste la ricetta magica per non perdere la memoria, ma possiamo rallentare questo processo. Come? Mantenendoci attivi, evitando le abitudini nocive, seguendo una dieta salutare e realizzando ogni volta compiti diversi che stimolino il nostro cervello e lo spingano a esplorare nuove vie.Mano con fiore

Imparate cose nuove, fate esperienze diverse, conoscete gente nuova che vi mostri nuovi modi di pensare e, soprattutto, date valore a ogni singolo momento della vostra vita. Siate sempre grati per quello che avete, anche se può sembrarvi poco, perché, purtroppo, arriverà il giorno in cui non potrete più farlo. Prima che sia troppo tardi, cominciate a ricordare oggi.

Prima che sia troppo tardi, aprite gli occhi al presente, portate a spasso il vostro cuore e date valore a quello che vi circonda.

“Bisogna guardare i dettagli. Essi disseminano la nostra vita di sassolini che ci guidano.”

-Katherine Pancol-