Semplicemente, grazie!

17 marzo 2015 in Emozioni 88 Condivisi

“Che cosa si dice?”

È una delle frasi che probabilmente ci siamo sentiti ripetere tutti più di una volta durante l’infanzia e, naturalmente, dovevamo rispondere: “Grazie!“. All’inizio non capivamo bene il significato di questa parola, e la dicevamo soltanto per accontentare i nostri genitori. Così facendo, ottenevamo il riconoscimento e l’approvazione di qualcuno che volevamo fare felice, a prescindere dal motivo del ringraziamento.

Il valore di una parola

A poco a poco, ringraziare è diventato un automatismo che utilizziamo spesso nella vita quotidiana, e che a volte finisce per perdere buona parte del senso profondo che dovrebbe avere. Per questo fa bene ogni tanto fermarci a riflettere sul significato e il potenziale di questa parola così semplice e meravigliosa.

Quando diciamo grazie a una persona, le stiamo dicendo che riconosciamo il suo valore e che ci sentiamo grati per il tempo che ci ha dedicato. In sole sei lettere, le stiamo dicendo che ha fatto bene qualcosa, e che siamo in debito con lei. Riconosciamo il suo sforzo e le dimostriamo che si è guadagnata un altro po’ della nostra fiducia. Le stiamo mostrando riconoscenza, apprezzamento e affetto.

Nel dire grazie a qualcuno, gli stiamo esprimendo che siamo felici di averlo incrociato nella nostra vita, anche solo per un attimo. Stiamo semplicemente dicendo qualcosa che non ha prezzo, ma che allo stesso tempo ha un valore infinito.

Un mondo pieno di “grazie”

Quando ringraziate, state facendo un regalo e, come ogni regalo, per dargli il giusto valore è bene avvolgerlo in un bel pacchetto. Proprio così: un “grazie” diventa ancora più bello se è accompagnato da un sorriso, un momento di pausa e uno sguardo accogliente. Se lo fate, sarà molto più facile che il destinatario del vostro ringraziamento senta e capisca che cosa significa.

Un mondo pieno di grazie è un mondo pieno di favori e contatti umani. È il mondo che tutti desidereremmo per le persone a cui vogliamo bene. Questo, in fondo, è il vero motivo per cui ci sforziamo di insegnare ai bambini a ringraziare. E questa ragione così profonda è, probabilmente, la più importante.

Immagine per gentile concessione di marcosdemadariaga

Guarda anche