Sentimenti che confondiamo con l'amore

10 novembre, 2020
A volte sentimenti come la gratitudine e la compassione creano vincoli affettivi talmente forti da essere confusi con l'amore. In realtà, hanno radici ben diverse.

L’universo emotivo non è preciso come quello matematico. Gli esseri umani sono caratterizzati da ambiguità, contraddizioni e imprecisioni. Non è raro provare sentimenti che confondiamo con l’amore, sebbene siano molto diversi.

L’amore racchiude in sé diverse sfaccettature emotive che possono sfociare in un secondo momento in sensazioni di disamore e perfino di odio. Nessuno ama un’altra persona in ogni suo aspetto. In realtà, ciò che ci lega agli altri è spesso una sorta di affetto primordiale.

Il vero amore non aspetta di essere invitato, si offre per primo.

-Fray Luis de León-

Capita di convincersi di provare amore verso un’altra persona, quando in realtà non è davvero così. Succede perché ci sono diversi sentimenti che confondiamo con l’amore. Sentimenti simili, sì, ma con radici ben diverse. Ne parliamo a seguire.

5 sentimenti che confondiamo con l’amore

1. Gratitudine

La gratitudine può essere facilmente confusa con l’amore. Una persona potrebbe compiere azioni significative per noi, offrirci sostegno in un momento difficile o dedicarci tempo e affetto senza chiedere nulla in cambio. Gesti che hanno spesso un grande impatto emotivo nel nostro inconscio.

Tutto ciò produce in noi gratitudine nel desiderio di corrispondere l’affetto mostratoci. Un sentimento facilmente fraintendibile con l’amore. In realtà, non amiamo quella persona, ma solo quello che ha fatto per noi.

Ragazza con le mani giunte che esprime gratitudine.

2. Compassione

La compassione rientra tra i sentimenti che confondiamo con l’amore. Viene definita come la capacità di identificarci con il dolore altrui, capirlo e provarlo sulla nostra pelle. Un sentimento che, per essere manifestato, esige la sofferenza di una persona e l’accettazione di quella sofferenza da parte di un’altra.

Si tratta di una forma di amore, sì, ma anche in questo caso non è quello con la A maiuscola. A volte il desiderio di aiutare l’altra persona, di liberarla dal suo dolore, ci fa provare sensazioni tali e quali all’amore.

Ma cosa resterebbe dei nostri sentimenti se la persona per cui proviamo compassione superasse il dolore? Saremmo ugualmente in grado di condividere con lei la sua allegria?

3. Abitudine

L’abitudine esercita un potere enorme nella vita degli esseri umani. Arriviamo ad abituarci tanto a qualcuno da sviluppare un attaccamento eccezionalmente forte nei suoi confronti, provando un dolore quasi inimmaginabile davanti alla possibilità di perderlo.

Ci abituiamo a una persona al punto di convincerci di amarla, semplicemente perché ci risulta impossibile tollerare l’idea che non faccia più parte della nostra vita. Un distacco che può generare un’emozione talmente forte da offuscare il reale sentimento che si cela dietro questo attaccamento.

4. Sentimenti che confondiamo con l’amore: ammirazione

L’ammirazione è un sentimento molto simile all’amore. In essa vi è una forte componente razionale e mentale. Si apprezza qualcuno perché in possesso di una determinata virtù o talento che ammiriamo. C’è qualcosa in quella persona che apprezziamo particolarmente e che ci spinge a desiderare di starle accanto.

Quando si ama qualcuno, non si è spinti da una o più ragioni particolari. Alla base dell’amore c’è un sentimento incondizionato, esteso a 360 gradi. Anzi, spesso finiamo per commuoverci proprio davanti a debolezze o mancanze dell’altra persona, più che per le sue virtù.

Coppia che si abbraccia sorridente per l'ammirazione.

5. Dipendenza emotiva

La dipendenza è l’ultimo dei sentimenti che scambiamo con l’amore e che descriviamo in questo articolo. La dipendenza si manifesta quando si ritiene un’altra persona indispensabile. Si è convinti di non poter vivere senza di lei, una sensazione tanto intensa da convincere di provare amore.

Per quanto l’amore vero sia effettivamente anche bisogno della compagnia del partner, si tratta di un bisogno non vincolante. Questo vuol dire che quando si ama, si sta bene anche quando il partner non c’è, ma si sta meglio quando c’è. Un sentimento ben diverso dalla dipendenza, che ci porta a ritenere di non poter vivere senza l’altra persona.

Sentimenti che confondiamo con l’amore: conclusioni

Alcuni sentimenti sono molto simili all’amore al punto che la linea che li separa è molto sottile, e proprio per questo è facile confondersi. È consigliabile, pertanto, fermarsi a riflettere sui sentimenti provati per poterli definire correttamente.

  • Genovés, V. G., & Tello, M. C. (2009). La prevención de la violencia en la relación amorosa entre adolescentes a través del taller «La Máscara del Amor» (The prevention of dating violence in youth: The «Mask of Love» workshop). Revista de educación, 349, 335-360.