Sintomi neurologici psicogeni: cosa sono?

Svenimenti, perdita di voce, impossibilità di muovere un braccio o una gamba, tremori.. In alcuni casi, la nostra mente può porci dei limiti molto importanti, di quelli che potrebbero essere scatenati da lesioni in altre parti del corpo.
Sintomi neurologici psicogeni: cosa sono?
Valeria Sabater

Scritto e verificato da la psicologa Valeria Sabater.

Ultimo aggiornamento: 05 gennaio, 2023

Il pronto soccorso si trova spesso a dover fronteggiare situazioni che non sa come affrontare. Ci sono persone che arrivano con convulsioni simili a una crisi epilettica, eppure i test medici non trovano alcuna origine neurologica. Ci sono anche coloro che soffrono di cecità momentanea, perdita della voce o temporanea immobilità di un arto. In casi simili, si potrebbe parlare di sintomi neurologici psicogeni.

Questi sintomi eclatanti possono durare da poche ore a un paio di settimane.Così come vengono, scompaiono. Anche se è molto probabile che chi subisce queste esperienze non le viva una sola volta. Perché la disfunzione psicogena, sebbene sia rara (colpisce 2 persone su 100.000), di solito è dietro quegli eventi stressanti che ci sopraffanno.

Il problema è che chiunque abbia avuto a che fare con questo tipo di condizioni si sente incompreso. L’ambiente può pensare che questi sintomi fisici siano studiati appositamente per attirare l’attenzione. Per ottenere qualcosa. Ad esempio, è molto sorprendente che un adolescente non riesca a parlare proprio quando arriva il lunedì e debba tornare di nuovo a scuola.

È necessario, in tutti i casi, convalidare qualcuno che mostra dolore o un’improvvisa limitazione fisica. Non tutti inventano o drammatizzano; la sofferenza umana troverà sempre i suoi canali per mostrare l’impronta di un problema, e talvolta questi possono essere i più avversi.

La valutazione neurologica completa permette di escludere problemi medici per intuire, in molti casi, la radice di una condizione psicologica.

Bambino triste a causa di sintomi neurologici psicogeni
I bambini e gli adolescenti mostrano spesso sintomi psicogeni.

Sintomi neurologici psicogeni, tutto quello che c’è da sapere

I sintomi neurologici psicogeni sono condizioni che si presentano con manifestazioni neurologiche e che mostrano, tuttavia, un’origine psicologica. Attualmente fanno parte di quelli che conosciamo come disturbi non organici, di conversione o dissociativi.

Nell’Ottocento, ad esempio, Sigmund Freud le etichettava come “isteria”, definendole come quelle situazioni in cui una persona mostra conflitti interni irrisolti.

Nel corso dei decenni, abbiamo acquisito una migliore comprensione di questi tipi di disturbi. Quindi, la prima cosa da tenere a mente è che non sono atti volontari o coscienti. Chiunque affermi di avere un dolore paralizzante alle mani o di avere convulsioni improvvise (e non c’è una chiara condizione neurologica) non lo fa per attirare l’attenzione.

Ecco che uno studio della Ludwig Maximilians University, a Monaco di Baviera, in Germania, afferma che non sono eventi così infrequenti come pensiamo. Tra i 4.470 pazienti con problemi neurologici visitati al pronto soccorso di un ospedale, 405 (9%) hanno avuto una disfunzione psicogena. Cioè, il fattore scatenante di quei sintomi era mentale.

Conosciamo gli aspetti più rilevanti di questa realtà clinica spesso sconosciuta.

I sintomi psicogeni neurologici sono il risultato di fattori di stress presenti e di eventi traumatici passati.

Il caso di una donna con tetraplegia e problemi di linguaggio

L’Università di Melbourne e il King’s College di Londra hanno descritto in uno studio il caso eclatante di una donna di 23 anni di origine sud-asiatica che viveva a Melbourne. I sintomi neurologici psicogeni che ha mostrato quando è arrivato al pronto soccorso non potrebbero essere più eclatanti: da un giorno all’altro ha manifestato tetraplegia e mutismo intermittente.

Dopo un completo studio neurologico, le è stato diagnosticato un disturbo di conversione e indirizzata alla terapia psicologica. Quando ha iniziato a lavorare con gli psicologi, non mostrava più alcun sintomo. Ha solo affermato di provare tensione alla mascella. Con il progredire della terapia, venne a galla la situazione stressante a cui era sottoposta.

Questa giovane donna ricordava a malapena il suo passato e il suo presente era dominato da una profonda crisi di identità e dalle pressioni della famiglia e del partner. I sintomi neurologici psicogeni erano la risposta a un trauma non affrontato ea una vita che non era in sintonia con i suoi bisogni.

Come si manifestano questi tipi di sintomi neurologici psicogeni?

I disturbi psicogeni o di conversione si manifestano in molti modi. Tuttavia, la particolarità più evidente è che queste manifestazioni sono molto eclatanti e, in generale, dovrebbero avere un’origine neurologica. Sono i seguenti:

  • Problemi di coordinazione ed equilibrio.
  • Paralisi improvvisa in qualsiasi area del corpo. È comune sentire problemi a camminare, muoversi, ecc.
  • Problemi di deglutizione.
  • Perdita di voce.
  • Blackout.
  • Convulsioni simili all’epilessia.
  • Visione doppia.
  • L’udito cambia.
  • Perdita del senso del tatto.
  • Problemi di incontinenza urinaria.

Qual è l’origine?

Il modo in cui compaiono i sintomi neurologici psicogeni è sempre improvviso. Hanno una breve durata, che può andare da poche ore a un massimo di due settimane.

La cosa più importante, in tutti i casi, è escludere un’origine neurologica. Quando i professionisti fanno la diagnosi di disturbo psicogeno o di conversione, è necessario chiarire le cause.

  • In media, il fattore scatenante dei disturbi psicogeni è il trauma psicologico. Allo stesso modo, anche vivere una giornata dominata da fattori molto stressanti può portare a queste condizioni.
  • Allo stesso modo, i disturbi della personalità, come il disturbo evitante o il disturbo borderline di personalità (BPD) sono un altro fattore scatenante.
  • Va notato che questi quadri clinici compaiono in misura maggiore nelle donne con una storia familiare di disturbi di conversione.
paziente in terapia
Ciò di cui i pazienti con sintomi psicogeni hanno più bisogno è la convalida delle loro esperienze corporee.

Qual è il trattamento più appropriato?

Le persone con sintomi psicogeni spesso hanno a che fare con l’incomprensione dell’ambiente.

Ci sono stati casi di marines che hanno avuto bisogno di una sedia a rotelle perché si sentivano le gambe paralizzate. Tuttavia, erano in grado di camminare all’indietro. L’arbitrarietà delle manifestazioni neurologiche psicogene è molto grande, il che può mettere in dubbio il malato.

Ciò di cui ha più bisogno un paziente con questo profilo è la comprensione e la validità di ciò che esprime. Se neghiamo la loro realtà, aumenteremo la loro sofferenza e, a breve termine, aumenteranno i loro sintomi. Dobbiamo partire da un quadro di comprensione assoluta prima di ogni sensazione di dolore, limitazione fisica o problema espresso.

Pertanto, in questi casi l’approccio terapeutico sarà multidisciplinare:

  • Fondamentale è la terapia psicologica, come gli approcci cognitivo-comportamentali o la terapia EMDR in presenza di trauma.
  • Anche la terapia fisica è utile. Ci consente non solo di massimizzare il funzionamento fisico o prevenire ulteriori problemi. Favorisce quell’armonia mente-corpo tanto necessaria.
  • Allo stesso modo, l’attenzione medica è essenziale anche per l’eventuale somministrazione di psicofarmaci e altri trattamenti.

Infine, un aspetto che le persone apprezzano è far capire loro che dietro i loro sintomi fisici limitanti c’è un fattore scatenante emotivo che devono curare. La comprensione di ciò che accade loro mitiga l’angoscia e facilita l’impegno nella terapia psicologica.

Potrebbe interessarti ...
Psicologia clinica e neuropsicologia
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Psicologia clinica e neuropsicologia

In questo articolo si cercherà di mostrare le differenze tra psicologia clinica e neuropsicologia, due branche simili, ma non uguali, della psicolo...



  • Anderson JR, Nakhate V, Stephen CD, Perez DL. Functional (Psychogenic) Neurological Disorders: Assessment and Acute Management in the Emergency Department. Semin Neurol. 2019 Feb;39(1):102-114. doi: 10.1055/s-0038-1676844. Epub 2019 Feb 11. PMID: 30743296.
  • Lempert T, Dieterich M, Huppert D, Brandt T. Psychogenic disorders in neurology: frequency and clinical spectrum. Acta Neurol Scand. 1990 Nov;82(5):335-40. doi: 10.1111/j.1600-0404.1990.tb03312.x. PMID: 2281751.
  • Mumenthaler M. Nachweis neurologischer Symptome psychogenen Ursprungs [Diagnosis of neurological symptoms of psychogenic origin]. Schweiz Rundsch Med Prax. 1992 Nov 24;81(48):1446-51. German. PMID: 1448639.

I contenuti di La mente è Meravigliosa hanno uno scopo puramente informativo ed educativo. Non sostituiscono la diagnosi, la consulenza o il trattamento professionale. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.