Situazioni temute: conoscerle per affrontarle

Conoscere e affrontare le situazioni temute mette in una posizione di potere. Avete il coraggio di guardare in faccia la paura?
Situazioni temute: conoscerle per affrontarle

Ultimo aggiornamento: 16 maggio, 2022

Le situazioni temute sono quegli eventi in cui la paura è alla base. Possono essere situazioni già verificatesi che temiamo si ripetano o quelle che immaginiamo che da incubo diventino realtà.

Sebbene la prima reazione possa essere scappare e smettere di pensarci, è proprio affrontarle con strumenti, come quelli che presentiamo nelle righe che seguono, che ci dà potere su di esse.

La conoscenza ci rende potenti. In altre parole, conoscere queste situazioni, chiarire le paure che tutti condividiamo e visualizzare i passaggi che separano queste situazioni temute da quella attuale aumenta il nostro controllo. Guardiamo la paura in faccia!

Uomo davanti a un'onda del mare.

Tipi di situazioni temute: l’attuale, il temuto e il desiderato

Nella psicoterapia umanistica, come lo psicodramma o la psicologia della Gestalt, si lavora con le situazioni temute, desiderate e attuali. Sono rappresentate realisticamente, anche con oggetti o co-terapeuti, in modo che il cervello pensi che si stiano verificano davvero.

Una situazione è temuta è se abbiamo paura quando pensiamo che accadrà in un futuro più o meno lontano. Le situazioni desiderate si trovano in contrapposizione con quelle temute e infondono speranza. Infine, la situazione attuale definisce lo stato o la situazione nel qui e ora.

Queste situazioni possono riferirsi a molteplici contesti e fasi della vita. Per esempio, la situazione temuta in ambito sentimentale è quella in cui avviene la rottura e si teme la solitudine. La situazione desiderata potrebbe essere quella in cui la relazione continua o la solitudine viene affrontata senza paura. Infine, viene drammatizzata l’attuale situazione personale e di coppia.

Una volta chiarite queste scene, si parla di spazi interscena, ovvero ciò che separa il momento attuale da ciò che temiamo o desideriamo. Rispondiamo alle domande: cosa dovrebbe succedere adesso per finire nella situazione temuta o desiderata? Cosa possiamo fare in favore o contro di esse?

Le situazioni temute che tutti condividiamo

Sebbene le situazioni temute possano differire da persona a persona, alcune sono ampiamente condivise che. In generale, si ha il timore reale o immaginario di subire un danno in genere correlato ai seguenti aspetti:

  • Paura della morte. Una paura universale da cui nasce l’istinto di sopravvivenza di base. Le scene temute possono essere correlate alla paura di soffrire malattie, fobie di determinati oggetti, ecc.
  • La solitudine. La paura di non essere accettati e valorizzati come membri di un gruppo. È legata a situazioni che coinvolgono abbandono, gelosia, tra le altre.
  • Perdere la propria autonomia. Temere di perdere il controllo del proprio corpo ed essere alla mercé altrui. Le scene temute hanno a che fare con il rimanere rinchiusi fisicamente, come nel caso della claustrofobia, o emotivamente, ad esempio in un impegno di coppia.
  • Danno all’ego. La paura di perdere la propria integrità personale. Scene di umiliazione, vergogna o disapprovazione sono alcuni esempi possibili.
Donna preoccupata.

Perché è necessario conoscere le situazioni temute

Si tratta di situazioni che causano paura, al contrario di quelle desiderate. La psicoterapia invita a drammatizzare queste scene e gli spazi interscena, ovvero gli eventi che dovrebbero verificarsi affinché la situazione attuale si trasformi in temuta o desiderata.

Le scene temute possono causare un blocco emotivo e determinate patologie. La persona, dunque, eviterà con tutti i mezzi di pensare e ritrovarsi nella situazione temuta. Tuttavia, un simile approccio non solo non risolve il problema, ma finisce per innescare quanto temuto.

Per esempio, l’individuo che teme l’abbandono può intraprendere azioni protettive per evitarlo, come allontanare emotivamente le persone care. Questa distanza, tuttavia, può causare la fine del legame e portare con sé la scena temuta.

Conclusioni

Ignorare le paure ci condanna nella zona di comfort in cui pensiamo di essere salvi. Tuttavia, ci fa perdere occasioni preziose e impedisce di comportarsi in maniera spontanea.

Guardarsi dentro e conoscere la paura ci mette in una posizione di potere. Visualizzare le nostre scene temute e analizzarle a fondo ci dà forza. La conoscenza di sé è potere.

Potrebbe interessarti ...
Superare le paure? Parliamone con l’esperto
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Superare le paure? Parliamone con l’esperto

Lo scopo è superare le paure, disinnescare gli schemi di pensiero che vanno contro la nostra felicità grazie a Rafael Santandreu.