Come superare la paura del rifiuto

· 2 luglio 2016

Le persone hanno paura di perdere la vita, la salute, il loro status sociale, i loro soldi, i loro cari, la giovinezza… E perché no, anche l’approvazione degli altri. La maggior parte delle persone, infatti, sente il bisogno di trovare un proprio posto in mezzo agli altri.

Non ricercate la sicurezza nelle altre persone, perché si tratta di un sentiero senza uscita; cercate quella sicurezza dentro di voi, non negli altri, perché gli sguardi, le parole o le azioni delle altre persone possono essere facilmente deformate ed erroneamente interpretate come un rifiuto, anche quando in realtà non lo sono.

Come gestire la paura del rifiuto

1 – Fate attenzione a quello che succede intorno a voi

Guardate dentro di voi e riflettete su quanto un possibile rifiuto possa influire sul vostro comportamento, e quest’ultimo sulle vostre azioni; in altre parole, se pensate che verrete rifiutati, probabilmente accadrà davvero. Non è possibile adattare le proprie azioni fino a che non si ha davvero compreso cosa sta succedendo; cercate di captare segnali non solo di ciò che va male, ma anche di quello che funziona.

2- Pensate a come volete sentirvi

La persona che si sente rifiutata non riesce a pensare ad altro, al fatto che non vorrebbe sentirsi così, continua ad interrogarsi sul perché sia stata rifiutata. È un atteggiamento sbagliato, un problema che deve essere risolto al più presto; non pensate al fatto che non vorreste essere rifiutati, concentratevi piuttosto per trovare uno stato di rilassamento in cui vi sentiate sicuri di voi stessi.

liberi dal rifiuto

3- Pensate a come è iniziata la paura del rifiuto 

Di certo durante il vostro percorso scolastico vi sarete sentiti rifiutati. Chiudete gli occhi e pensate a tutto quello che avete appreso da allora, ricordando quanto quel bambino fosse tranquillo e libero della paura del rifiuto, e come il vostro Io adulto possa imparare da quel bambino ad essere padrone della situazione, ripetendosi che tutto andrà bene. Anche se può sembrare strano, pensare a come vi sentivate da piccoli ha un grandissimo impatto che potrà aiutarvi a superare questi momenti.

4- Prima di tutto, immaginazione costruttiva

Chiudete gli occhi e usate l’immaginazione per sentirvi ed agire in modo diverso in situazioni nelle quali normalmente vi sentireste insicuri. L’ipnosi può agire direttamente sul modo in cui vi sentite quando provate determinate situazioni, cambiando i vostri processi cognitivi nel momento in cui siete emotivamente alterati.

5- Non date nulla per scontato 

Le persone che non mettono mai in discussione le proprie opinioni si complicano la vita. Non siate troppo sicuri di quello che succederà né di quello che sapete; in questo modo, potrete rilassarvi e tenere in considerazione la possibilità di ottenere buoni o cattivi risultati, senza però obbligatoriamente dover subire un rifiuto. Non sapere è la chiave per avere fiducia e godersi la vita.

Immagine per gentile concessione di Fabricio Contreras