Teoria dello sviluppo di Bronfenbrenner

· 21 Marzo 2019
La teoria dello sviluppo di Bronfenbrenner  sostiene che i cambiamenti nella vita di un individuo sono dettati principalmente dall'ambiente circostante.

Urie Bronfenbrenner è stato uno psicologo di origini russe nazionalizzato statunitense. I suoi apporti furono decisivi per la teoria dello sviluppo infantile. Propose un approccio ecologico sull’evoluzione dell’individuo offrendo ai sistemi dell’ambiente circostante un ruolo decisivo nella costruzione del soggetto.

La sua era ritenuta una delle teorie emergenti più importanti della psicologia dello sviluppo. La teoria dello sviluppo di Bronfenbrenner sostiene che i cambiamenti nella vita di un individuo sono dettati principalmente dall’ambiente circostante.

L’influenza del contesto è multidirezionale, ovvero ha effetti diversi a seconda della cultura. Ma è anche multicontestuale e multiculturale, ovvero con incidenza e interazione tra i diversi contesti e le diverse culture.

“Ogni bambino ha bisogno di almeno un adulto pazzo in modo irrazionale di lui o di lei.”

-Urie Bronfenbrenner-

Nel corso della sua vita, Urie Bronfenbrenner ha ottenuto diversi riconoscimenti per il suo lavoro. È stato anche co-fondatore di un interessante programma negli Stati Uniti chiamato Head Start, rivolto ai bambini in età prescolare con disabilità cognitive e agli adulti.

La vita di Urie Bronfenbrenner

Urie Bronfenbrenner nacque a Mosca (Russia e antica Unione Sovietica) nel 1917. Ancora molto piccolo, la sua famiglia si trasferì negli Stati Uniti, dove Bronfenbrenner visse fino alla sua morte avvenuta nel 2005. Suo padre era medico e divenne il direttore del New York State Psychiatric Institute.

Urie Bronfenbrenner

Urie Bronfenbrenner studiò psicologia e musica all’Università di Cornell e si laureò nel 1938. In seguito, proseguì gli studi in psicologia dello sviluppo ad Harvard e ottenne il dottorato in questa stessa disciplina presso l’Università del Michigan nel 1942.

Quando scoppiò la Seconda Guerra Mondiale, lavorò come psicologo nei ranghi delle forze armate statunitensi. Questa esperienza lo segnò profondamente e gli offrì importanti basi per la teoria dello sviluppo che avrebbe proposto in un secondo momento.

Conclusasi la guerra, Urie Bronfenbrenner si dedicò all’insegnamento e alla ricerca in diversi centri universitari. Dalla sua cattedra e nel corso degli anni si preoccupò affinché le sue teorie ricevessero una traduzione pratica nella vita della maggior parte delle persone. A tale scopo, partecipò attivamente alla definizione di alcuni programmi rivolti a bambini molto piccoli e settori meno fortunati della società.

La teoria dello sviluppo di Bronfenbrenner

Le idee di Urie Bronfenbrenner sono genericamente note come teoria ecologica dei sistemi. Questa teoria dello sviluppo sostiene che i diversi contesti influiscono in modo decisivo sullo sviluppo cognitivo, morale e relazionale di ogni individuo.

Postula l’esistenza di quattro sistemi che avvolgono il soggetto e ne modellano la condotta.

Modello ecologico di Bronfenbrenner

Suddetti sistemi sono:

  • Microsistema. È il nucleo basilare nel quale si muove l’individuo. Comprende la famiglia e la scuola, o quello che ne fa le veci.
  • Mesosistema. Comprende i vincoli stabiliti dai microsistemi tra loro. Ad esempio, la relazione tra la famiglia e la scuola, o tra i professori e la famiglia, etc.
  • Macrosistema. Indica le condizioni strutturali. Ad esempio, la cultura, le istituzioni, le politiche di stato, etc.

Urie Bronfenbrenner parla anche di ontosistema o caratteristiche biologiche e genetiche del singolo individuo, di cronosistema o efetto del tempo storico e di globosistema o l’incidenza dei grandi fenomeni naturali come il cambiamento climatico, etc.

Gli apporti di Urie Bronfenbrenner

Sulla base di un’influenza mutua tra i molteplici contesti, Urie Bronfenbrenner sosteneva che i diversi fatti del mondo incidono e modificano l’individuo. Ad esempio, riteneva che la guerra in Siria era in grado di alterare lo stato emotivo di un individuo, sebbene questi non ne soffrisse direttamente gli effetti.

La principale critica mossa alle teorie di Urie Bronfenbrenner proviene dalle correnti cognitivo-comportamentali, secondo cui lo studioso non dà sufficiente importanza ai fattori biologici e cognitivi nello sviluppo dell’individuo. Mettono in discussione anche l’assenza di una successione di fasi o tappe dello sviluppo evolutivo delle persone.

Mani e piedi di persone

Nonostante le critiche, la teoria dello sviluppo di Urie Bronfenbrenner è diventata un punto di riferimento della psicologia dello sviluppo umano. Questo perché ha mostrato ed enfatizzato l’influenza dell’ambiente sulle persone. Sebbene non sia stato il primo studioso a farlo, è però riuscito a dare forma e coerenza a queste incidenze, ben oltre una impostazione generale.