Tipi di mal di testa più comuni

20 Marzo 2019
È importante tenere a mente che non tutti i tipi di mal di testa sono uguali, né tanto meno dipendono dalla stessa causa.

Il mal di testa è una delle cause più comuni di malessere. La sua origine può essere incerta e diversi sintomi possono essere indice di vari tipi di mal di testa. Per calmare il dolore in maniera efficace, è importante riconoscere il tipo di mal di testa con cui si ha a che fare. In quest’articolo troverete alcuni suggerimenti che potranno aiutarvi a capire cosa vi succede.

Nella maggior parte dei casi il mal di testa non è indice di malattie gravi o pericolose. A volte è causato semplicemente da stress, una cattiva alimentazione o mancanza di attività fisica. Altre volte, questo dolore può indicare che all’interno del nostro organismo sta accadendo qualcosa di più serio.

È importante tenere a mente che non tutti i tipi di mal di testa sono uguali, né tanto meno dipendono dalla stessa causa. Per questo, è necessario ascoltare il nostro corpo e disporre di una sorta di “manuale di emergenza” per interpretare i segnali che ci invia.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il mal di testa è il disturbo più comune in tutto il mondo. La OMS afferma che quando il mal di testa si manifesta ripetutamente, può trattarsi di un sintomo di cefalea cronica. Inoltre, specifica che nella maggior parte dei casi, il mal di testa può essere curato dal medico di base in quanto non richiede l’intervento di specialisti.

I tipi di mal di testa più comuni

Per calmare il mal di testa, è importante definire di quale dolore si tratta. A seguire troverete i principali tipi di mal di testa e le cause a essi associate.

1. Emicrania

L’emicrania è un disturbo neurologico che ha come sintomo un dolore pulsante (simile al battito del cuore). A volte è accompagnato da altri sintomi come nausea, vomito o ipersensibilità alle luci e ai rumori.

L’intensità dell’emicrania può variare da lieve a intensa. Spesso si presenta da un solo lato della testa, ma può interessare anche tutta la testa.

Emicrania

Le crisi possono avere una durata variabile, in media dalle 12 alle 18 ore, ma possono anche durare per interi giorni. Inoltre, possono essere così intense da non permettere alla persona che ne soffre di dedicarsi alle sue attività quotidiane.

Nonostante la causa scatenante dell’emicrania sia ancora sconosciuta, è stato possibile scoprire alcuni fattori a essa associati. Può essere dovuta a sbalzi ormonali, al consumo di alcuni alimenti come il cioccolato o i formaggi stagionati, e di alcune bevande come il vino rosso, ma anche alla presenza di odori forti, alla mancanza di sonno e persino allo stress.

2. Cefalea tensiva

È la forma di cefalea più diffusa. È caratterizzata dalla presenza di un dolore sordo, opprimente e costante che parte dalla zona della fronte e si estende fino al collo. In genere comporta una sensazione di pressione in entrambi i lati della testa.

Anche nel caso della cefalea tensiva, non si conosce la causa principale, ma sembra essere associata alla stanchezza e allo stress. Esistono diversi rimedi contro questo dolore, come l’applicazione di impacchi freddi o caldi o la pratica di alcune tecniche di rilassamento.

Il dolore è solitamente lieve o moderato e migliora quando svanisce la fonte di tensione, per cui può persistere per varie ore o persino giorni se ciò non accade.

3. Mal di testa da sinusite

Tra i diversi tipi di mal di testa, questo si manifesta attraverso dolori diffusi tra la testa e il viso. È legato a un’infiammazione dei seni nasali che può accompagnare la sinusite.

Trattandosi di un processo infettivo, è spesso accompagnato da febbre. I fastidi si intensificano con i movimenti repentini del capo o quando si compie uno sforzo. Di solito compare in seguito a un’infezione del tratto respiratorio superiore, come a esempio un raffreddore.

Per prevenire il mal di testa da sinusite, vi consigliamo di mantenere uno stile di vita salutare.

4. Cefalea a grappolo

La cefalea a grappolo è il mal di testa più grave. Si tratta di un disturbo poco frequente che colpisce più gli uomini che le donne. Generalmente è accompagnato da gonfiore del volto, arrossamento delle palpebre, lacrimazione e congestione nasale.

È caratterizzato da attacchi unilaterali che interessano gli occhi o la zona circostante. Questi attacchi tendono a ripetersi varie volte al giorno. La causa precisa della cefalea a grappolo non è del tutto chiara. Tuttavia, alcune abitudini, come il tabagismo, possono favorirla; ma anche i fattori ereditari sono determinanti.

I diversi tipi di mal di testa può dipendere da una serie di fattori. Bisogna tenere conto del fatto che una cefalea cronica può anche essere il primo sintomo di una patologia più grave. Un consulto medico è fondamentale se i dolori non cessano con l’assunzione dei più comuni analgesici.