Togliere internet ai giovani

Cosa accadrebbe se togliessimo il cellulare ai giovani tra i 15 e i 24 anni per una settimana? Diverse università spagnole hanno condotto questo esperimento. Scoprite cosa è successo.
Togliere internet ai giovani

Scritto da Valeria Sabater

Ultimo aggiornamento: 04 ottobre, 2022

I giovani trascorrono circa cinque ore al giorno sui dropri dispositivi mobili. Quattro sono dedicate ai social network. Il loro preferito è TikTok, un’applicazione che usano non solo come mezzo di intrattenimento e interazione. È anche il canale che amano per tenersi informati. Ma avete mai provato a togliere internet ai giovani?

Abbiamo raggiunto un punto in cui le nuove tecnologie non sono più così nuove, poiché sono ormai diverse le generazioni nate e cresciute con esse. I nativi digitali esplorano il mondo attraverso i cellulari e sviluppano persino la loro identità attraverso gli schermi. Imparano, si relazionano e si divertono molto di più in questo universo di algoritmi che nel mondo reale.

Chi ha scoperto il mondo senza internet o Tinder avverte gli adolescenti dei pericoli che derivano da un loro abuso. Tuttavia, gli adulti riescono a malapena a convincerli a regolarne l’uso e a stare attenti a ciò che mostrano.

Sappiamo che queste risorse rappresentano il futuro e che rendono la vita più facile a tutti noi. Ciò nonostante, è difficile ignorare l’effetto dei telefoni cellulari sulla salute mentale dei giovani.

Uno studio dell’Università di Toronto ha rilevato un significativo aumento dei casi di angoscia negli ultimi decenni. Per questo e altri motivi, abbiamo bisogno di una chiara formazione su come utilizzare la tecnologia e i social media.

Oltre a ciò, se vogliamo proteggere i più deboli dagli effetti più dannosi, dobbiamo smettere di descrivere il mondo virtuale come un campo minato di pericoli; d’altronde, presenta anche innumerevoli vantaggi.

La tecnologia più quotidiana, e quella di cui abusiamo di più, è lo smartphone. Se provassimo a togliere internet ai giovani per una settimana? Diverse università spagnole hanno condotto questo esperimento.

Per una parte degli adolescenti, non avere il cellulare è stato positivo. Il loro rapporto con la famiglia è migliorato e hanno avuto più tempo per attività come la lettura.

Adolescenti con il cellulare.
Gli adolescenti trascorrono buona parte del loro tempo sui social network come TikTok.

Togliere internet ai giovani per una settimana

L’Università di Malaga, in collaborazione con l’Università Complutense di Madrid e l’Università Miguel Hernández di Elche, ha condotto un interessante esperimento.

Si tratta di una ricerca pionieristica in tutta l’Europa che ha coinvolto 97 volontari tra i 15 e i 24 anni. Lo scopo era conoscere il reale impatto dell’uso dei cellulari e dei social network tra i giovani.

Per questo, è stato condotto un follow-up per tre settimane. Durante la prima settimana i ragazzi hanno potuto usare i loro telefoni quanto volevano. La seconda settimana non avevano connessione internet. Durante gli ultimi giorni potevano usare normalmente il cellulare.

Uno degli obiettivi era aumentare i livelli di consapevolezza sulle conseguenze dell’abuso dei telefoni cellulari. Un altro, non meno importante, riflettere sulle fonti che i giovani utilizzano per ottenere informazioni. TikTok non è certo una fonte affidabile.

Quali sono stati i risultati? Non avere accesso a internet ha aiutato questo gruppo di quasi 100 giovani a farne completamente a meno? Lo analizziamo.

“Ho avuto più ansia di quando ho provato a smettere di fumare”. Questo è ciò che hanno detto molti giovani quando non hanno potuto usare internet per 7 giorni.

Non avere accesso a internet genera ansia

Cosa accadrebbe se togliessimo il cellulare ai giovani per una settimana? Ebbene, molti adulti si sono posti proprio questa domanda. La risposta è interessante.

Provano ansia e insicurezza, poiché l’idea di non potersi collegare ai social network o comunicare tra loro li mette a disagio.

Oltre a ciò, sapere che gli altri possono disporre della tecnologia che bramano accresce queste sensazioni. Le esperienze che hanno descritto erano simili a quelle di qualsiasi tossicodipendente in astinenza.

Alcuni hanno persino spiegato che avevano bisogno di avere il cellulare nelle vicinanze, pur sapendo che non avevano accesso alla connessione.

Togliere internet ai giovani ha permesso di connettersi con la famiglia e avere più tempo

Questi giovani si sono resi conto che è meglio vivere senza cellulare, ma è impossibile farne a meno. Questa idea è contraddittoria e persino ironica, ma è un fatto evidente che non solo i più giovani percepiscono.

Anche la popolazione più adulta, a oggi non riesce a rinunciare alla tecnologia. Tuttavia, limitarne l’uso offre senz’altro diversi benefici:

  • Trascorrere più tempo con la famiglia. Non c’era più motivo di litigare con i genitori per il tempo trascorso su internet. Ciò si è tradotto in un numero minore di litigi e la possibilità di guardare una serie con i genitori senza essere distratti dalle notifiche.
  • Completare i loro compiti di scuola in meno tempo.
  • Si sono divertiti a leggere, attività a cui si sono dedicati più concentrati e rilassati.
  • I giovani hanno ammesso di essere dipendenti dai cellulari. E non solo. Sono divenuti anche pienamente consapevoli di come i loro dispositivi modellassero le loro vite.

D’altra parte, se togliessimo il cellulare ai giovani, si verificherebbe un’altra conseguenza ovvia: le relazioni sociali con i loro coetanei ne risentirebbero. Dopotutto, non possiamo dimenticare che i loro universi sociali sono intessuti dall’interazione quotidiana online.

Se ciò viene meno, ovvero se non hanno internet, quei legami smettono di rafforzarsi. Come conseguenza, provano elevati livelli di ansia e disagio.

Togliere internet ai giovani.
Bambini e adolescenti devono imparare a regolare l’uso dei dispositivi elettronici fin dalla tenera età.

Bisogno di alfabetizzazione mediatica

L’età consigliata per iniziare a usare il cellulare è 16 anni. Tuttavia, i bambini di oggi li usano sin da quando vengono al mondo. A 3, 4 e 5 anni prendono già i dispositivi dei genitori e a 10 anno chiedono il primo telefono. Questo ci costringe a educarli al loro uso fin da giovanissimi.

Così come insegniamo loro a leggere, una lingua straniera oppure ad attraversare la strad, dobbiamo anche insegnare loro a usare bene il telefono. Un’educazione che inizia con l’esempio.

L’idea è che si regolino da soli sulla base di una corretta educazione e da un uso intelligente della tecnologia. Non tutto quello che appare sullo schermo è vero e la vita può essere incredibilmente appagante.

Il mondo è oltre uno schermo. Non abusiamo dell’universo che tende a dominarci con le sue notifiche e lo scrolling infinito.

Potrebbe interessarti ...
Ansia sociale e nuove tecnologie
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Ansia sociale e nuove tecnologie

Con l'aumento del telelavoro, l'ansia sociale associata alle nuove tecnologie è aumentata notevolmente. Come possiamo affrontarla?