Trovare lavoro grazie ad alcuni trucchi

· 7 Gennaio 2019

Vi è già capitato di dover trovare lavoro? Al giorno d’oggi s tratta di un bene prezioso, una sorta di garanzia di sopravvivenza in mancanza di un sostanzioso conto in banca. Inoltre, con un’offerta sempre inferiore rispetto alla domanda, il numero di candidati per qualsiasi posizione è sempre maggiore rispetto ai posti offerti.

Trovare lavoro fa bene alla salute. Da tempo è nota la relazione negativa esistente tra la disoccupazione e la salute. Questa relazione è stata studiata e discussa in numerosi trattati scientifici. Sul piano psicologico, il lavoro costituisce un valido campo per la propria realizzazione personale e per intrattenere relazioni.

Vista la sua importanza, oggi vi sveliamo 5 trucchi per trovare lavoro.

Effetti della disoccupazione sulla salute

Le ultime pubblicazioni sull’argomento indicano che la disoccupazione può essere molto nociva per la nostra salute (sia fisica che mentale). Alcuni degli effetti nocivi della ricerca cronica di lavoro sono i seguenti:

Aumento della mortalità

Numerose ricerche mettono in relazione la disoccupazione e l’aumento della mortalità generale. È stato segnalato come il rischio di morte per qualsiasi causa aumenta del 63% per i disoccupati dell’Unione Europea.

Suicidio

La relazione tra disoccupazione e aumento del tasso dei suicidi è stabilita da tempo. La disoccupazione appare come uno dei maggiori fattori di rischio per il suicidio a livello mondiale. Un recente studio segnala che l’aumento del 3% della disoccupazione in Europa va correlato all’aumento del 4,45% di suicidi.

Peggiore percezione della salute

L’analisi dei risultati dei sondaggi relativi alla percezione della propria salute rivela che la disoccupazione compromette la percezione di una persona sul proprio stato di salute. Uno studio realizzato in Italia ha rivelato che la percezione della propria salute è peggiore nelle regioni dove il tasso di disoccupazione è più alto.

Uomo disperato

Peggiore salute mentale

I problemi di salute mentale sono un’altra condizione associata alla disoccupazione. Tra i disoccupati aumenta infatti anche la presenza di disturbi dello stato d’animo. Purtroppo, in cima alla lista dei disturbi spicca la depressione.

Maggiore consumo di alcol

La disoccupazione è un fattore scatenante per molte dipendenze, è la fiamma che accende la miccia. La persona cerca di evadere dalla propria situazione di disagio, diventando più vulnerabile a quegli stimoli che offrono veloci scariche di adrenalina, come il gioco, o che alterano la percezione della realtà, come l’alcol.

Uno studio condotto a livello europeo indica che il consumo di alcol aumenta tra i disoccupati. Un altro studio riferisce che con l’aumento del 3% della disoccupazione, le morti per alcolismo aumentano ben del 28%.

Questi sono soltanto alcuni esempi degli effetti nocivi che la disoccupazione ha sulla nostra salute. Trovare lavoro è pertanto una soluzione benefica anche a livello di salute. Per trovarlo, però, bisogna innanzitutto cercarlo.

5 trucchi per trovare lavoro

Possiamo immaginare la ricerca del lavoro come la costruzione di un edificio. Da dove cominceremo a costruire? Come è ovvio, bisogna iniziare dalle fondamenta. Senza una base solida, l’edificio finirà per venir giù.

Quando si tratta di cercare lavoro, la base è costituita dalla conoscenza di sé. Trovate la risposta a domande come: “Cosa posso offrire?”, “Perché qualcuno mi dovrebbe assumere?” per scoprire la vostra persona a livello lavorativo e qual è il vostro obiettivo professionale. Avere una risposta chiara vi permetterà di cercare nel posto giusto e di proporvi in modo chiaro e interessante alle aziende. Al tempo stesso, avrete la chiave per completare la vostra formazione o per reinventarvi mentre cercate.

Conoscere sé stessi

Per conoscersi a livello lavorativo, è possibile realizzare un semplice esercizio che ci aiuterà a conoscerci meglio e a capire dove migliorare.

Annotate su un foglio di carta i vostri punti di forza e i punti deboli. Un esempio dei primi è “sono organizzato”, oppure “mi piace ascoltare gli altri”, “mi concentro facilmente” ecc. Gli stessi punti di forza possono trasformarsi nelle debolezze quando sono assenti.

Uomo che scrive su un taccuino

Allenare l’atteggiamento

La strada per la ricerca del lavoro non è facile da percorrere. A volte avrete l’impressione di retrocedere anziché avanzare. Non darsi per vinti, tuttavia, è fondamentale. Un atteggiamento positivo viene acquisito pian piano ed è normale avere alti e bassi durante il cammino.

È molto importante evitare i pensieri negativi, sorridere, dar valore alle piccole cose. Inoltre, è meglio evitare di paragonarsi agli altri. Ognuno di noi è meraviglioso e unico a modo suo.

Essere perseveranti

Se ci credete davvero, prima o poi l’avrete vinta, anche quando si tratta di trovare lavoro. Qualsiasi meta da raggiungere richiede uno sforzo e per concretizzarlo occorre tenacia, costanza, insistenza, impegno.

Chi è perseverante si sentirà meglio con se stesso. In questo senso è utile tenere bene a mente i benefici che si otterranno una volta raggiunto l’obiettivo.

Essere pazienti

La mancanza di pazienza è nociva per la nostra salute mentale. L’impazienza può generare in noi una forte frustrazione, facendoci cadere in una spirale di pessimismo. 

Allenare la pazienza offre molteplici benefici. Essere pazienti quando si cerca lavoro permette di impegnarsi al meglio e di avvicinarsi sempre di più alla meta.

Colloquio di lavoro

Pianificare

Sullo stesso piano di pazienza e perseveranza troviamo la pianificazione. Dicono che trovare lavoro sia di per sé un lavoro… e qualsiasi impiego richiede della pianificazione.

Non servirà a nulla portare avanti azioni sconnesse che non ci porteranno ai risultati desiderati. Bisogna costruire un metodo su cui basarsi, fondato su pianificazione e ordine.

Esistono moltissimi segreti per trovare lavoro, ma i cinque trucchi che vi abbiamo elencato sono un punto di partenza per avvicinarvi ai vostri obiettivi. È pur vero che a volte basta soltanto trovarsi nel posto giusto al momento giusto, e che le relazioni sociali e le conoscenze sono un punto fondamentale nella ricerca del lavoro.

In questo senso, accantonate la vergogna e condividete con le persone che conoscete del settore di vostro interesse il vostro bisogno di trovare lavoro. Al giorno d’oggi molte aziende assumono ancora con il passaparola, senza rendere pubblico nessun annuncio. Cercano persone competenti, certo, ma spesso antepongono persone raccomandate di cui sanno di potersi fidare.

A voi che cercate lavoro, auguriamo tutta la fortuna del mondo.