Umorismo come terapia per calmare lo stress

4 Luglio 2019
Un potente strumento per ravvivare qualsiasi serata o illuminare una giornata nuvolosa. L'umorismo come terapia è uno strumento fondamentale.

L’umorismo è uno di quegli elementi che in maniera naturale ci aiuta a ridurre lo stress. I grandi problemi smettono di sembrare così grandi e le persone che potrebbero intimidirci non ci sembrano più così influenti. È un potente strumento per ravvivare qualsiasi serata o illuminare una giornata nuvolosa. L’umorismo come terapia è uno strumento fondamentale.

Sebbene lo associamo spesso al tempo libero e allo svago, la scienza ha dimostrato che in alcune situazioni può essere da ausilio per migliorare i risultati di una terapia o di un intervento. È uno stato d’animo che, in certi momenti, può superare persino il dinamismo. Se usato all’interno di una comunicazione, l’umorismo può generare o rafforzare la fiducia tra il professionista e il paziente / cliente.

Quando ridiamo, otteniamo i seguenti effetti:

  • Si attiva il circuito di ricompensa cerebrale e il corpo rilascia endorfine e dopamina, che sono gli ormoni legati al benessere e alla felicità.
  • Grazie all’azione della dopamina e delle endorfine si riducono i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress.
  • I muscoli si rilassano, soprattutto quelli del viso.
  • Aumenta la sensazione di tranquillità e sicurezza.
  • Le sensazioni di piacere e di rilassamento ci distraggono dai problemi e dalle preoccupazioni.

La professoressa Heidi L. Fritz dell’Università di Salisbury ha dedicato gran parte della sua carriera professionale allo studio della relazione tra umorismo e stress. I risultati dei suoi studi rilevano che più il senso dell’umorismo è presente in una persona, minore è lo stress a cui è sottoposto.

Amiche con umorismo

Oltre le risate, l’umorismo come terapia

La conseguenza più visibile dell’umorismo è la risata, ma ne esistono anche altre. Se usato durante una terapia, non deve essere confuso con una mancanza di serietà, con l’ironia o con uno stato d’animo in cui l’euforia prende il sopravvento.

La sua reale utilità consiste nel darci un punto di vista diverso: agisce come uno di quegli specchi che deforma le immagini. Ci dà la possibilità di avere altri filtri con i quali possiamo percepire ed elaborare le informazioni in modo diverso.

Possiamo affermare che l’umorismo ha come obiettivo la felicità, anche quando siamo circondati dalle avversità. Per un momento, è in grado di fermare il flusso dei pensieri negativi. Un breve lasso di tempo, che però è sufficiente a rompere il cerchio in cui siamo intrappolati e che alimenta i pensieri cattivi.

La sfida delle professioni più coinvolte emotivamente

Gli operatori sanitari che lavorano in situazioni di emergenza, gli agenti di polizia o i pompieri devono affrontare ogni giorno delle situazioni molto complicate. I livelli di tensione possono essere molto alti. Questa situazione fa sì che il loro lavoro diventi spesso la causa di squilibri emotivi.

Le difficoltà che devono affrontare sono aumentate dal coinvolgimento di altre persone nelle situazioni che devono fronteggiare. Un esempio potrebbe essere quello di un medico che lavora in condizioni di emergenza e deve prendere delle decisioni importanti in un breve lasso di tempo. Spesso, senza avere tutte le informazioni sulla persona ferita, deve decidere come intervenire rischiando di causare problemi più gravi. Spostare o non spostare una persona in un determinato momento può salvarle la vita o causarle una paralisi.

In questi casi, una volta presa la decisione, un po’ di umorismo può aiutare a ridurre i livelli di stress prima del prossimo momento di tensione.

Il ruolo fondamentale dell’umorismo come terapia nelle emergenze

L’umorismo come terapia può essere di grande utilità durante le emergenze. In questi contesti possiamo individuare:

  • Un umorismo usato come strumento per migliorare il proprio stato di salute a breve e lungo termine. Permette di superare le situazioni sgradevoli ed evita di farci cadere nella disperazione. Ci aiuta a superare le spiacevoli circostanze mitigandone le conseguenze.
  • L’umorismo come strumento per relazionarsi con i colleghi di lavoro. In situazioni di stress, la complicità tra i membri di un gruppo può svolgere un ruolo importante migliorando le prestazioni e la cooperazione. Inoltre, il clima di fiducia che genera, permetterà di esprimere in seguito le emozioni provate.
  • L’umorismo come strumento per instaurare una relazione con i pazienti / malati. Ad esempio, quando una persona si trova in una situazione molto stressante e non può fare nulla al riguardo. È il caso di chi ha chiamato un’ambulanza e sta aspettando il suo arrivo. Un po’ di umorismo può servire da “salvagente” emotivo.
Umorismo tra gruppo di medici

L’umorismo fa bene quando si tiene conto del contesto

In determinate situazioni è utile utilizzare l’umorismo per alleviare la tensione; in altre, è preferibile evitarlo. Bisogna tenere conto del fatto che le persone sono uniche, come anche le circostanze in cui si trovano. Bisogna adattarsi costantemente a un ambiente dinamico e capire se è il caso di fare una battuta o meno.

Per generare gli effetti descritti in precedenza, bisogna utilizzare l’umorismo in maniera intelligente, con empatia e con rispetto. In caso contrario, può essere molto controproducente. Se avete dubbi, utilizzatelo in maniera leggera e vedete come reagiscono gli altri.

Se usato con intelligenza, può essere un ottimo alleato sia dentro che fuori la terapia. Ricorrere all’umorismo con intelligenza significa saperlo adattare alle varie situazioni. In fondo stiamo parlando di un tipo di comunicazione che possiamo avere sul lavoro o nella vita di tutti i giorni.