Una nuova vita senza l’ex

· 9 luglio 2015

Mettere fine ad una relazione di coppia può spezzare il cuore. Sembra che non ci sia nulla di più importante, che tutto sia contro di noi e che non riusciremo mai più ad innamorarci.

La rottura amorosa implica una serie di stati emotivi che non tutti riescono ad affrontare. Molti si sentono morire, continuare la propria vita senza il partner sembra loro impossibile. Tuttavia, chi riesce ad andare avanti e superare questo dolore che segue la rottura ricostruisce la propria vita e arriva a sperimentare una felicità più genuina. 

Non lo/a dimenticherò mai!

Questo è il primo pensiero che passa di solito per la mente, soprattutto se non si comprende il motivo della rottura oppure quando non si immaginava tale fine. È possibile che sia accaduto tutto così velocemente che è davvero difficile digerire la situazione.

Il ricordo di un partner può essere eterno, ma ad ognuno spetta creare il ricordo migliore e lasciarlo andare senza tormento. Poco a poco oppure all’improvviso è necessario lasciarlo andare per poter iniziare un nuovo rapporta di coppia, ma solo nel momento giusto, altrimenti si soffre per tutta la vita, ovvio!

Essere sicuri di sé

Un aspetto che di certo aiuta è avere fiducia in se stessi. Forse siete stati voi a commettere l’errore e ne state pagando le conseguenze, ma anche se così fosse, potete imparare da questo errore e superarvi come persona. Noterete grandi benefici nella relazione successiva, la quale, probabilmente, sarà più duratura.

Se vi ostinate a colpevolizzarvi o a colpevolizzare il partner per la fine del rapporto, non imparerete ed è probabile che impiegherete molto tempo a stabilire un nuovo vincolo sano e stabile. Forse inizierete ad avere molte relazioni, ma tutte di breve durata.

Accettatelo ed andate avanti

Ci sono diversi modi di accettare una rottura. Potete esprimere il vostro dolore in molti modi, ovvero piangendo, gridando o maledicendo la persona. A prescindere dalla vostra reazione, fate in modo che questa non duri troppo tempo, in caso contrario diventerete persone amareggiate.

Esprimere il vostro dolore vi aiuterà a vivere senza quella persona e ad avere progetti futuri con nuove motivazioni. Se credete che la sofferenza che provate duri più del “normale” e che questo interferisca con lo svolgersi dei vostri compiti quotidiani, forse è giunto il momento di cercare aiuto presso un professionista. Considerate la possibilità di una visita psicologica.

Prendete coscienza di quanto accaduto

Quando prenderete coscienza di quanto accaduto, sarà più difficile ripetere alcune azioni o atteggiamenti. Analizzando la situazione, potrete scoprire, per esempio, che c’è qualcosa che non va con la vostra autostima.

È importante rendersi conto che non fa bene dipendere da qualcuno per sentirsi felici e se pensate che il vostro partner vi ha lasciati per qualcuno migliore, vuol dire che non vi valorizzate come persona oppure che sovrastimate quello che dicono gli altri; questo vi impedisce di prendere le vostre decisioni personali. Nel momento in cui prenderete coscienza dei vostri atteggiamenti e dei vostri pensieri, vi sarà più facile superare la rottura.

La felicità è dentro di voi

Non cercate di trovare la felicità solo con un’altra persona. Fin quando non sarete disposti ad accettare la fine di un rapporto, non potrete intendere la felicità in altro modo. Cercate dentro di voi, conciliatevi con il vostro io personale. Non colpevolizzatevi né vantatevi per la rottura.

Avrete sempre l’opportunità di vivere nuove esperienze, solo voi deciderete quando fare il primo passo verso una nuova vita.

Immagine per gentile concessione di Twin Design