Un cortometraggio sull’importanza di unire le nostre differenze

· 11 giugno 2016

Io illumino i tuoi giorni più bui, tu mi doni calma in mezzo alla tempesta, io ti regalo i sorrisi nei momenti di tristezza. Siamo come il giorno e la notte ma, nonostante ciò, ci ritroviamo sempre al tramonto per fondere insieme le nostre differenze all’orizzonte.

Ecco un altro tenero cortometraggio prodotto dalla Pixar, una produzione animata che dovete vedere in compagnia dei più piccini per poter disegnare sul volto di tutta la famiglia un grato sorriso di sorpresa, soddisfazione e saggezza.

Essere come il giorno e la notte non significa che le nostre differenze ci trascinino verso i poli opposti della Terra, perché se siamo capaci di aprire la nostra mente e di comprendere il nostro cuore, possiamo ritrovarci nelle sere più tiepide per imparare l’uno dall’altro.

In un mondo dove le regole, le mode e le tradizioni ci dicono quasi sempre che dobbiamo agire tutti in modo simile, non c’è niente di più autentico che essere diversi, saper brillare con le proprie qualità e pensieri, per arricchire sia noi stessi sia gli altri.

Nonostante ciò, è ovvio che non è mai facile accettare ciò che non è uguale a noi e proprio di questo parla il cortometraggio Pixar che presentiamo oggi, perché “Quando il giorno incontra la notte” è una semplice riflessione sulle differenze quotidiane alle quali, ogni tanto, dovremmo fare attenzione.

cortometraggio pixar

Quando il giorno e la notte fondono le proprie differenze al tramonto

Il Giorno si stiracchia tranquillo appena inizia la mattinata. Tutto è calmo e comincia la sua routine di sempre, quei gesti che lo risvegliano e che tessono il suo universo fatto di luce, energia e vita. Ad un certo punto, però, inciampa su un essere strano e scuro addormentato in un angolo…

Accettare il fatto che le differenze ci arricchiscono è una sfida che l’umanità deve ancora superare e, anche se alcune persone a volte ci riescono, la società come insieme ancora non ha raggiunto questo traguardo.

La creatura che dorme placidamente avvolta dal suo manto scuro è la Notte. Il suo stile di vita è molto diverso da quello a cui è abituato il Giorno. Come farà ad accettare quelle differenze? È complicato, per non dire quasi impossibile. Sono due universi talmente diversi che non possono far altro che guardarsi con diffidenza.

  • Per le persone, da un punto di vista evolutivo, è difficile accettare tutto ciò che è diverso da noi, perché lo consideriamo una minaccia.
  • In modo incosciente, giorno dopo giorno, diamo luce a molti pregiudizi ed opinioni che non sempre riflettono la realtà. Lo facciamo perché sentiamo il bisogno di avere un controllo, anche se fasullo, su ciò che ci circonda e, in questo modo, sentirci al sicuro.
  • Nonostante ciò, quando appare qualcosa che spezza quell’equilibrio, la prima emozione che proviamo è il timore per le differenze evidenti. Dopo il timore, arriva la paura e poi, automaticamente, il rifiuto.

Il nostro cervello è abituato a creare specifici schemi cognitivi riguardo le persone ed i gruppi sociali. A tutto ciò, inoltre, si aggiungono quei valori negativi che, a volte, nascono dalle nostre esperienze.

Se una persona di una certa nazionalità ci ha trattato male, possiamo arrivare a pensare che tutti i suoi connazionali si comporteranno nello stesso modo. Inoltre, se fin da piccoli ci è stato insegnato a considerare “una minaccia” tutto ciò che esce fuori dai nostri schemi sociali e religiosi, di sicuro, da adulti, avremo una visione molto limitata del mondo, così come della ricchezza e del valore della diversità.

cortometraggio disney pixar

Dobbiamo incontrarci al tramonto. È fondamentale capire che le differenze sono quei pezzi che, messi insieme, formano la conoscenza, che ci arricchiscono come persone e che, a volte, ci fanno scoprire che non siamo poi tanto diversi gli uni dagli altri.

Bisogna sognare di giorno, bisogna sognare di notte e vivere ogni giorno della nostra vita godendoci le nostre somiglianze e scoprendo come le nostre differenze, a volte, non sono altro che una linea impercettibile al sole del tramonto.

Con il nostro articolo vi invitiamo a farlo e, da oggi in poi, a smettere di polarizzare tanto le cose. Niente è del tutto bianco o del tutto nero. Non c’è giorno che non riesca a sconfiggere la notte e non c’è notte che svanisca all’alba.

La vita è un ciclo infinito nel quale tutti, poco a poco, fanno dei passi in avanti. Tutto diventa più semplice se ci lasciamo trasportare con rispetto e, soprattutto, ascoltando le necessità delle persone che abbiamo intorno. È probabile che, dentro di loro, nascondano incredibili mondi da scoprire.

Forse saranno persino in grado di donarvi un po’ di luce nei vostri giorni più bui e voi finirete per amare le differenze che vi separano. Non dubitatene e godetevi questo piccolo capolavoro audiovisivo…