7 verità sulla vita che spesso dimentichiamo

17 luglio 2016 in Psicologia 15 Condivisi

È davvero sorprendente la facilità con cui dimentichiamo le verità più importanti della vita. Con il tempo, le ignoriamo e non attribuiamo più esse il valore che meritano perché ritorniamo alle nostre vecchie abitudini. È come se la gravità ci attraesse verso di sé, verso la nostra zona di comfort dove ci sono i vizi che abbiamo alimentato durante gli anni.

Per questo motivo, oggi vogliamo condividere con voi alcune verità sulla vita che vale la pena ricordare. Sono certezze che, con le loro sfumature, sono praticamente universali. Vediamole insieme!

Sii umile per ammettere i tuoi errori, intelligente per imparare da essi e maturo per porvi rimedio.
Condividere

Le verità sulla vita che vanno e vengono

Perché è necessario ricordare ancora e ancora queste verità? Perché ci aiuteranno a concentrarci sui nostri obiettivi, a raggiungere le nostre mete, a credere in noi stessi, a crescere. Saranno il nostro vero impulso per ottenere qualsiasi cosa vogliamo.

Ricordare queste verità sulla vita, inoltre, ci permetterà di raggiungere un maggior equilibrio emotivo. Il benessere che proviamo una volta arrivati ad una condizione di equilibrio ci farà sentire molto più soddisfatti di noi stessi.

1. Non avete bisogno delle scuse per perdonare

Perché abbiamo sempre bisogno di scuse per perdonare? Perché, a volte, le persone ci fanno talmente tanto male che è impossibile dimenticare. Questo ci porta al rancore che ci trasforma in individui amareggiati e tristi. Senza rendercene conto, finiamo per alimentare anche il risentimento, l’ira e l’odio.

Volto-donna

Perché facciamo tanta fatica a perdonare? Perché il nostro orgoglio ci impedisce di dimenticare e di lasciarci alle spalle le esperienze negative causate da altre persone. Siamo convinti che perdonare significhi umiliarsi di fronte all’altra persona e non ci rendiamo conto che, invece, è un atto d’amore assai liberatorio.

Voltare pagina ci aiuterà a mettere da parte quell’intenso carico di emozioni negative che non ci servono più. Non dobbiamo aspettarci delle scuse per perdonare e iniziare a cambiare, ancora una volta, tutte quelle emozioni negative in positive.

2. State vivendo la vita che vi siete creati

Pensate di non avere fortuna? Avete il sospetto che il mondo sia contro di voi? Lungi da ciò che possiate credere, sappiate che ciò che vivete è una vostra scelta e solo voi potete cambiare se non vi sentite a vostro agio. Cosa state aspettando?

Ci sono molte persone che credono che il destino abbia giocato loro un brutto scherzo e per questo hanno dovuto affrontare situazioni piene di negatività e di brutti momenti. Ciò di cui non sono consapevoli è che sono state loro a creare tutto questo, dunque possono anche scegliere di modificarlo.

Prendete le redini della vostra vita, non adattatevi né lamentatevi di ciò che voi stessi avete permesso. Non esiste la cattiva sorte, esiste la paura di correre dei rischi e di prendere decisioni. Anche se credete che non ci sia via d’uscita, esiste, invece! Iniziate a rischiare. Vedrete che ogni cosa andrà meglio.

3. La vita è ingiusta: accettatelo

La vita è ingiusta e, sfortunatamente, non è nelle nostre facoltà cambiare questo aspetto. Finiamo sempre per pensare e sperare che tutto andrà in un altro modo. Rifiutare le situazioni perché non ci piacciono non è mai positivo.

Prestiamo sempre molta più attenzione alle circostanze più complicate, come ad esempio un divorzio, la fine di un amore, un incidente… Questo sembra offuscare le esperienze positive di cui abbiamo goduto e che di sicuro sono molto più numerose.

È necessario accettare la vita per quello che è, con i suoi lati negativi e positivi. Ogni cosa ha un aspetto positivo, anche se facciamo fatica a riconoscerlo. Pensate alla fine di un amore, invece di vederla come una situazione sgradevole, potrebbe essere l’opportunità per vivere nuove esperienze.

4. Vivete il momento, è l’unico che avete

Il presente è ciò che conta, ma ci sono molte persone che rimangono attaccate al passato o pensano troppo al futuro. Abbiamo solo questo momento, il qui ed ora, e se non ne approfittiamo prima o poi ce ne pentiremo amaramente.

Non è necessario vivere al limite ogni giorno, perché dobbiamo portare a termine molte responsabilità che non possiamo ignorare. Valorizzare tutto quello che abbiamo ora e godere al massimo della compagnia delle persone che incontriamo intorno a noi ci farà sentire molto più felici.

Se il passato vi perseguita, liberatevene, imparate tutto ciò che potete e poi lasciatelo andare. Se, invece, il vostro grande problema è il futuro, iniziate a mettere in pratica questa frase che ci dicevano le mamme fin da piccoli: “non rimandare a domani quello che puoi fare oggi”.

5. Essere occupati non significa essere produttivi

A volte confondiamo l’essere occupati con l’essere produttivi e non ci rendiamo conto che, se fossimo davvero produttivi, avremmo molto più tempo da dedicare a noi stessi. Quando sfruttiamo meglio le ore al lavoro, siamo molto meno occupati.

Profilo-donna

Se non siamo produttivi, lo stress e l’ansia iniziano ad invaderci. Inoltre, rimandiamo situazioni che ci piacerebbe vivere, come ad esempio una cena tra amici che non riusciamo a vedere tanto spesso quanto vorremmo.

Organizzarci meglio e adottare alcune tecniche perché il vostro lavoro e il vostro tempo siano più utili vi farà sentire meglio e vi consentirà di avere più tempo da dedicare a voi stessi e alle persone che più amate.

6. I grandi successi sono preceduti da fallimenti

Quando iniziamo a camminare, inciampiamo un’infinità di volte, ma alla fine il risultato è un successo: riusciamo a camminare. Lo stesso vale per tutti gli altri aspetti della nostra esistenza in cui i fallimenti sono necessari per poter raggiungere il traguardo. In fondo, sono quelli che danno un valore aggiunto ai successi ottenuti.

Il problema più grande sorge quando nella nostra mente consideriamo ogni fallimento come un errore che dobbiamo risolvere il prima possibile. La vergogna che ne deriva ci fa bloccare e ci impedisce di portare avanti gli obiettivi che volevamo raggiungere.

Per questo motivo, è importante che osserviate ciascuno dei vostri insuccessi come un’opportunità per andare avanti e arrivare a tutti gli altri traguardi. I fallimenti non sono vostri nemici, sono vostri alleati e usarli come sostegno, invece di averne paura, vi sarà di grande aiuto.

7. Siete il riflesso delle persone con cui avete rapporti

Crediamo che le persone con cui abbiamo dei rapporti personali non influenzino le nostre decisioni, il nostro modo di agire o di vedere gli altri. Tutto questo è una bugia bella e buona. Immaginate di avere intorno a voi solo persone negative e tossiche, credete che non finirete per diventare una di loro?

Ragazza-con-corona

Magari non diventerete una persona tossica, ma di sicuro risentirete delle conseguenze di stare in compagnia di persone del genere. Smetterete di sorridere, vi trasformerete in persone tristi, vi sentirete in colpa per circostanze che non vi riguardano o vi competono…

In definitiva, le persone con cui ci relazioniamo possono influenzarci in modo positivo o negativo. Tutto dipende da noi stessi, perché possiamo scegliere e, qualora non potessimo farlo, sta a noi decidere se possono influenzarci o meno.

Non sono cambiato, ho solo imparato e imparare non è cambiare, è crescere.
Condividere

Queste sono alcune verità sulla vita che possono aiutarvi ogni giorno. Per questo, ripeterle o ricordarle, una volta che ne siate consapevoli, come se fossero un mantra, può risultare molto utile e apportare molti benefici. A volte le dimentichiamo e altre ancora possono essere davvero necessarie. Voi aggiungereste altre verità?

Guarda anche