Verso una vita di qualità

Per parlare correttamente della qualità di vita, è importante concentrare la propria attenzione sulla persona. Pensare e agire in funzione dei suoi bisogni, dei suoi diritti e del suo benessere con l'obiettivo di aiutarla ad ottenere una vita che valga la pena di vivere.
Verso una vita di qualità

Ultimo aggiornamento: 19 maggio, 2021

Vivere e muoversi verso una vita di qualità non sono la stessa cosa. Vi siete mai fermati a riflettere sul vero significato della qualità della vita? Cosa vuol dire avere una vita di qualità?

Implica solamente essere sani fisicamente e mentalmente? Potremmo avere una vita degna senza malattie, ma con gente attorno a voi che facesse e dicesse tutto per voi?

Quest’ultima domanda è molto interessante ed è il punto di partenza di questo concetto. Si è portati a pensare che “una bella vita” significhi avere qualcuno che fa tutto per noi. Che pulisca, che cucini, che ci consenta di avere tempo per tutto quello che ci piace, ecc. Ma potremmo davvero essere felici e sentirci utili in questo modo?

Donna pensierosa che guarda il mare.

Cosa significa muoversi verso una vita di qualità?

Prima di agire per ottenere il benessere, bisogna fermarsi a pensare cosa significa essere felici, come possiamo sapere se la nostra vita è di qualità e cosa ci serve per migliorarla. Prima di tutto, bisogna capire cosa si intende per “qualità della vita”.

Gli autori Schalock e Verdugo, massimi esponenti di questo approccio, spiegano che una persona ha una vita di qualità quando i suoi bisogni vengono soddisfatti e ha l’opportunità di arricchire la sua esistenza nelle aree che sono per lei importanti. Cosa significa questo? Come possiamo sapere se i nostri bisogni vengono soddisfatti?

Possiamo suddividere la qualità della vita e spezzettare la sua semantica in parti più piccole per vederne meglio il significato totale. Per far questo, possiamo suddividere la qualità della vita in otto dimensioni o aree che ogni persona dovrebbe coltivare.

Queste dimensioni sono il benessere emotivo e materiale, le relazioni interpersonali, lo sviluppo personale, il benessere fisico, l’autodeterminazione, l’inclusione sociale e i diritti.

I pilastri che sostengono la felicità sono l’indipendenza, la partecipazione sociale e il benessere fisico e mentale. Se uno di questi pilastri si rompe o si indebolisce, è possibile che anche la soddisfazione della persona venga danneggiata.

L’importanza di coloro che ci circondano

Non viviamo in bolle, isolati dagli altri. Non possiamo comprendere la qualità della vita senza considerare chi vive attorno a noi. Questo riguarda sia le persone a noi vicine sia le altre che nemmeno conosciamo, ma che in un modo o nell’altro influiscono su di noi.

La famiglia, gli amici e i colleghi sono persone con le quali ci relazioniamo quotidianamente. Con essi ridiamo, trascorriamo momenti felici, condividiamo momenti tristi e la maggior parte della nostra vita.

Non possiamo dimenticare che viviamo circondati da altre persone o gruppi che prima o poi hanno anche un’influenza sulla nostra quotidianità. Anche le persone che fanno parte della comunità, come può essere la commessa, l’insegnante, il vicino di casa, ecc., hanno un impatto nelle nostre vite.

Inoltre, tutti facciamo parte di una cultura che segue determinate leggi o regole sociali. Queste hanno un impatto sul nostro modo di vedere la vita, sui nostri valori, sulle nostre credenze e sul significato di quello che ci circonda. Quello che in una determinata cultura può essere considerato positivo, in un’altra può essere vissuto in modo molto negativo.

Passi che ci conducono verso una vita di qualità

Il modo per poter migliorare la qualità di vita assume una forma diversa. Se parliamo del sistema sociale e culturale, bisognerà cambiare le politiche sociali, i diritti e l’uguaglianza, così come le finanze per poter andare avanti.

Quando parliamo di qualità della vita nelle aziende o nelle organizzazioni che ci circondano, bisognerà concentrarsi sul cambiamento organizzativo, sulle politiche interne ed esterne, sulle attività e sulla formazione dirette ad includere questa visione all’interno dell’organizzazione.

Se quello che vogliamo è avere un impatto sulla qualità di vita di una persona, dobbiamo concentrarci sulle otto dimensioni di cui abbiamo parlato. Uno dei modelli più utili per migliorare la qualità della vita altrui è la pianificazione incentrata sulla persona.

Psicologo verso una vita di qualità.

Pianificazione incentrata sulla persona

La pianificazione incentrata sulla persona, o PCP, si basa sull’analisi della persona, mettendola esattamente al centro di quello che vogliamo guardare. Questo sguardo deve considerare sempre che l’essere umano è unico, ha diritti inalienabili, è un essere indipendente con dei gusti e delle preferenze proprie.

Conoscere e comprendere quello che la persona sente, quali sono i suoi punti di forza, le sue aspirazioni e capacità, diventa essenziale nel processo di miglioramento della qualità di vita. Bisogna dare voce alla persona, consolidarla e occuparsi sia dei suoi bisogni che delle persone che la circondano.

Occuparsi delle dimensioni della qualità di vita della persona, curare chi la circonda e appoggiarsi ai pilastri dell’autodeterminazione, della partecipazione sociale e del benessere sono i passi che dobbiamo fare per cominciare a muoverci verso questo lungo cammino che chiamiamo qualità di vita.

Potrebbe interessarti ...
Godersi la vita: tempo di qualità e salute
La Mente è MeravigliosaLeggi in La Mente è Meravigliosa
Godersi la vita: tempo di qualità e salute

Godersi la vita, assaporarla lentamente e abbracciare il presente con intensità, con gli occhi ben aperti e il cuore sempre pronto a ricevere.