La vita cambia quando si smette di aspettare

21 aprile 2016 in Psicologia 1927 Condivisi

Spesso ci viene detto che aspettare vale la pena, che bisogna avere pazienza, perché le cose finiscono sempre per aggiustarsi. Ebbene, non bisogna esagerare e passare la vita ad attendere, poiché, in questo modo, permettiamo al presente di sfuggirci dalle mani.

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Boston Globe, le persone, soprattutto quelle più giovani, cercano sempre gratificazione immediate, perché hanno poca pazienza. Tuttavia, quando si tratta di proiezioni future e di conseguimento delle mete, la necessità di immediatezza non è così intensa. Siamo in grado di aspettare per molto tempo che arrivi il nostro momento.

Talvolta, l’ansia nell’attesa di qualcosa porta come conseguenza la disillusione che quel qualcosa non sia come ci aspettavamo

La vostra vita inizierà a cambiare quando smetterete di aspettare e adatterete le vostre aspettative alla realtà. Dovete essere fautori del vostro presente, creatori di nuovi pensieri ed emozioni che alimentino imprese ancora più nuove. Vi invitiamo a riflettere al riguardo.

vita cambiare 2

Quando l’attesa è un’azione volontaria

C’è chi rende la sua vita un’eterna sala d’attesa in cui si sogna e basta, non si conclude mai nulla. Altre persone, invece, vivono molto male i momenti in cui la ricompensa o un obiettivo vitale vengono posticipati.

È evidente che non tutti affrontano le situazioni di attesa allo stesso modo: alcuni si disperano, altri, invece, si adagiano. Il secondo caso è riferito ad un concetto che molti ritengono essere un vero e proprio “male moderno”: la procrastinazione.

  • La procrastinazione è l’atto di posticipare sistematicamente i compiti che dovremmo portare a termine.
  • Si tratta di un fenomeno sociale e psicologico non sempre legato alla pigrizia: va oltre questo concetto e include anche l’abitudine di ritardare o posticipare attività o progetti, nell’attesa che il futuro le risolva.
  • Il procrastinatore sopravvaluta il tempo che ha a disposizione per realizzare compiti o progetti. Ritiene che sia meglio aspettare il momento adeguato, il quale, ovviamente, non è mai il “qui ed ora”.
  • Bisogna considerare che la procrastinazione è presente anche nelle persone molto attive che si entusiasmano creando idee, ma che poi non le concretizzano mai, perché cambiano spesso opinione e sostituiscono di continuo gli obiettivi nella loro mente.

Le cose non succedono mai da sole; è possibile che il destino ci riservi un po’ di fortuna in un momento dato, ma non è un fenomeno molto frequente. Il futuro non risolve le cose se noi non contribuiamo con movimento ed azione e se nella nostra mente non è presente il desiderio di cambiamento. Smettete di aspettare e la vostra realtà sarà diversa.

Si vive meglio senza aspettarsi niente da nessuno e aspettandoci tutto da noi stessi.
Condividere

vita cambiare 3

Smettete di aspettare inermi in una sala d’attesa, siate gli artefici della vostra realtà

Nonostante Lev Tolstòj ci dicesse che “per chi sa aspettare, tutto arriva a tempo”, vivere perennemente in “una sala d’attesa” può farci cadere in un disperante stato di frustrazione ed impotenza.

Nel 1997, uno studio pubblicato sulla rivista Psychological Science ci avvertiva di quanto pericoloso fosse posticipare le cose o limitarci ad aspettare che il nostro futuro ci porti da solo i nostri obiettivi.

Dovete essere agenti attivi nella vostra realtà e, a questo scopo, è bene considerare le seguenti idee:

  • Smettete di concentrare le vostre aspettative solo sul domani. Ciò non vuol dire che non dovete più considerare il futuro, bensì che se volete vedere realizzato l’avvenire che desiderate, è necessario agire nel qui ed ora.
  • Smettete di aspettarvi tanto dagli altri. Concentrare troppe aspettative su coloro che vi circondano vi porterà a soffrire. Aspettatevi risultati da voi stessi, assumete un atteggiamento realista nei confronti delle situazioni in cui siete coinvolti e, invece di essere esigenti con gli altri, siate ricettivi.
  • Non esiste la vita perfetta, esiste lo stato di felicità. Questo concetto ribadisce quanto sia pericoloso crearsi delle aspettative troppo alte. La perfezione non esiste, quel che esiste è quel meraviglioso equilibrio in cui potete essere voi stessi ed essere fieri di ciò che avete.
  • Allenate la vostra capacità di agire e decidere senza paura. Se sarete i protagonisti della vostra storia, sarete gli agenti attivi di continue trasformazioni che dovrete portare a termine senza timore.

vita cambiare 4

A volte capita di passare il tempo a sognare un futuro che, quando arriva, non porta nulla di nuovo. E allora continuiamo ad aspettare e ad immaginare. Invece di accumulare tanta frustrazione, dovremmo dare inizio al cambiamento, disegnare un piano d’azione, uscire dalla zona di comfort, toccare la luna con la punta delle nostre dita, ogni volta che possiamo. In altre parole, dobbiamo puntare in alto.

Guarda anche