Il nostro cuore batte adesso

· 28 febbraio 2017

Pensare al futuro può portarci a dimenticare dell’esistenza di un presente, un adesso. Sta a noi decidere se rendere nostra la famosa frase di John Lennon che dice che la vita è ciò che ti accade mentre fai altri progetti, o se, al contrario, cominciare a vivere il momento presente.

Fare progetti è giusto, fissarsi mete e obiettivi è necessario, stabilire un piano per il futuro è fondamentale per crescere e avanzare. Ma non potete dimenticare anche che il vostro cuore sta battendo adesso. Non potete trascurare l’oggi, il momento presente.

 “Se davvero vuoi essere felice, non cadere nella tentazione di paragonare l’adesso con momenti del passato che non sei stato in grado di apprezzare perché troppo intento a paragonarli ad altri momenti ancora da arrivare”

-André Gide-

Non pensare troppo al domani: l’unica certezza è l’oggi

È il presente il momento in cui si forgia l’avvenire. Le decisioni prese oggi, le esperienze vissute adesso, un giorno, quando il futuro sarà presente, diventeranno passato. Ma chi può sapere cosa accadrà domani?

donna-felice-presente

Amate oggi, vivete oggi, ringraziate oggi, prendetevi cura di voi oggi. Forse il dopo sarà ormai troppo tardi. Magari il domani non arriverà mai. Non lasciatevi trasportare dai sogni dimenticando di vivere.

 “Non gettate il vostro tempo piangendo per il passato né per l’avvenire. Vivete le vostre ore, i vostri minuti. L’allegria è come un fiore che rischia di essere macchiato dalla pioggia e strappato dal vento”.

-Edmond Goncourt-

Accarezzare le persone che si amano

I vostri cari ci sono sempre. Per questo motivo spesso ci dimentichiamo di quanto siano importanti e necessari per noi e che un giorno potremmo perderli, in qualsiasi accezione del termine. Non scordate che anche loro vi amano e potrebbero perdervi.

Non dimenticatevi di accarezzare le persone che amate, di dire loro che le volete bene, di dedicare loro con convinzione un po’ del vostro tempo, di baciarle, di ricordar loro quanto sono importanti, di dedicare loro un sorriso sincero. Non aspettate che sia troppo tardi. Parlate, ascoltate, toccate, osservate.

 “Quando non parli, troppe cose restano non dette”

-Catalina Gilbert-

silhuette-coppia

Non prendete tutto troppo sul serio

Ogni giorno ci troviamo ad affrontare sfide e problemi, ciascuno di importanza e gravità diversa. Eppure, per inerzia, ci lasciamo assorbire da ciascuno di essi nel concitato tentativo di avere una vita perfetta, una vita sotto stretto controllo.

Cosa si ottiene in questo modo? Soltanto una perdita di tempo. Se date lo stesso valore a tutto quello che vi succede, finirete per prestare troppa poca attenzione a quello che è davvero importante. Semplificando la vita e prendendo meno sul serio alcuni aspetti, riuscirete a dedicarvi a quello che conta davvero, le cose che sono veramente importanti.

 “La vita è davvero molto semplice, ma noi insistiamo nel renderla complicata”

-Confucio-

Dare la priorità alla salute

La salute è un regalo che non riusciamo ad apprezzare appieno fino a che non lo perdiamo. Eppure essa è l’unica condizione per poter sfruttare il tempo che ci rimane. Tutto quello che fate oggi avrà conseguenze sulla vostra salute futura. Disprezzando il vostro corpo e la vostra mente adesso, in futuro vi arriverà il conto.

ragazza-jogging

Vivete oggi pensando alla vostra salute fisica e mentale, agite nel rispetto del vostro corpo e del vostro spirito. Siate consapevoli del valore che essi hanno per voi e per coloro che vi amano. Prendersi cura di sé significa alimentare la propria autostima, sentendosi vivi e gratificati.

Essere grati per quello che si ha oggi

La dura realtà è che la vita è troppo breve. La buona notizia è che facendo le cose per bene, sarà sufficiente. Fare le cose per bene significa vivere nel presente, sentirsi grati per quello che avete ora, godervelo rispettandolo, senza sprecare nulla.

Quello che possedete è sufficiente per essere felici. Se siete in grado di trovare il vostro valore adesso, il vostro “io presente” vi basterà. Il margine di miglioramento c’è sempre, non c’è dubbio. Ma senza sapere dove siete ora, non potrete arrivare da nessuna parte.