Wonder: la lezione di August

· 16 febbraio 2018

Wonder è un romanzo semplice e familiare, comparso in un’epoca nella quale i lettori sembravano affascinati dai racconti fantastici e persino oscuri. Venne pubblicato il 14 febbraio 2012 e si è situato fra i romanzi più venduti in diversi paesi trovando nella rete il modo migliore di promuoversi. Come dice uno dei suoi lettori: «Leggetela. Condividetela. Commentatela».

Il protagonista di Wonder è August Pullman, un ragazzino di dieci anni con una grave deformazione al volto a causa della sindrome di Treacher Collins. Nonostante la sua sindrome, August è un bambino normale, che affronta gli stessi problemi che devono affrontare tutti i bambini che si apprestano a entrare nell’adolescenza. Ma è nato con un volto diverso e questo fa sì che ciò che già non è facile di per sé si complichi ancora di più. Per fortuna, può contare sul sostegno della sua famiglia e dei suoi amici.

È una saga valida, originale, diversa e persino scioccante nella quale risulta semplice identificarsi con molti dei suoi personaggi. Questo è uno degli aspetti più geniali di questa saga che, nonostante abbia un protagonista, non sarà l’unico a raccontarci la storia. Saranno infatti vari i personaggi che ci racconteranno la storia di Wonder dal loro punto di vista.

In qualsiasi modo siate, August vi arriverà dritto al cuore.
Wonder col suo amico

L’autrice di Wonder

L’autrice si è ispirata al titolo di una canzone di Natalie Merchant per dare il titolo al suo primo libro. Tutto è partito da un episodio accaduto quasi un decennio fa, quando suo figlio minore aveva circa tre anni e andò in panico in presenza di una bambina affetta dalla sindrome genetica conosciuta come Treacher Collins. Quella situazione imbarazzante ebbe un forte impatto su R. J. Palacio e, in questo impatto, la scrittrice trovò l’ispirazione e la forza di cui aveva bisogno per comporre il suo primo libro.

Prima R. J. Palacio si dedicava a disegnare le copertine dei libri di centinaia di autori e, nel frattempo, sognava di riuscire a scrivere un giorno un romanzo. Era convinta che il suo momento non sarebbe mai arrivato, fino a quando non si rese conto che l’unica cosa che avrebbe dovuto fare era iniziare a scrivere. E così nacque il primo romanzo della saga Wonder. Saga composta da diversi titoli, ma che completano tutti un viaggio appassionante, differenziando il punto di vista di diversi personaggi.

Completano la saga:

  • Il libro di Julian.
  • Il libro di Christopher.
  • Il libro di Charlotte.
  • Libro dei precetti del Sig. Browne. Quando l’autrice decise di scrivere questo libro, chiese aiuto ai suoi lettori: in due settimane aveva ricevuto più di mille lettere con precetti provenienti da tutto il mondo.
  • E altri che potrebbe scrivere in futuro…

L’autrice insiste su una sua convinzione: ci sono molte più persone buone che cattive. Questa convinzione è in contrasto con la tendenza che caratterizza molte persone e che consiste nel focalizzare l’attenzione sugli aspetti negativi di qualsiasi persona o situazione. Con la saga Wonder, l’autrice desidera rimarcare l’importanza di valorizzare e apprezzare la gente nobile, gentile e di buon cuore che si incontra nel nostro cammino.

Wonder il film

Wonder a scuola

A Dicembre 2017, è stata distribuita nelle sale cinematografiche italiane la pellicola ispirata al primo libro della saga Wonder. Diretta da Stephen Chbosky, che volle l’autrice Raquel Jaramillo come consulente del lungometraggio con l’obiettivo di renderlo il più fedele possibile al libro e all’idea dell’autrice. Il cast conta su attori del calibro di Julia Roberts e Owen Wilson, come genitori del protagonista, e su Jacob Tremblay, nel ruolo di August; fra altri grandi interpreti.

Wonder è una storia semplice e profonda, che dispiace terminare. Salutare August risulta difficile, ma vale davvero la pensa di conoscere lui, tutto il suo mondo e tutti coloro che ne fanno parte. Per fortuna, abbiamo altri titoli della saga Wonder da leggere e grazie ai quali conoscere la storia dal punto di vista di altri personaggi, come: Julian, Christopher, Charlotte e un libro di precetti del Sig. Browne.