3 esercizi per conoscersi meglio

· 7 settembre 2015

Di tutte le conoscenze, conoscere se stessi è la cosa più saggia e utile.

William Shakespeare

Ognuno di noi si ritrova a vivere, giorno dopo giorno, il suo sogno personale. Possiamo essere consapevoli o meno di ogni passo che facciamo, ma li facciamo, come se si trattasse di un copione.

Quando si vogliono raggiungere obiettivi, propositi o realizzare desideri personali, la conoscenza di sé è la risorsa fondamentale ed essenziale per questo scopo.

In tanti dobbiamo affrontare continui cambiamenti nella nostra vita professionale e personale. Nella ricerca del benessere e nel percorso di crescita interiore, possiamo riprogrammare molte cose, soprattutto quelle che ci permettono di conoscerci e di dirigerci verso ciò che ci soddisfa e sappiamo fare meglio.

Conoscere i propri obiettivi e gli strumenti per raggiungerli è il primo passo da fare per raggiungere il traguardo.

Di certo, a volte può risultare difficile parlare di noi stessi. Sappiamo di conoscerci, sappiamo ogni cosa di noi, ma poche volte ci fermiamo a riflettere e a scrivere circa i nostri traguardi. Non ci fermiamo a valutare le caratteristiche e gli aspetti che ci faciliteranno o ci ostacoleranno nel raggiungimento dei nostri obiettivi.

Per questo, è importante e necessario stabilire in modo oggettivo quando sappiamo su di noi e sulla nostra interiorità in qualità di esseri umani.

La conoscenza di sé è molto importante, ma quali sono gli strumenti e le risorse che ci aiutano a conoscerci meglio?

Mente

Questi sono i 3 strumenti migliori per sviluppare la conoscenza di sé, in modo semplice ed efficace:

1. Chi sono. Questo esercizio vi permetterà da un lato di vedere chi siete in questo momento e, dall’altro, chi volete diventare. La cosa importante è decidere come diventare la persona che volete e desiderate essere. Quale sarà la vostra strategia per raggiungere questo scopo?

Dovrete svolgere l’esercizio scrivendo su un foglio chi siete e in un altro foglio chi volete essere. In un terzo foglio, scriverete come diventerete la persona che desiderate essere. Sarà interessante anche completare l’esercizio sottoponendolo alle persone di cui vi fidate di più per capire come vi vedono e vi percepiscono.

Domande

2. La linea della vita. Questo esercizio consiste nel creare una linea orizzontale che rappresenta la vostra vita. Il centro di questa linea rappresenta il presente. Poi, comincerete ad aggiungere le diverse situazioni ed esperienze che avete vissuto in passato. In questo modo potrete rendervi conto di ciò che considerate importante nella vostra vita.

La seconda parte dell’esercizio consisterà nel completare una parte del vostro futuro segnalando gli obiettivi più vicini e più lontani nel tempo.

Una volta terminata la vostra linea della vita, vi invitiamo a riflettere su quello che avete vissuto e su come pensate di raggiungere gli obiettivi prefissati per il futuro.

Libertà

3. Tenere un diario delle emozioni. È bello vedere le emozioni come dei tesori perché il loro potere è immenso e prezioso. Se date ascolto alle emozioni, potrete cogliere diversi dettagli su voi stessi, su altre persone o su diverse situazioni. Proprio per questo il diario emotivo può essere considerato una tecnica per facilitare la conoscenza di sé.

Essere consapevoli del proprio stato emotivo, imparare a conoscere le emozioni che si ripresentano con maggiore frequenza giorno dopo giorno o cosa le scatena, può essere di grande aiuto per conoscersi meglio e questo vale per qualsiasi ambito della vita.

Ci auguriamo che questi nostri consigli vi siano di aiuto per imparare a conoscervi meglio e per riflettere sulla vostra vita e la vostra persona.

La chiave per relazionarsi con gli altri in maniera efficace è imparare prima a gestire se stessi. Quanto più vi conoscete, tanto meglio potrete rapportarvi con gli altri, in una posizione di piena fiducia, forza e sicurezza di voi stessi.

Weisinger