Ascoltate il messaggio delle vostre emozioni

· 21 gennaio 2016

Le emozioni controllano quello che pensate e quello che fate. Possono causare dolore emotivo e fisico se vengono trascurate. La buona notizia è che possono anche aiutarvi a capire cosa funziona e cosa non funziona nella vostra vita.

Non ha importanza se vi considerate persone molto sensibili ed emotive oppure razionali e pratiche. Le emozioni sono sempre presenti, perché sono il risultato delle esperienze che avete vissuto.

Le emozioni sono ciò che forgiano e modellano le persone; quindi, cari lettori, approfittate di ciò che provate per migliorare senza farvi dominare completamente dalle vostre emozioni.

I sentimenti, però, non possono essere ignorati, non ha importanza quanto sembrino sbagliati o poco piacevoli.
Anna Frank

Non ci sono emozioni negative

Siamo stati educati a classificare ciò che proviamo in termini di bene o male. In realtà, tutte le emozioni svolgono un ruolo importante nella vita.

Cosa accadrebbe se la paura non vi spingesse a proteggere chi amate? Dove vi trovereste se non aveste paura di sbagliare e fallire?

Confondiamo spesso le espressioni distruttive o negative con l’emozione in sé.

Le espressioni possono ferire chi vi circonda e anche voi stessi. Ma se bloccate alcuni sentimenti e non vi concedete di ascoltare il loro messaggio, rimarrete in fase di stallo per molto tempo.

Amore e paura: due emozioni fondamentali nella vita

L’amore e la paura governano tutto ciò che sperimentate. Il resto delle emozioni che provate sono semplicemente delle variazioni.

Le emozioni che derivano dalla paura sono l’ansia, la rabbia, il controllo, la tristezza, la depressione, la confusione, il dolore, la solitudine, il senso di colpa e la vergogna.

Tra le emozioni che invece nascono dall’amore ci sono il divertimento, la felicità, l’attenzione, la fiducia, la compassione, l’onestà e la soddisfazione.

Queste sono le emozioni di base. Tutte le altre sono delle variazioni in termini di intensità. Ad esempio, la rabbia può manifestarsi come disgusto, quando è leggera, fino all’esasperazione, quando invece è al limite.

Dobbiamo ascoltare la testa, ma lasciar parlare il cuore.

Marguerite Yourcenar

Imparate a riconoscere le vostre emozioni

Per capire il messaggio che le vostre emozioni vogliono trasmettervi, per prima cosa dovete capire cosa state provando.

Quante volte vi capita di non sapere davvero come vi sentite? In altre parole, non sapete spiegare cosa vi succede e perché.

Donna-occhi-chiusi

Per poter riconoscere l’emozione, dovete concentrarvi su voi stessi per tutto il tempo che vi serve. Concentrate la vostra attenzione sul vostro stato d’animo e analizzatevi. Potete addirittura individuare sintomi fisici collegati alle vostre emozioni.

Prestate attenzione ai vostri sentimenti e ai vostri pensieri

La mente è preparata a pensare in base ad alcuni modelli e lo fa in modo inconsapevole. Analizzate ciò che passa nella vostra mente durante il giorno. Questo vi aiuterà a capire cosa amate e cosa invece odiate.

Se vi è possibile, registrate questi pensieri e le emozioni che scatenano in voi. Dopo qualche mese, sarà più facile acquisire la consapevolezza di ciò che provate.

Tutto ciò che siamo è il risultato di ciò che abbiamo pensato; si basa sui nostri pensieri ed è fatto dei nostri pensieri.
Buddha

Identificate le vostre “pene piccole ed insignificanti”

Quali sono le piccole cose che vi danno fastidio, ma che non ritenete così importanti?

Molte persone sminuiscono l’importanza delle cose che le feriscono. Forse credono che facendo così tolgono potere a queste cose, quando in realtà glielo stanno danno.

Minimizzare e ignorare la sofferenza non farà altro che aumentarla con il passare del tempo.

Alcune di queste “piccole pene” vi accompagnano da quando eravate bambini. Sono emozioni che vi creano problemi ora che siete adulti. Non potrete andare avanti fino a che non le riconoscerete e le combatterete davvero.

Ragazza-triste

Siate precisi sulle emozioni che provate

È facile confondere le emozioni, perché se ne parla in termini molto generici.

Un esempio è la depressione. Forse proprio in questo momento state vivendo un allontanamento dai vostri cari, una solitudine spirituale, noia o semplicemente non trovate un senso alla vostra vita.

Se qualcuno ve lo chiedesse, è probabile che rispondereste di essere depressi. Ma come potete vedere, ci sono varie cause. Quando capite i motivi che vi portano ad un determinato stato d’animo, allora sarà più facile trovare una soluzione.

Per questo, cercate di di essere realisti e precisi circa le vostre emozioni. Vi aiuterà a conoscervi meglio e ad entrare in connessione con il vostro io più profondo.

Imparate a gestire le emozioni

Non abbiate paura delle vostre emozioni. Non combattetele, non tentate di bloccarle e non scappate.

Accoglietele, vivetele e cercate di comprenderle. Tutti veniamo al mondo provando emozioni. Le emozioni non sono né buone né cattive, semplicemente sono parte di noi.

Con il tempo vi renderete contro che le emozioni si dissipano fino a sparire da sole quando vi concedete di viverle e trarne insegnamento.

Basta solo chiudere gli occhi e sentirle nel vostro io più profondo il più possibile.

Immagini per gentile concessione di Lauri Blank e Ofra Amit.