Attività ruba tempo: quali sono e come evitarle

· 29 luglio 2018

Il tempo è una delle risorse più preziose che abbiamo e uno dei più bei regali che possiamo fare agli altri. Non possiamo fabbricare o recuperare il tempo perso. Proprio per questo motivo dobbiamo imparare a dargli l’importanza che merita. Un modo per farlo è evitare le attività ruba tempo.

Per “ruba tempo” si intendono tutte quelle attività che richiedono molto tempo e che non apportano nessun beneficio. In passato non erano molto comuni, invece al giorno d’oggi sono estremamente diffuse. Il problema è che la nostra mente non è per niente preparata a evitarle, di conseguenza risulta molto facile caderne vittima.

Se vogliamo avere una vita piena, dobbiamo saper riconoscere le attività ruba tempo così da combatterle, evitarle o almeno limitarle. A seguire vi parliamo delle più comuni e del perché sono tanto pericolose. Pronti?

Orologio e tempo che passa

Le attività ruba tempo sono davvero pericolose?

Le seguenti attività sono considerate normali dalla maggioranza della popolazione. Forse penserete che è esagerato considerarle ruba tempo, ma sono pericolose proprio perché passano inosservate. Occupano gran parte della nostra vita e non apportano nulla di significativo per il raggiungimento delle nostre mete.

Passiamo ad analizzare le principali attività ruba tempo della nostra epoca.

1. Navigare sui social network

Chi non si è accorto di aver perso la cognizione del tempo navigando su Facebook o Twitter? La dipendenza dai social network è diventato un problema reale nelle società civilizzate. Ogni giorno passiamo sempre più ore attaccati al nostro telefono invece di prestare attenzione al mondo che ci circonda.

Il problema principale è che navigare sui social network ci ruba l’energia necessaria per tutto il resto. Secondo alcune ricerche, passare troppo tempo su questi portali ha un effetto diretto su alcune aree cerebrali. Per l’esattezza sull’area tegmentale ventrale, una delle parti che più influenza le nostre motivazioni e il nostro stato d’animo.

L’eccesso di informazioni e stimoli che provengono dai social network ci rendono meno sensibili ad altri stimoli positivi. L’idea è che più tempo passiamo su Facebook, Instagram o Twitter, più faremo fatica a sentirci motivati per svolgere altre attività nella vita reale.

2. Guardare serie televisive

Avete mai aperto Netflix con l’idea di guardare una sola puntata di una serie e poco a poco, senza rendervene conto, siete rimasti lì per ore? Questo è il pericolo principale di una delle attività ruba tempo più comuni della nostra epoca: guardare le serie televisive.

Diventa molto difficile smettere di guardare una puntata dopo l’altra di una storia che ci coinvolge e ci appassiona. Per il nostro cervello è molto complicato controllare il bombardamento di stimoli che riceviamo ogni giorno. Proprio per questo, quando ci fermiamo a guardare più di una o due puntate, la nostra energia diminuisce.

3. Preoccuparci troppo

L’ultima attività ruba tempo che analizziamo non ha nessuna relazione con la tecnologia, ma con la nostra stessa mente. Proprio per questo è una delle più pericolose. Se pensiamo continuamente ai nostri problemi, i nostri livelli di ansia aumentano vertiginosamente e staremo male con noi stessi. Nel frattempo, trascureremo le faccende che dobbiamo portare a termine.

Preoccuparci troppo può spingerci a procrastinare. Questo occorre a causa di un fenomeno chiamato “paralisi da analisi”. In presenza di un problema che non sappiamo come risolvere, dedichiamo tanto tempo a pensare a possibili soluzioni che finiamo per non fare nulla.

Preoccuparci per ore non è una strategia valida per risolvere un problema. La prossima volta che cadrete in quest’attività ruba tempo, provate ad agire nonostante non conosciate tutte le risposte oppure interrompete il ciclo di ragionamento prestando attenzione ad altre faccende.

Donna con mal di testa attività ruba tempo

Come affrontare queste attività ruba tempo

Gli effetti negativi di queste tre attività sono molto simili: perdita di motivazione, di forza di volontà e della cognizione del tempo. Per fortuna, la soluzione è molto semplice.

Se volete, potete combattere anche le peggiori conseguenze di queste attività ruba tempo. Il miglior modo è limitare il tempo che dedicate a ognuna di queste attività. Per riuscirci, è sufficiente mettere una sveglia che avvisi quando è passato un determinato periodo di tempo. La quantità di tempo che dedicate a queste attività dovete stabilirla voi, purché non condizioni tutta la vostra giornata.

Non c’è niente di male nel guardare serie televisive o navigare sui social network in modo controllato e programmato. Il problema si presenta quando queste attività ci fanno arrivare tardi agli appuntamenti, ci isolano o riducono la nostra produttività. D’altra parte, ricordiamo che l’ansia alimenta questo genere di attività, come quando assaliamo il frigorifero.

Quando ci assale l’ansia a causa di un problema, invece di lasciarci andare, dobbiamo rimandare le preoccupazioni finché non arriverà il momento giusto per pensarci. Così facendo questi sentimenti negativi interferiranno in misura minore con le faccende quotidiane.