L’azione più piccola supera la parola più grande

· 5 novembre 2016

Dimentichiamo la grandezza dei gesti più piccoli e sopravvalutiamo le parole che ci trasmettono grandi intenzioni. Pensare di agire o dire di volerlo fare non ha lo stesso valore di un’azione, per quanto possa essere insignificante; quest’ultima avrà sempre più valore di quello che, invece, rimane nell’aria.

Non siamo consapevoli del valore dei gesti quotidiani, né di quelli fatti dagli altri né di quelli fatti da noi. Di quei piccoli dettagli e granelli di sabbia che sono in grado di costruire sorrisi autentici, generare emozioni intense e cementare la base dei nostri sogni.

“I grandi cuori si accontentano di piccoli dettagli”

-Hernán Sabio

Le parole che non danno seguito a fatti non valgono nulla

Le parole sono un mezzo potente per chi le sa usare. Grazie ad esse, si chiudono trattative, cominciano relazioni e si creano promesse. Tuttavia, una cosa è mandare un messaggio o un’intenzione, un’altra è metterlo in pratica tramite le azioni.

 Potranno dirvi molte cose, ma se non sono accompagnate dai fatti, le parole perderanno tutto il loro valore.

gif-bolle-di-sapone

Creare aspettative negli altri o a se stessi può generare frustrazione, delusione o rabbia. Ovviamente ognuno è libero di dire ciò che vuole, ma non dimenticatevi che le parole fanno male. Se siete consapevoli di non realizzare ciò che dite, è preferibile il silenzio. A cosa serve creare illusioni alla gente o a voi stessi?

Non scordatevi, inoltre, che le parole sono un’arma di distruzione di massa se messe in bocca alle persone manipolatrici. Lasciarvi guidare da quello che vi dicono, dunque, è un’arma a doppio taglio che in alcune occasioni può intrappolarvi in una gigantesca ragnatela.

Alcune persone parlano sempre e non agiscono mai, altre sono più silenziose, ma le loro azioni comunicano grandi messaggi emotivi. Di queste ultime potete fidarvi, hanno il grande potere di dimostrare i loro sentimenti anche in silenzio.

Le vostre azioni vi definiscono più delle vostre parole

La maggior parte di noi è solita parlare di ciò che è necessario, facendo promesse che finirà per non mantenere. Ciò non vuole dire che non ci siano buone intenzioni di fondo, ma è bene tener conto del valore che gli altri danno a quello che diciamo.

Quello che a voi può sembrare un commento socialmente accettabile in un determinato momento, a cui non dare alcun peso o, al contrario, che pensate di mantenere davvero, per l’altra persona può acquisire tutto un altro valore. La questione è che alla fine verremo ricordati per quello che abbiamo fatto e non per quello che abbiamo detto.donna-bacia-uomo

I vostri comportamenti vi definiscono e sono i piccoli dettagli quelli a fare la differenza. Per questo motivo, il gesto più piccolo è più potente della parola più bella e dell’intenzione più grande. Perché in fondo a chi diamo più valore? A chi ci dice di amarci o a chi lo dimostra davvero?

“Le cose non si dicono, si fanno, perché quando si fanno, parlano da sole”

-Woody Allen-

Alla fine ciò che rimane di una persona sono le sue impronte e queste si formano attraverso i gesti. Le azioni sono le impronte indelebili di ognuno di noi.

I fatti non smettono di esistere solo perché sono ignorati

Le parole volano, si disfano e scompaiono, fino a deformarsi. Ma un’azione lascerà sempre il segno una volta messa in pratica, anche se qualcuno cercherà di ignorarla. Un’azione non può scomparire, al massimo può trasformarsi nel modo in cui lo si racconta, ma quelle saranno solo parole…mano-con-fiore

Il punto sta nel capire se diamo valore alle azioni che gli altri realizzano per noi e a quelle che noi realizziamo per gli altri e per noi stessi. Probabilmente la risposta è no, a volte preferiamo le parole. Ma ricordate, un’azione dimostra, mentre una parola manda solo un messaggio che può essere messo in pratica o meno.

Forse la chiave sta nell’agire di più e parlare di meno, e nel leggere tra le righe i sottotitoli che accompagnano le azioni.