Sono una donna che non ha bisogno di dimostrare niente a nessuno

· 31 agosto 2016

Sono quel tipo di donna che non ha bisogno di dimostrare niente a nessuno. Mi sono stufata di compiacere gli altri, di dare spiegazioni a chi non vuol sentirle, di smuovere mari e monti per persone che non mi degnano nemmeno del loro rispetto. Sono tutto quello che potete vedere: franchezza, integrità, coraggio e dignità.

Queste idee riassumono molto bene il concetto di realizzazione personale. Sono piccole sfide quotidiane da superare per disfarci di tutti quegli inutili strati che non hanno fatto altro che allontanarci dalla nostra felicità, che ci hanno tolto l’opportunità di raggiungere i nostri scopi e le nostre mete.

Mi trovo in quella fase della vita in cui, per offendermi, dovete interessarmi: non do più spiegazioni a chi ha sia il cuore sia le orecchie tappati. Sono una donna senza maschere e dall’anima umile che non ha bisogno di dimostrare niente a nessuno.

Sono molte le donne che ogni giorno lottano per la loro realizzazione personale, a volte così difficile da ottenere. Fatti come lo squilibrio tra gli stipendi, la discriminazione sul lavoro o l’avere a che fare con frasi del tipo “tu non puoi”, “tu non sai”, “tu non devi”, ci costringono a combattere una battaglia doppia: quella esterna e quella più intima, profonda e necessaria, emotiva e psicologica.

donna con vaso in mano

La costante necessità di dimostrare qualcosa per essere accettate

L’amore va confermato ogni giorno, su questo non v’è dubbio, ma spesso ci troviamo in situazioni in cui l’affetto viene quasi estorto. Ovviamente questo può succedere per entrambi i sessi, ma è più comune che sia la donna a dover dimostrare di essere pronta a tutto per il coniuge, a dover mettere da parte i propri bisogni e desideri per compiere le aspettative altrui.

Dobbiamo essere brave figlie con i nostri genitori, con la nostra famiglia, anche se ci hanno mancato di rispetto in diverse occasioni, quando provavamo a fare un passo avanti o a realizzare un sogno. Dopo poco tempo mettevano un punto alle nostre elucubrazioni dicendo “Non fa per te”. Li abbiamo compiaciuti per tanto tempo e disegnato sorrisi sul nostro volto anche quando non erano spontanei, quando non provavamo altro che disperazione.

Nonostante tutto, arriva un giorno in cui apriamo gli occhi, accendiamo quella luce interiore che ci connette direttamente con le nostre emozioni per dire “basta”. È allora che ci rendiamo conto che l’unica persona a cui dobbiamo dimostrare qualcosa siamo noi stesse e non gli altri.

Perché quando siamo entrate in connessione con le nostre necessità, il mondo inizia a girare seguendo il suono di un’altra musica, più rilassante e bella.

donna con cavallo

Ci stacchiamo per ritrovarci

Quando ci rincontreremo con noi stesse dopo complessi momenti personali, non saremo più le stesse. Non saremo più quelle bambine con gli occhi invasi dai sogni, che tentavano di scrivere le loro iniziali nel firmamento. Non saremo più quelle adolescenti che bramavano un amore romantico in cui dare tutto in cambio di niente. Non saremo più quelle giovani che confondono la propria felicità con quella degli altri.

Io sono tutto quel che vedete, senza trucchi né artifici. Se non vi piaccio, amen. Non vivo per compiacere gli altri.

Quando avrete trovato voi stesse, vi renderete conto di tutte le cose futili, di tutti gli artifici, del rumore mentale, di tutte quelle relazioni marce che vi strappavano le ali dalla schiena. Per essere donne che non hanno bisogno di dimostrare niente a nessuno, dovete mettere in pratica i seguenti consigli.

donna albero

Suggerimenti per la realizzazione personale

Non è possibile essere persone complete mantenendoci ai margini rispetto agli altri. Ognuno di noi ha degli impegni sociali ed emotivi molto importanti: lavoro, partner, famiglia. È possibile aspirare alla realizzazione personale con tutte queste responsabilità?

  • La realizzazione personale consiste proprio nel bisogno che tutte queste sfere (lavorativa, affettiva, personale) ci offrano la massima pienezza e il massimo equilibrio. Abbiamo bisogno di armonia.
  • Se siamo ogni giorno obbligati a dimostrare qualcosa per essere accettati in ogni contesto, allora c’è qualcosa che non va. Se mettono in dubbio le nostre capacità sul lavoro, se il nostro partner ci chiede di restare a casa per dimostrargli che lo amiamo, finiremo per ledere gravemente la nostra autostima.
  • Dovete capire che, prima di dimostrare qualsiasi cosa a qualcuno, dovete prima dimostrarlo a voi stesse. Non cercate di compiacere o di farvi accettare dagli altri, altrimenti saranno loro i primi ad innalzarsi come oracoli o giudici, come artigiani di un cammino che dovreste costruirvi da voi.

L’eterna necessità di dimostrare qualcosa che non ci rappresenta o di ricercare l’approvazione altrui è una lenta tortura che può non finire mai. Non permettetelo, siate autentiche, siate sempre voi stesse e non negoziate la vostra integrità: il prezzo è la perdita della felicità.