Come affrontare gli attacchi di panico

· 14 aprile 2015

Affrontare il panico non è per niente facile, e qualsiasi persona che ne soffra può confermarlo. Tuttavia, non è un compito impossibile; quello che serve è molta pazienza, un grande impegno con il cambiamento, tempo e l’aiuto di un esperto. I primi tre fattori faranno sì che invece di cercare metodi per evitare costantemente il panico potrete guardarlo da davanti.

Alcuni segreti per affrontare una crisi d’ansia

Esistono ampi sviluppi su questo tema. Un riassunto pratico al riguardo potrebbe essere il seguente:

1. Quanto più nervosi vi sentite, più nervosismo genererete verso lo stress.
2. Quello che si prova è semplicemente sgradevole, non è dannoso e non rappresenta un pericolo imminente. L’importante è convincervi che nulla di pericoloso può succedere, perché facendo il contrario alimenterete questo circolo vizioso di pensieri negativi.
3. Non pensate alle conseguenze in modo prematuro. Un pensiero positivo sul futuro vi aiuterà a tranquillizzarvi.
4. La parte principale è cercare di lottare contro la paura, evitarla non può essere una alternativa. Considerate quello che vi sta succedendo come una occasione per fortificarvi.
5. Accettate tutte le sensazioni che state esprimendo e tentate di controllarle.
6. Man mano che vi sentite meglio, pianificate ciò che farete in seguito. Pensare a una attività che vi risulti piacevole vi aiuterà a calmarvi più velocemente.
7. Non appena vi sentite pronti a continuare con l’attività che stavate svolgendo, prendetevi il vostro tempo e ricominciatela senza affrettarvi.

La percezione del futuro

In generale, durante un attacco di panico le reazioni fisiologiche sono così forti che le persone temono di avere un infarto che le porti alla morte. Che cosa significa? Al di là della paura per la situazione che si sta vivendo, le persone hanno paura dei risultati che possono derivare dall’attacco di panico. Qui si radica l’inizio della soluzione: bisogna imparare a controllare i pensieri negativi prematuri.

Pensieri contrapposti

A seguire vi proponiamo una lista di pensieri comuni tra le persone che soffrono di attacchi di panico. Dall’altro lato vi mostriamo esempi di idee più consigliabili e utili per affrontarli:

– “Nessuno deve sapere che cosa mi sta succedendo” / “Non mi vergogno”

– “Il panico è il mio eterno nemico” / “Posso controllare i miei stati di panico”

– “Voglio evitare tutti i sintomi” / “Affronterò questi sintomi”

– “Devo stare sempre all’erta” / “Non rimarrò sempre all’erta per questo”

– “Questa è una prova” / “Quello che mi succede è un esercizio che mi aiuterà in futuro”

– “Non posso vivere tranquillo se non ho certezze che non esistono rischi” / “L’incertezza è tollerabile”

– “Questo deve funzionare ora” / “Se non funziona adesso, continuerò a provare fino a che non ce la farò”

Sebbene controllare il panico sia difficile, dovete capire che controllare i pensieri, le prospettive e i punti di vista è il primo passo per riuscirci. È importante conoscere al meglio ogni dettaglio di questa situazione, leggere, informarsi, riflettere e, di certo, richiedere l’assistenza di un esperto nel caso in cui sia necessario. Già lo sapete: far uscire il panico dalla vostra vita inizia da voi.