Come arredare lo studio di psicologia

Il paziente ha bisogno di uno spazio tranquillo per potersi rilassare e ottenere il massimo vantaggio dalla terapia psicologica.
Come arredare lo studio di psicologia

Ultimo aggiornamento: 15 luglio, 2022

Sapete come arredare lo studio di psicologia per dare un’immagine professionale e affidabile? Durante una seduta di psicoterapia i pazienti trattano tematiche molto personali e poter contare su un ambiente tranquillo e armonioso risulta indispensabile.

Uno spazio sicuro e privo di distrazioni facilita la concentrazione ed è positivo anche per la reputazione del professionista. Oggi condividiamo alcuni consigli per scegliere i vari elementi dell’arredamento, dal colore delle pareti fino al mobilio più indicato.

Sebbene l’aspetto più importante durante la seduta di psicologia sia l’aiuto che l’esperto offre al paziente, un ambiente tranquillo, pulito e curato è cruciale per fare buona impressione e conquistare la fiducia dei pazienti.

5 consigli per arredare lo studio di psicologia

Le prime impressioni influiscono notevolmente sul modo in cui percepiamo le persone, ma anche i luoghi. Questi giudizi di valore sono una risposta naturale del cervello per proteggersi da situazioni di potenziale pericolo.

Mobili nello studio di psicologia.

Alla luce di ciò, conviene prestare la dovuta attenzione al design e all’arredamento del proprio studio in modo da offrire la migliore esperienza possibile. A tale scopo, conviene tenere conto dei seguenti consigli.

1. Scegliere colori neutri

I colori ci trasmettono emozioni e sensazioni. Con l’aiuto della psicologia del colore, possiamo sapere quali tonalità sono più adatte per favorire la concentrazione e la calma.

Un recente studio di ricerca condotto da un gruppo di psicologi del Sichuan, Cina, è giunto alla conclusione che gli spazi blu e verdi aiutano il corpo umano a guarire.

Questo dato non deve sorprendere. Sebbene il colore blu sia stato associato alla tristezza, alcuni studio hanno dimostrato che, in base alla tonalità, può trasmettere allegria alla pari del giallo.

Altre tonalità che trasmettono emozioni positive e sono perfette per tingere lo studio di psicologia sono beige, marrone e lilla.

2. Optare per mobili dagli angoli arrotondati

Grazie ad alcune ricerche condotte dai neuroscienziati Moshé Bar e Maital Neta, oggi sappiamo che gli oggetti curvilinei influiscono positivamente sullo stato d’animo degli esseri umani se paragonati agli oggetti dalle forme rette o appuntite.

Alla luce di ciò, conviene acquistare mobili dagli angoli arrotondati e morbidi, in modo da far sentire i pazienti comodi e rilassati durante la seduta.

Le tonalità neutre come beige, grigio e marroni sono le più indicate. Giocate con lo spazio e acquistate solo i mobili necessari.

Psicologa.

3. Usare fonti di luce regolabili

Diversi studi hanno dimostrato che la luce influisce sullo stato d’animo dell’uomo, motivo per cui si consiglia di munire lo studio con diverse fonti di luce in modo da poter regolare l’illuminazione in base ai gusti del paziente.

Non tutte le persone sono uguali e alcune si sentono a loro agio in spazi più bui, è quindi fondamentale tenere conto di questo aspetto.

Optare per lampadine intelligenti è un’ottima idea per personalizzare la temperatura delle luci. Se il paziente ha bisogno di concentrarsi per risolvere una prova, la luce blue è la più adatta. Se invece lo scopo è favorire il rilassamento e il dialogo, la luce calda è ideale per creare un ambiente più intimo.

4. Corretta insonorizzazione e temperatura

È poco probabile che il paziente riveli al terapeuta i suoi segreti più intimi se circondato dal rumore del traffico o dal caldo estenuante dell’estate.

L’inquinamento acustico e le temperature estreme possono rendere irascibili alcune persone, che dunque avranno difficoltà a concentrarsi e non si sentiranno al sicuro.

L’ideale, dunque, è offrire uno spazio gradevole e, per quanto possibile, realizzare lo studio di psicologia in un contesto tranquillo e sereno. Se vi trovate in città, optare per finestre o porte insonorizzate è la soluzione migliore. Oltre a ciò, è necessario un impianto di riscaldamento di qualità a seconda della stagione dell’anno. Mantenere una temperatura gradevole è indispensabile.

5. Scegliere precisi elementi decorativi per arredare lo studio di psicologia

Alcuni oggetti avvicinano i pazienti al terapeuta e, al tempo stesso, fungono da elementi decorativi. Per esempio, sfruttare una parete per esporre i titoli e le specializzazioni favorisce la fiducia da parte del paziente.

Allo stesso modo, una fotografia con il proprio animale domestico rende più umana la figura del professionista. Un’altra idea è dare un tocco naturale arredando lo studio con alcune piante.

Imparare ad arredare lo studio di psicologia è importante

Uno degli obiettivi principali durante una seduta di psicoterapia è far sentire i pazienti comodi e sicuri, così che possano sentirsi liberi di narrare le loro esperienze.

Ciò aiuta a instaurare un legame comunicativo che garantisce il successo del percorso psicoterapeutico. Vi invitiamo, pertanto, a tenere conto dei consigli esposti in questo articolo al fine di offrire uno spazio tranquillo e professionale. I vostri pazienti ve ne saranno grati.

Potrebbe interessarti ...

Psicologia e interior design 
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Psicologia e interior design 

Il rapporto tra psicologia e interior design sia sempre esistito, benché abbia iniziato a prendere forma solo a partire dal XIX secolo.

Bibliografia

Bar M, Neta M. Visual elements of subjective preference modulate amygdala activation. Neuropsychologia. 2007 Jun 11;45(10):2191-200. doi: 10.1016/j.neuropsychologia.2007.03.008. Epub 2007 Mar 12. PMID: 17462678; PMCID: PMC4024389.

Fernandez DC, Fogerson PM, Lazzerini Ospri L, Thomsen MB, Layne RM, Severin D, Zhan J, Singer JH, Kirkwood A, Zhao H, Berson DM, Hattar S. Light Affects Mood and Learning through Distinct Retina-Brain Pathways. Cell. 2018 Sep 20;175(1):71-84. e18. doi: 10.1016/j.cell.2018.08.004. Epub 2018 Aug 30. PMID: 30173913; PMCID: PMC6190605.

Schloss KB, Witzel C, Lai LY. Blue hues don’t bring the blues: questioning conventional notions of color-emotion associations. J Opt Soc Am a Opt Image Sci Vis. 2020 May 1;37(5):813-824. doi: 10.1364/JOSAA.383588. PMID: 32400715.

Wan J, Zhou Y, Li Y, Su Y, Cao Y, Zhang L, Ying L, Deng W. Research on Color Space Perceptions and Restorative Effects of Blue Space Based on Color Psychology: Examination of the Yijie District of Dujiangyan City as an Example. Int J Environ Res Public Health. 2020 Apr 30;17(9):3137. doi: 10.3390/ijerph17093137. PMID: 32365947; PMCID: PMC7246928.