Come comprendere un bambino insicuro

· 27 giugno 2016

Pablo Neruda, uno degli scrittori e poeti più acclamati e talentuosi che ci ha regalato il mondo, diceva che “Tutto è cerimonia nel giardino selvaggio dell’infanzia”. Di fronte ad una realtà così evidente, com’è possibile che ci siano così tanti genitori ed educatori che non sappiano capire un bambino insicuro?

È importante non dimenticare che un bambino insicuro, oltre alla sua eredità genetica, viene definito dalle esperienze che ha vissuto nel corso della sua infanzia e che non sono state ascoltate, comprese o lasciate libere.

Qual è la causa dell’insicurezza nei bambini?

Ci sono diverse cause che rendono un bambino insicuro e che, se non frenate in tempo, possono produrre in lui tristezza, ansia e persino patologie più gravi, come l’isolamento sociale,  la depressione o il senso di colpa.

Un episodio traumatico può essere l’origine dell’insicurezza nei bambini. L’episodio traumatico può verificarsi per diversi motivi, come la morte dell’animale domestico, una brutta esperienza a scuola o in famiglia o persino un trasloco.

capire bambino insicuro 2

Non dobbiamo mai dimenticarci che la routine è una fonte di certezza per i più piccoli. La stabilità durante i loro primi anni di vita è necessaria per permettere loro di formarsi ed educarsi in un ambiente adeguato. È necessario, dunque, che i genitori, i tutori e gli educatori siano molto comprensivi ed empatici in queste situazioni e che diano alla cosa l’importanza dovuta secondo il punto di vista del bambino, non dell’adulto.

“Una delle cose più fortunate che possono succederti nella vita è avere un’infanzia felice”.

(Agatha Christie)

Alla scoperta del bambino insicuro     

Un modo per evitare di educare e formare un bambino insicuro è la prevenzione. Quanto prima si individua il problema, più facile è studiarlo, limitarlo e bloccarlo. A questo scopo, è importante osservare una serie di sintomi:

  • Squilibri affettivi: se osservate instabilità emotiva, aggressività, timidezza e un’eccessiva richiesta di affetto e attenzioni, questo potrebbe essere un sintomo di insicurezza.
  • Igiene personale alterato: se il bambino è troppo dipendente dai suoi genitori per quanto riguarda l’igiene, potrebbe trattarsi di un sintomo di comportamento inadeguato.
  • Sviluppo motorio anormale: esso si verifica quando le capacità di movimento del bambino si sviluppano in maniera inadeguata e presentano problemi durante gli spostamenti e le camminate oppure durante i suoi tentativi di disegnare.
capire bambino insicuro 3

  • Salute e sonno alterati: un’alimentazione corretta e un sonno adeguato sono basilari per la formazione dei bambini. Se hanno problemi ad andare a letto, se hanno incubi, se non hanno appetito, se vomitano spesso o se non sono in grado di usare le posate, potrebbero essere indizi di insicurezza.
  • Comportamenti irregolari e basso rendimento: i comportamenti irregolari, come radicali cambiamenti di atteggiamento mentre il piccolo gioca o un calo del suo rendimento psicologico possono indicare un quadro di insicurezza.
  • Comportamento sociale solitario: un bambino che mostra un eccessivo ritardo nello sviluppo delle sue abilità comunicative o che è troppo teatrale può essere insicuro.

Capire il bambino insicuro

Una volta intesa la diagnosi ed individuato il bambino insicuro, arriva il momento di capirlo e di riadattare gradualmente il suo comportamento per evitare i quadri psicologici appena elencati.

La prima cosa che si consiglia di fare per comprendere i bambini di questo tipo è mantenere la calma. I bimbi ricevono un numero enorme di stimoli durante l’infanzia e possono vivere fasi di maggiore o minore insicurezza. Non bisogna dimenticare che le loro capacità psico-fisiche sono in piena formazione, dunque un ritardo in questo senso non deve essere motivo di panico, a meno che non sia prolungato nel tempo.

capire bambino insicuro 4

L’empatia sarà il nostro miglior alleato per comprendere il bambino insicuro. Di fronte ai suoi problemi di comunicazione, dobbiamo mantenere un comportamento molto comprensivo. Provate a ricordarvi com’eravate voi alla sua età, cosa vi faceva paura, cosa vi piaceva e cosa no, come vedevate il mondo, ecc.

Uno specialista di psicologia infantile è un grande supporto in un momento del genere. Quando abbiamo a che fare con un bambino insicuro, nessuno più di un esperto può farci da guida per essere più comprensivi ed empatici.

Chiaramente, è necessario un esercizio consapevole di osservazione. È importante individuare gli stimoli e le situazioni che causano insicurezza nei piccoli, sia in casa che a scuola o in altre istituzioni da loro frequentate. In questo modo, la situazione potrà essere riadattata in modo tale che il bambino trovi una routine più adatta al suo carattere.

Infine, l’affetto è importantissimo per il bambino insicuro. Sentirsi amato e benvoluto da coloro che lo circondano, che si prendono cura di lui, che lo capiscono e che gli offrono un ambiente quotidiano tranquillo è fondamentale per il miglioramento della sua condizione.

“Il modo migliore per rendere buoni i bambini è farli felici”

(Oscar Wilde)

Come potete vedere, capire un bambino insicuro non è una missione impossibile. Bisogna armarsi di molta pazienza, di affetto e di empatia e rimboccarsi le maniche affinché il problema non persista e non si aggravi.