6 consigli per risolvere i conflitti con calma

29 giugno 2015 in Curiosità 264 Condivisi

Vi ritrovate spesso nel bel mezzo di conflitti o discussioni che non vi interessano? Furante un litigio siete come bloccati e non sapete come risolverlo? È successo a tutti, infatti se c’è qualcosa di costante nella vita è proprio il cambiamento, che scatena sempre qualche tipo di conflitto.

Non preoccupatevi, oggi vi daremo qualche consiglio per imparare a gestire situazioni del genere. Vi aiuteremo ad evitare che le persone problematiche disturbino il vostro equilibrio.

Perché si scatenano i conflitti?

La prima cosa da tenere presente è che le persone che danno inizio ad una discussione solitamente non si sentono a loro agio con qualche aspetto della loro vita. Sono quelle che non si sentono ascoltate oppure comprese e cercano altri modi di farsi ascoltare. Potrebbe sembrarvi una stupidaggine, ma non dovreste sottovalutare nessuna situazione prima di conoscerne i vari aspetti.

I conflitti possono scatenarsi anche per soddisfare la necessità di dimostrare il proprio potere. Un capo con poca autostima o un partner che vede come voi riusciate a risolvere i conflitti con intelligenza ed eleganza. Queste persone vogliono dimostrare che sono loro quelle che valgono, che hanno il potere e che credono di avere una certa autorità su di voi. State calmi. Vogliono solamente che voi, o chiunque altro, prestiate loro attenzione.

I passi per risolvere un conflitto

Per risolvere un conflitto è necessario mantenere la calma. Imparate ad ascoltare, valutare e capire l’altra persona. Ora vi diamo alcuni suggerimenti per imparare a gestire un conflitto inevitabile:

1. Ascoltate con attenzione

Cercate di mantenere sempre la calma e state in silenzio. È importante che l’altra persona si senta ascoltata. Per questo sta facendo tutto quello che fa. Se l’ascoltate con calma e con attenzione, comincerà ad abbassare il tono di voce. Parlate quando le acque si sono calmate. Se vi chiede perché non parlate, rispondete che state semplicemente ascoltando quello che ha da dire.

2. Non interrompete il vostro interlocutore

Lasciate parlare liberamente e giustificare la discussione e la rabbia nei vostri confronti. Dovete concedere il beneficio del dubbio, forse ha ragione e voi rischiate di parlare prima del tempo. Il vostro interlocutore ha bisogno di essere ascoltato, vuole dimostrare il suo potere. Permetteteglielo. Ci sono persone che non trovano il modo di farsi valere e si sentono offuscati, per questo gridano.

3. Mettetevi nei panni dell’altra persona

Pensate al motivo per cui si sente così. Forse fa un lavoro stressante o forse la sua vita non sta andando come vorrebbe. Pensate cosa succederebbe se foste voi al suo posto. Capire il vostro interlocutore vi aiuterà a comprendere meglio e a risolvere la situazione. Non perdete la calma.

4. Confermate quello che dice l’interlocutore

Quando arriva il momento di parlare, fate capire all’interlocutore che avete ascoltato quanto vi ha detto: “quello che mi vuoi dire è che…”, “sì, capisco chiaramente che mi stai dicendo che…”, in questo modo capirà che l’avete ascoltato e che gli avete prestato tutta la vostra attenzione. Spesso, si tratta solo di questo, le persone hanno bisogno di essere ascoltate. Dopo aver raggiunto un accordo su quanto detto dall’interlocutore, potete esprimere la vostra opinione.

5. Ammettete di avere torto se è così

Ammettere di aver sbagliato di fronte agli altri dimostra la fiducia e la sicurezza che avete di voi stessi. Poche persone possono farlo, dovete provarci. Se è questo il caso, il conflitto si risolverà velocemente ed eleverete l’opinione che hanno gli altri di voi. Se non siete sicuri di aver sbagliato, ma avete dei dubbi, spiegatelo al vostro interlocutore: “sai, forse hai ragione, possiamo discuterne insieme?”. Se non siete del tutto sicuri, non esponente i vostri argomenti. Questo dimostrerà che siete persone affidabili.

6. Visualizzate l’altra persona nei suoi aspetti migliori

Se conoscete qualche dettaglio della vita personale del vostro interlocutore, qualcosa che gli piace fare o che ha a che fare con voi, cercate di immaginarlo mentre lo sta facendo. Ogni volta che pensate a questa persona, associatela a quello che le piace. In questo modo riuscirete a parlare a quella facciata felice, perché vi rivolgerete alla persona in questione con modi gentili e allegri. Fate in modo di non avere presente la facciata violenta e negativa del vostro interlocutore, così potrete iniziare una conversazione nei modi migliori.

Se riuscite a tenere a mente questi consigli quando vi trovate nel bel mezzo di una discussione o di un conflitto, di sicuro lo risolverete con facilità. Troverete una soluzione e potrete ottimizzare il vostro tempo in maniera più efficace.

Immagine per gentile concessione di pogonici.

Guarda anche