Se vi fate controllare dalla paura, non potete essere felici

· 16 settembre 2016

Nonostante si passi molto tempo fantasticando su come essere più felici, poche volte realizziamo i cambiamenti necessari per riuscirci. Alla base di ciò, vi è un potente fattore: la paura. Cosa accadrebbe se quello che facciamo non ci aiuta ad essere più felici o, peggio ancora, rovina quello che abbiamo adesso?

La paura di essere delusi, di cambiare, di perdere quello che abbiamo, per quanto sia poca, funziona come una barriera che non solo ci allontana dalla possibilità di essere più felici, ma crea anche una forte sensazione di frustrazione che peggiora la situazione attuale. Ironico, non vi sembra?

Superate la paura che vi blocca

Molte persone creano routine che, nonostante le facciano sentire miserabili, danno loro la sufficiente sicurezza per pensare che, anche se la loro vita non è del tutto soddisfacente, quanto meno la controllano. Spacciano, quindi, come pigrizia o comodità quello che, in realtà, è panico e si lamentano della vita come se non ne avessero alcun controllo. Tuttavia, non è così.

donna con lanterne tra i capelli

Questa falsa sensazione di sicurezza fa riaffiorare la paura di fare davvero quello che sappiamo di dover fare per stare meglio ed essere più felici. Ci frena la paura di non riuscirci o che la sensazione non sia quella sperata o la “certezza” che la felicità non sia altro che illusione.

La paura porta a non agire, conformandoci a pensare a quello che potremmo fare, a quello che potremmo ottenere e fare. Tuttavia, pensare senza fare ci fa solo sentire più miserabili.

Passaggi per superare la paura che ci impedisce di essere più felici

Per avere una vita migliore, è necessario superare la paura che ci blocca, abbandonare la frustrazione ed avere un po’ più di fiducia in noi. Abbiamo il potenziale per essere più felici, ma bisogna superare i limiti che ci autoimponiamo. Come? Vediamolo a seguire:

1 – Definite cosa vuol dire per voi la felicità

Riceviamo continuamente messaggi sul concetto di felicità e su come ottenerla. Questi messaggi, in generale, sono contraddittori e rispondono ad una moltitudine di criteri, molte volte sorti dal consumismo, dal marketing e dalla pubblicità o da modi di vedere la vita.

Tuttavia, cos’è la felicità? È un concetto che ognuno deve definire in base alla conoscenza di sé, ai propri valori. In realtà, molte volte la paura di essere felice è la paura di uscire dai modelli imposti dall’ambiente che ci circonda e dalla società.

Se vi sentite imprigionati, dovrete pensare se la felicità che state cercando è davvero quello che volete o se è solo quello che pensate di volere. Se chiarite i vostri obiettivi riguardo la felicità, vedrete che è più facile identificare i passaggi necessari per raggiungerla.

2 – Convincetevi di meritare di essere felici

Non siete giunti al mondo per soffrire. Meritate di essere felici, ma dire di meritare la felicità è una cosa, crederlo è un’altra. Forse le vostre esperienze d’infanzia o il ricordo di rapporti precedenti vi hanno fatto pensare che è difficile essere felici, che non lo meritate.

donna che sorride

La mancanza di autostima che può derivare da esperienze traumatiche o negative ci può ostacolare nel raggiungimento dei nostri sogni. Tuttavia, il passato non c’è più. Davanti a voi vi sono numerose opportunità. La paura di rivivere esperienze simili non deve paralizzarvi, bensì darvi energia. In fin dei conti, aver sofferto in passato vi aiuterà a godere ed assaporare di più ogni piccolo dettaglio.

3 – Rendete la vostra felicita una priorità

Con frequenza siamo disposti a mettere le necessità altrui davanti alle nostre, lasciando la nostra felicità in attesa. Tuttavia, per godere delle energie necessarie per prendersi cura degli altri, bisogna rendere la nostra felicità una priorità.

Per questo motivo, bisogna trovare modi di creare un maggiore equilibrio per concentrarci sui nostri obiettivi, così come stabilire limiti sani rispetto a chi vi circonda. Se qualcuno vi critica o prova a farvi stare male perché pensate a voi stessi, non preoccupatevi né sentitevi colpevoli. Solo chi ama se stesso è capace di amare anche gli altri.

4 – Preparate e pianificate il cammino

La paura di rimanere bloccati lungo il cammino è normale e naturale, soprattutto quando non si ha una rotta né conoscenze. Per essere più sicuri, preparate il cammino, pianificate ed analizzate. In questo modo, metterete da parte una porzione di dubbio e al tempo stesso rafforzerete l’obiettivo.

Pensate a quali ostacoli ci sono o possono sorgere, come potete affrontarli e come maneggiare i problemi. Non dimenticate, inoltre, che ogni cambiamento esige un sacrificio. Pensate ai vantaggi di rinunciare a certe cose o a certe abitudini e pensate a come affrontare le difficoltà nate dalla rinuncia.

donna a piedi nudi sulla strada

5 – Credete in voi

Molte volte, contemplando il cambiamento, ci paralizza l’idea di non poter fare tutto il necessario. L’idea di non avere successo, che giunge dal nostro critico Io interiore, ci fa tornare al punto di partenza.

Non fa nulla, è normale. Quando si tratta di prendere decisioni importanti, tutti abbiamo paura e dubbi. È il momento di rispondere con fiducia. Se siete decisi ad ottenere qualcosa, avete già fatto molti passi in avanti. Ricordate: dovete rinunciare a qualcosa per avanzare. Rinunciare alle vostre paure fa parte del piano.

Se credete di poter essere più felici, potete essere più felici. Dovete solo credere in voi.