Crescere professionalmente e consigli da mettere in pratica

· 17 Febbraio 2019
Per crescere professionalmente è necessario seguire alcuni passaggi, con l'obiettivo di individuare ciò che non funziona e adottare le migliori strategie per correggere gli errori.

Tutti vorremmo crescere professionalmente, ma non sempre sappiamo come riuscirci. La crescita in campo professionale non implica necessariamente la promozione a una posizione migliore, sebbene  prima o poi l’anzianità aziendale potrebbe prevederlo.

Crescere professionalmente significa migliorare la propria percezione del lavoro e trovare il modo di renderlo più efficiente ed efficace. E, perché no, più interessante. D’altronde, gli dedichiamo buona parte della nostra vita, quindi è fondamentale sentirsi a proprio agio nella propria professione.

“Il lavoro più produttivo è quello che proviene dalle mani di un uomo felice”.

-Victor Pauchet-

Esistono diversi consigli per crescere professionalmente. Noi ne abbiamo scelto cinque. Sono passaggi concreti da prendere in considerazione se riteniamo che sia giunto il momento di avanzare.

Consigli per crescere professionalmente

1. Auto-valutarsi

L’autovalutazione è l’elemento fondamentale per fare il punto della situazione nella propria carriera. Dedicategli almeno un giorno all’anno. Non esistono regole o schemi fissi per farlo, l’importante è esaminare i pro e i contro del proprio rendimento professionale.

Per iniziare, valutate il vostro livello di motivazione professionale e i fattori che lo influenzano. Inoltre, cercate di scoprire quali sono i vostri punti deboli e quali, invece, i punti di forza. In particolare, cercate di identificare le vostre maggiori difficoltà e le possibili soluzioni.

 

Donna al computer

2. Migliorare la propria formazione

La routine e la mancanza di tempo spesso limitano la voglia di espandere, aggiornare o approfondire la propria formazione. Questo, ovviamente, è un grave errore, soprattutto di questi tempi. Non avete idea di quanto velocemente diventino obsolete molte conoscenze.

Inoltre, formarsi espande gli orizzonti, genera nuove opportunità e in fin dei conti semplifica il lavoro. Per crescere professionalmente, è fondamentale, almeno una volta all’anno, seguire un corso di aggiornamento o un programma di formazione.

3. Reingegnerizzazione dei processi

Il termine “reingegnerizzazione” è alquanto specialistico. Tuttavia, entro certi limiti, possiamo svolgere un esercizio di questo tipo anche con il nostro lavoro. Consiste nell’individuare i processi che attuiamo per svolgere un compito e valutare se possono essere semplificati o resi in qualche modo più efficienti.

A tale scopo, bisogna svolgere delle ricerche. Quali  sono i “trucchi” o i metodi usati dai colleghi con un ruolo simile al vostro per risparmiare tempo o migliorare il lavoro? Esistono innovazioni tecnologiche che possono essere utilizzate per semplificare le proprie mansioni? È proprio da questo tipo di ricerche e riflessioni che possono nascere dei cambiamenti nel modo di lavorare.

4. Arricchire l’ambiente di lavoro

È importante sentirsi a proprio agio nell’ambiente di lavoro. Ne fanno parte sia gli elementi fisici che vi circondano che tutte le persone con cui vi relazionate. Riguardo al primo punto, è utile verificare se esistono oggetti o elementi che vi infastidiscono o che influenzano negativamente la vostra attività. Vi sentite a vostro agio? Eliminare o aggiungere qualcosa aiuterebbe il vostro rendimento?

Per quanto riguarda i rapporti con i colleghi, è importante fare il possibile per arricchirli. Ciò non significa, però, dover trasformare i colleghi nei propri migliori amici. Riguarda, piuttosto, il rafforzamento dei legami di solidarietà e cameratismo. Indubbiamente, ciò ha un effetto positivo sulla motivazione.

5. Aumentare i contatti professionali

Sappiamo bene che attualmente esistono molte posizioni lavorative “usa e getta”. I contratti di lavoro a tempo indeterminato sono spesso l’eccezione e la cultura del lavoro temporaneo si è fatta strada ormai da tempo. Non bisognerebbe mai perdere la consapevolezza che la propria attività potrebbe anche terminare. Risulta pertanto estremamente utile mantenere e rafforzare i contatti professionali.

Il modo più rapido per trovare un nuovo lavoro è sfruttare i contatti personali e professionali. Non dimenticatelo, non perdete i contatti con i vecchi compagni di università o ex colleghi di lavoro. Incontratevi, condividete, divertitevi insieme. Infine, tenetevi sempre aggiornati sulle dinamiche del lavoro nella vostra zona. Può sempre tornare utile.

 

Gruppo di lavoro sereno

Crescere professionalmente è anche un modo per crescere umanamente. Il lavoro, per quanto umile o difficile sia, è anche un mezzo per nutrire la propria autostima e la dignità. È importante apprezzarlo e valorizzarlo, cercando anche soluzioni per migliorarlo e trasformarlo in un’esperienza di evoluzione personale.

  • Añorga Morales, J. (1999). La educación avanzada: Paradigma educativo alternativo para el mejoramiento profesional y humano de los recursos laborales y de la comunidad. La Habana.