Destra o sinistra: perché ci confondiamo?

Sono molte le persone che confondono la destra con la sinistra. Si stima che quasi il 20% della popolazione abbia difficoltà a individuarle automaticamente. Ciò dipende dall'attività di una precisa area cerebrale: il giro angolare.
Destra o sinistra: perché ci confondiamo?

Ultimo aggiornamento: 11 marzo, 2021

Per quanto possa sembrare curioso, molte persone confondono la destra con la sinistra. A volte, è sufficiente che qualcuno ci dia un’istruzione durante una lezione di yoga o mentre guidiamo per cadere in confusione. Prima di etichettarci come persone goffe, dobbiamo sapere che questa differenziazione è il risultato di un complesso processo neurologico.

Vi sarà capitato di avere un amico che in più di un occasione vi ha detto: “Dammi quell’oggetto alla tua destra…No! l’altra destra!”. Probabilmente, questo modo di esprimersi vi avrà fatto ridete. Tuttavia, nasconde degli aspetti di grande importanza da non prendere alla leggera. Ad esempio, se stiamo guidando, confondere la destra con la sinistra potrebbe causare un incidente.

Questo tipo di errori sono capitati anche durante delle operazioni chirurgiche dove in più di un’occasione l’equipe che operava è intervenuta su un piede sano o ha rimosso il rene sbagliato. Quest’ultimo caso, ad esempio, è avvenuto nel 2000, come ci dice uno studio pubblicato sul British Medical Journal. L’urologo John G. Roberts ha rimosso l’unico rene funzionante causando la morte del paziente.

Questi sono senza dubbio degli errori gravissimi causati probabilmente da livelli di stress molto elevati. Per evitarli, i neurologi raccomandano di utilizzare delle strategie mentali. Ad esempio, fermarsi per qualche secondo per chiarire quale sia la destra o la sinistra potrebbe evitare degli errori dalle conseguenze tragiche.

Uno dei motivi per i quali confondiamo la destra e la sinistra è la distrazione. Questa differenziazione richiede di focalizzare la nostra attenzione per alcuni secondi; cosa che non sempre facciamo.

Dita posizionate a forma di L per individuare qual è la destra e la sinistra.

Perché confondiamo la destra con la sinistra?

Alcuni sostengono che confondiamo la destra e la sinistra perché abbiamo un quoziente intellettivo alto. Va notato, tuttavia, che non ci sono degli studi definitivi sull’argomento. È noto che circa il 20% della popolazione ha questo problema con una certa frequenza e che il 99% almeno in un’occasione ha fatto confusione. Vediamo cosa dice la scienza.

Differenziare la destra dalla sinistra non è facile

In molti si faranno una risata, ma distinguere la destra dalla sinistra richiede uno sforzo da parte del nostro cervello. Di fatto, è più facile sapere se qualcosa è in alto o in basso. Individuare se qualcosa sta da una parte o dall’altra rispetto alla nostra posizione implica un processo neurobiologico molto complesso.

  • Per effettuare questa distinzione, dobbiamo far interagire dei processi che coinvolgono informazioni sensoriali e percettive, la nostra memoria ed anche il linguaggio.
  • Tutto ciò ha a che fare con la lateralizzazione del nostro cervello, il modo in cui organizziamo le informazioni e come elaboriamo le informazioni provenienti dall’ambiente che ci circonda.

Pertanto, identificare in un millisecondo dove si trova la destra o la sinistra non è né facile né automatico.

L’attività del giro angolare del lobo parietale potrebbe spiegarci perché confondiamo la destra e la sinistra

Ci sono persone tra noi che confondono costantemente la destra e la sinistra. Ciò rende loro difficile orientarsi o, ad esempio, avere una buona coordinazione per fare yoga o danza.

Uno studio condotto dai medici Michael Hirnstein, Uri Bayer e Anne Ellison e pubblicato sulla rivista Neurology, indica che l’area del cervello che regola la coordinazione e la differenziazione tra destra e sinistra è il giro angolare che si trova nel lobo parietale. In alcune persone quest’area si attiva meno. Da qui, nascerebbero i problemi nell’identificazione dei due orientamenti.

Inoltre, ci sono dei casi più gravi in cui quest’area presenta delle disfunzioni maggiori dando origine alla cosiddetta sindrome di Gerstmann (Gold et al. 1995). In queste condizioni compaiono anche i seguenti sintomi:

  • Agrafia (difficoltà nella scrittura).
  • Acalculia (difficoltà ad eseguire i calcoli).
  • Confusione nell’individuare la destra e la sinistra.
Donna di fronte ad un bivio.

Cosa possiamo fare?

Adesso che sappiamo che molti di noi confondono la destra con la sinistra, cosa possiamo fare a riguardo? I neurologi e gli psicologi ci invitano ad accettare che ognuno di noi può commettere questo tipo di errore.

Fattori come lo stress o essere in un ambiente molto rumoroso possono farci commettere un errore in un determinato momento (e se siamo al volante, potrebbe avere delle gravi conseguenze).

  • Per evitare questo tipo di errori, dobbiamo rimanere concentrati e sviluppare l’attenzione.
  • Esiste una tecnica molto semplice per distinguere la destra e la sinistra che possiamo utilizzare in qualsiasi situazione. Bisogna posizionare i pollici ad angolo retto rispetto al dito indice con la mano dal lato del dorso. La mano che rappresenta la lettera “L” nell’orientamento corretto è la mano sinistra.

Inoltre, esistono dei giochi e degli esercizi che possiamo scaricare nei nostri telefoni e che ci aiutano a migliorare l’orientamento e la lateralità. Sono dei giochi che non aiutano solo i più piccoli, ma possono essere molto utili anche per gli adulti che possono beneficiare di questi esercizi mentali.

Potrebbe interessarti ...
Smarrire le cose con frequenza: perché?
La Mente è MeravigliosaLeggi in La Mente è Meravigliosa
Smarrire le cose con frequenza: perché?

Alcune persone sembrano vere esperte nello smarrire le cose. A volte semplicemente non sanno dove hanno lasciato le chiavi o gli occhiali.



    • Gold M, Adair JC, Jacobs DH, Heilman KM. (1995). Right-left confusion in Gerstmann’s syndrome: a model of body centered spatial orientation. Cortex, 31, 267-283.
    • Gormley GJ, Brennan C, Dempster M. (2019). ‘What … you can’t tell left from right?’ Medical students’ experiences in making laterality decisions. Med Educ, in press.
    • Hirnstein M, Bayer U, Ellison A, Hausmann M. (2011). TMS over the left angular gyrus impairs the ability to discriminate left from right. Neuropsychologia, 49, 29-33.
    • Hjelmervik H, Westerhausen R, Hirnstein M, Specht K, Hausmann M. (2015). The neural correlates of sex differences in left-right confusion. Neuroimage, 113, 196-206.