Disturbo bipolare nei bambini

29 Aprile 2019
Ci sono patologie comuni a grandi e piccini. Ne è un esempio il disturbo bipolare. In questo articolo vi aiuteremo a conoscerlo più a fondo.

Avete notato che il vostro bambino mostra stati d’animo troppo intensi? Presenta cambiamenti estremi nei modi di fare? A volte ha periodi di profonda tristezza ma, all’improvviso, appare entusiasta e con una gioia esagerata? Se questi comportamenti si verificano in modo permanente o fanno parte della routine quotidiana, potrebbe trattarsi di disturbo bipolare nei bambini.

Tuttavia, non tutti gli sbalzi di umore improvvisi e intensi indicano questo disturbo. Ciò potrà essere confermato solo da uno specialista in salute mentale, dopo che avrà realizzato un’adeguata valutazione.

Sebbene il disturbo bipolare nei bambini possa verificarsi a qualsiasi età, di solito si registra una maggior incidenza in quelli più grandi e tra gli adolescenti. In questo articolo vi diciamo tutto quello che c’è da sapere su questa sindrome di interesse psichiatrico.

Cos’è il disturbo bipolare nei bambini?

Il disturbo bipolare influenza l’umore e l’energia dei bambini, causando improvvisi cambiamenti nei loro stati emotivi.

Bambino mentre urla

A volte si sentono molto felici, troppo felici e non smettono di muoversi, agitarsi e correre da un posto all’altro. È un momento di esaltazione fuori dall’ordinario, chiamato mania. Altre volte si sentono tristi, privi di energia e mostrano scarso interesse persino verso giochi e passatempi che sono tra i loro preferiti. Tale quadro viene identificato come depressivo.

“I bambini con disturbo bipolare sperimentano insoliti cambiamenti dell’umore.”

A differenza del disturbo bipolare che si presenta negli adulti, nei bambini entrambi i sintomi maniacali e depressivi possono affiorare durante lo stesso giorno o apparire contemporaneamente. Il disturbo bipolare nei bambini può essere più serio rispetto all’adolescenza o all’età adulta.

È importante essere chiari sul fatto che il disturbo bipolare non deve essere confuso con i normali alti e bassi tipici del comportamento umano e dell’umore che ogni bambino può provare. Uno dei sintomi più evidenti, per esempio, è l’incapacità di concentrarsi, fare i compiti o socializzare con i proprio compagni, parenti e conoscenti o amici di famiglia. Ma andiamo con ordine.

Mania

La caratteristica essenziale di un episodio maniacale è un periodo definito da uno stato mentale anormale e costantemente elevato, espansivo o irritabile. È anche caratterizzato da un aumento anormale o persistente di attività o energia.

Lo stato mentale in un episodio maniacale è spesso descritto come euforico, eccessivamente allegro, grandioso, tipico di chi si “sente al di sopra del mondo”. Quando si è piccoli, mostrare gioia, fare i monelli o essere irrequieti sono tutti atteggiamenti normali all’interno di circostanze speciali che ne giustificano la presenza.

Tuttavia, se questi sintomi sono ricorrenti, inappropriati e vanno oltre quanto previsto dal livello di sviluppo del bambino, allora dovrete prestare attenzione.

Alti livelli di attività e grandiosità

Durante l’episodio maniacale, il bambino si cimenta in molti giochi nuovi e sovrapposti. A volte, anche in orari inopportuni. Presenta un’alta autostima che va dalla mancanza totale di autocritica a una spiccata grandiosità che può raggiungere dimensioni deliranti.

I bambini di solito sovrastimano le proprie capacità e sono convinti, ad esempio, di essere i migliori in uno sport o i più brillanti della classe.

La convinzione del bambino sulla sua grandiosità persiste nonostante le evidenti prove del contrario. Potrebbe anche essere spinto a tentare un’impresa chiaramente pericolosa per dimostrarlo. Sarà dunque necessario l’intervento del genitore e di uno specialista.

Minor bisogno di dormire

Una delle caratteristiche più frequenti della mania è un minore bisogno di dormire. Ma attenzione: non stiamo parlando di semplice insonnia. Quando esiste un quadro di insonnia, la persona cerca di dormire o sente il bisogno di dormire, ma non può.

In quest’altro caso, al contrario, l’episodio maniacale porta la persona a dormire poco o a svegliarsi diverse ore prima con una falsa sensazione di riposo ed energia.

Spesso un minore bisogno di sonno è il primo segnale di mania, all’interno del disturbo bipolare nei bambini.

Depressione

La depressione si riferisce a una serie di sintomi correlati che compaiono e scompaiono insieme. Questo gruppo di solito consta di tristezza, irritabilità, perdita di interesse, stanchezza, senso di inferiorità e di colpa, ritardo psicomotorio, insonnia, pensieri suicidi, mancanza di appetito, dimagrimento e difficoltà di concentrazione.

È importante ricordare che i bambini spesso si sentono tristi, svogliati, irritabili, stanchi o colpevoli. È necessario differenziare l’aspetto comune di questi comportamenti normali dalla presenza di una sindrome depressiva.

“I bambini spesso si sentono tristi, svogliati, irritabili, stanchi o colpevoli.”

Ragazzino con disturbo bipolare nei bambini

Occorre differenziare un normale stato di mancanza di motivazione e di noia prima di eseguire determinate attività dal sintomo depressivo di disinteresse persistente e diffuso verso tutte le attività che vengono proposte al piccolo. Sia nell’ambito familiare che in quello scolastico.

È anche necessario distinguere i capricci perché non si vuole mangiare un determinato piatto dal rifiuto costante degli alimenti anche quelli che, di solito, sono graditi. Non sarà facile decifrare nemmeno il quadro depressivo all’interno delle normali dinamiche di stanchezza relative ad attività sportive o extrascolastiche. Ecco perché, oltre all’osservazione costante, è bene sentire il parere di uno psichiatra.

I sintomi del disturbo bipolare nei bambini

  • Episodi maniacali: possono sentirsi eccessivamente felici, mostrare ira o rabbia, parlare in fretta di molti argomenti diversi, avere difficoltà a dormire ma sentirsi riposati, problemi di concentrazione, comportamenti pericolosi, ecc.
  • Episodio depressivo: possono sentirsi tristi, presentare disturbi somatici come mal di testa o di stomaco, dormire troppo poco o troppo, sentirsi inferiori agli altri o colpevoli… Potrebbero anche avere pochissima energia e mancanza di interesse verso giochi divertenti, fino addirittura alla comparsa di pensieri di morte e suicidio.

Quali sono le cause del disturbo bipolare nei bambini?

Come succede in molti altri disturbi e malattie, non esiste una sola causa per spiegare l’origine del disturbo bipolare nei bambini. Esistono, infatti, diversi fattori che possono innescarlo.

  • La genetica gioca un ruolo importante nello sviluppo del disturbo bipolare nei bambini, dal momento che è ereditario, quindi i bambini con un background familiare di questo tipo avranno maggiori probabilità di svilupparlo.
  • È stata anche ipotizzata un’anomalia nella struttura o nella funzione del cervello. Un dato su cui riflettere è che il disturbo bipolare è più comune nei paesi ricchi.
Sapete che è il disturbo bipolare nei bambini

Se i vostri bambini soffrono di disturbo bipolare, dovete sapere che il trattamento è simile a quello degli adulti. Le terapie potranno aiutare a controllare i sintomi (sia della sfera maniaca che depressiva) e funzionano meglio quando sono continue. I farmaci sono spesso utili per garantire una certa stabilità dell’umore.

Con un trattamento adeguato, nel tempo, i bambini con disturbo bipolare riusciranno a migliorare. Tenete presente, però, che di solito è necessario provare più trattamenti farmacologici prima di trovare quello adeguato e più efficace a seconda del caso.

  • Comeche Moreno, Mª Isabel. Manual de terapia de conducta en la infancia.Dykynson-Psicología. Madrid, 2012.
  • American Psychiatry Association (2014). Manual diagnóstico y estadístico de los trastornos mentales (DSM-5), 5ª Ed. Madrid: Editorial Médica Panamericana.