Essere genitori ai tempi del COVID-19

24 aprile, 2020
Siamo costretti a restare in casa, limitando la nostra vita sociale, accademica e lavorativa. In queste circostanze, non dobbiamo soltanto riorganizzare le nostre vite, ma anche quelle dei nostri figli. La domanda è come affrontare al meglio questa sfida.

La crisi del Coronavirus ci ha obbligato ad affrontare circostanze straordinarie. La maggior parte della popolazione lavora da casa, tutte le attività commerciali non ritenute essenziali sono chiuse, i più piccoli (e non solo loro) non possono andare a scuola. Se di per sé la situazione è difficile da gestire, essere genitori ai tempi del COVID-19 diventa una vera sfida.

Molti genitori hanno dovuto conciliare il telelavoro con la cura dei bambini in casa, hanno dovuto affrontare i problemi quotidiani e le emozioni di difficile gestione, oltre a organizzare le attività dei più piccoli.

A tutti loro si consiglia di mantenere, per quanto possibile, i propri ritmi di vita abituali, ma i genitori ai tempi del COVID-19 devono affrontare specifici aspetti. Vediamo insieme quali.

Fratello e sorella che si divertono sul divano

Consigli per i genitori ai tempi del Covid-19

Molti esperti si sono espressi al riguardo: attività ludiche da realizzare in casa, informare i bambini sulla situazione nel modo corretto, adattarsi a nuovi ritmi educativi…

Per aiutarvi ad affrontare al meglio questo periodo, abbiamo stilato una lista degli aspetti più rilevanti per svolgere al meglio il ruolo di genitori ai tempi del COVID-19.

Come primo consiglio generale e valido per tutti è fondamentale rispettare gli spazi e le emozioni dei più piccoli. Anche loro proveranno frustrazione e forse per loro sarà ancora più difficile capire il perché di questa situazione. Mettetevi nei loro panni e mostratevi comprensivi e di supporto.

Mantenere la routine

Una strategia per superare questa crisi è stabilire e seguire un orario. Per i bambini, è importante avere degli orari fissi in cui andare a dormire e per svolgere le loro attività.

La routine non deve essere troppo rigida, basta fissare un’ora in cui svegliarsi, mangiare e andare a letto. Grazie a ciò, il futuro sembrerà loro più prevedibile, riducendo l’incertezza e lo stress.

L’ideale sarebbe seguire, per quanto possibile, i ritmi della scuola. Le ore scolastiche possono essere utilizzate per lo svolgimento dei compiti assegnati dai docenti, sempre alternando lo studio con i momenti di pausa.

È altrettanto importante stabilire delle norme per non disturbare i genitori mentre lavorano, se non per casi necessari. Ognuno potrà così dedicarsi alla sua attività in maniera concentrata.

Essere creativi

In una situazione di questo tipo è importante aggiungere anche delle attività nuove. Potrebbe essere l’occasione per tirare fuori il gioco da tavola che vi hanno regalato di recente o finire il puzzle che avevate iniziato.

L’ideale è includere anche un po’ di attività fisica durante le ore di svago. Sarà un modo ottimale per rilasciare tensioni, trovare nuovi stimoli e consumare le energie.

Un buon metodo per restare attivi è chiedere ai bambini di inventare nuovi giochi e di tirar fuori nuove idee. Ma anche fare i loro giochi di sempre, ma cambiando qualche regola.

Imparare a gestire l’ansia

Lo stato d’animo dei genitori ai tempi del COVID-19 incide, naturalmente, anche sui bambini. È dunque fondamentale che i genitori imparino a gestire ansia e preoccupazioni. Bisogna evitare i pensieri catastrofici e concentrarsi sulla ricerca di soluzioni alternative.

Di fronte alla tensione giornaliera e alle normali paure, è importante non perdere la giusta prospettiva, dunque bisognerà coinvolgere i bambini solo quando necessario. Nei momenti di maggior sconforto, è meglio ritirarsi in una stanza appartata e staccare un attimo la spina.

In questo periodo di quarantena è anche importante limitare l’accesso a informazioni e notizie a un’ora stabilita al giorno. Così si eviteranno inutili momenti di tensione e preoccupazione.

Fare progetti

Anche se siamo confinati in casa, dobbiamo continuare a fare progetti. Si può stabilire un giorno alla settimana per svolgere qualche attività speciale. Coinvolgete i bambini nella programmazione delle attività, si divertiranno un sacco!

Per esempio, potete decidere di fare una nuova ricetta ogni fine settimana oppure simulare un parco giochi. L’importante è interrompere la routine di tanto in tanto, affinché tutti respirino una boccata d’aria fresca.

Mamma e figlia che cucinano insieme

Genitori ai tempi del Covid- 19: adottare il giusto atteggiamento

Essere genitori ai tempi del COVID-19 non è compito facile. La cosa più importante, però, è affrontare il tutto sempre con un atteggiamento positivo. Trovare prospettive diverse da cui interpretare la situazione può essere una chiave di successo affinché tutti i membri della famiglia la superino al meglio. Per esempio, anziché dire “che rabbia non poter andare al parco”, provate a dire “sono contento di poter passare più tempo a casa con voi”.

È un’opportunità per goderci il tempo che di solito non abbiamo a disposizione. Sfruttatelo per conoscere meglio i vostri figli, per fare cose nuove con loro e per insegnare ai più piccoli a gestire emozioni come la frustrazione e la noia. Siamo certi che ne uscirete più uniti.