La lettura per i bambini, utile a gestire le emozioni

28 febbraio, 2020
La lettura può essere uno strumento molto utile per gestire le emozioni. Parleremo di quali libri possono essere utili a questo scopo e degli ingredienti che li contraddistinguono.

Leggere è un’attività di vitale importanza per il completo sviluppo dell’essere umano. Nel caso della lettura per i bambini, possiamo sfruttarla in quanto strumento di gestione emotiva; come risorsa attraverso cui possono imparare a gestire la propria intelligenza emotiva.

La lettura va ben oltre la capacità di decifrare parole. Oltre a interpretarne il contenuto, leggere stimola la formazione di reti neuronali, che diventano sempre più complesse man mano che il bambino impara.

Vale a dire che mentre il bambino legge, stimola un’attività più ricca di variabili e dettagli, mentre interpreta messaggi che si fissano nella sua memoria emotiva. Ecco perché stimolare a leggere un buon libro è di vitale importanza per far acquisire ai più piccoli una scala dei valori positiva.

Bimba che legge

La lettura per i bambini come fonte di gestione emotiva

I genitori, come un tutore o i docenti, sono figure indispensabili per l’apprendimento del bambino. Lo sono per l’acquisizione di conoscenze formali o teoriche, ma anche per le conoscenze più pratiche, come la gestione delle emozioni.

Secondo gli esperti, se i genitori fanno i compiti che i più piccoli potrebbero già svolgere, questi ultimi probabilmente svilupperanno un certo senso di inferiorità, di inutilità e di incapacità verso certi compiti che dovrebbero essere semplici e di routine.

Questo dettaglio del rinforzo del senso di inferiorità può far persistere nel bambino una certa sensazione di angoscia. Di conseguenza, è importante prendersi un attimo e far capire ai bambini che anche loro sono molto capaci.

Ma come possiamo far capire ai bambini che anche loro sono importanti e che valgono? Con un’eccellente gestione delle emozioni. Senza dubbio, la lettura è uno strumento vitale in questo senso.

Quali libri leggere?

Sebbene qualunque lettura per bambini possa contribuire a una corretta gestione emotiva, optare per alcune opere vuol dire favorire un adeguato sviluppo dell’intelligenza emotiva dei più piccoli.

I racconti e le opere incentrate sulla filosofia per bambini e ragazzi, sulla psicologia per i più piccoli, ecc. sono le letture più interessanti. I piccoli lettori possono rafforzare le loro abilità personali e imparano a canalizzare i loro sentimenti, soprattutto, in tappe difficili e di passaggio, come tra i 6 e gli 8 anni o nella fase dell’adolescenza.

In realtà, facendo mente locale e guardando indietro nel passato, qualsiasi racconto classico nasconde in sé un insegnamento, conosciuto da sempre come morale. Ciascuna di queste pillole di conoscenza appartengono, in un certo senso, al mondo della filosofia.

Tuttavia, oggigiorno troviamo molti libri di filosofia indirizzati ai bambini. Testi scritti da filosofi specializzati nel mondo dell’infanzia, e revisionati da psicopedagoghi e da esperti, esplorano il mondo in modo critico per favorire la gestione e l’intelligenza emotiva.

La lettura per i bambini

Quali sono i contenuti dei libri per bambini che aiutano a gestire le emozioni?

Queste letture raccontano di solito storie piacevoli nelle quali i personaggi principali vivono esperienze che li obbligano a fare uso dell’interpretazione delle loro emozioni. Alla base di questa esperienza, i protagonisti ricevono interessanti consigli pratici per gestire i propri sentimenti.

Gli insegnamenti che acquisiscono i personaggi protagonisti dei racconti e dei libri specializzati nella gestione emotiva passano dalle pagine dell’opera alla mente dei più piccoli, che ricevono, in tal senso, una valida lezione.

“Una persona con una nuova idea non è credibile fino a quando l’idea non avrà successo.”

-Mark Twain

Proprio queste letture sono adatte anche agli adolescenti, visto che in questa fase i giovani possono sentirsi spaesati mentre si lasciano alle spalle la propria identità di bambini, nel passaggio dall’infanzia all’età adulta. Si tratta di una fase vitale in cui i ragazzi devono imparare a capire e a intensificare le emozioni e la propria intelligenza emotiva.

In questo modo, i giovani rafforzano i loro valori. Così, arrivata l’adolescenza, disporranno già di una buona esperienza emotiva, insieme a utili strumenti per prolungare autonomamente questa esperienza, e tutto grazie all’abitudine di leggere opere di particolare interesse per loro e pensate per loro.

Tenete a mente il potere della lettura come fonte per gestire le emozioni nei bambini e sfruttate tutto il potenziale dei libri e dei bambini per formare persone soddisfatte, felici e responsabili.

Lantieri, L., Goleman D., (2009) Inteligencia emocional infantil y juvenil. Nueva York: Aguilar.