Fare dei problemi un dramma non fa che peggiorarli

· 5 gennaio 2016

Quante volte abbiamo detto “stai facendo un dramma di questo problema”, “non esagerare” oppure “cambia il tuo modo di pensare e vedrai che si risolve”.

Non sappiamo esattamente se quelle frasi sono state d’aiuto oppure no, ma a volte alcune azioni fanno disperare e non sappiamo come far vedere agli altri che un atteggiamento così negativo non fa che peggiorare il problema, invece di risolverlo.

La cosa migliore che possiamo fare, quando non si tratta di un problema nostro, è ascoltare, perché così avremo tutte le informazioni necessarie per capire il vero motivo che far stare così male l’altro, il che ci dà la possibilità di essere empatici basandoci su ciò che sappiamo.

È un buon atteggiamento nei confronti degli altri, ma… che succede quando siamo noi a vivere una situazione spiacevole?

Quando ci si presenta una situazione difficile e dobbiamo affrontarla, il modo in cui la affrontiamo fin dall’inizio o il primo scontro deciderà come verrà “processata” in seguito.

Ovviamente, dipenderà dal sostegno sul quale possiamo contare e da alcune strategie psicologiche che ognuno di noi può mettere in moto per cercare di soffrire di meno e per riprendersi il prima possibile.

Donna triste appoggiata sulle braccia

Problemi vitali e come affrontarli

A volte la vita colpisce troppo forte. Se si tratta di un colpo inaspettato, forse tutte le nostre risorse personali e spirituali non sono pronte e non riusciremo ad affrontare il dolore nel modo giusto.

In questi casi sorge lo stress, perché le emozioni non vengono affrontate in modo corretto fin dall’inizio. Quando le emozioni sono troppo forti, la situazione di malessere può prolungarsi.

Se non sappiamo incassare un colpo inferto dalla vita nel modo giusto, pensiamo di averne perso il controllo e lo analizziamo in modo molto negativo, come se le conseguenze fossero irreversibili e il dolore non possa essere scacciato o ridotto.

Inconsciamente, abbiamo trasformato la nostra situazione in qualcosa di ancora peggiore. Non succede niente, basta andare alla ricerca delle risorse che non avevamo dopo quel primo impatto, per stringere più forte le redini e affrontare la situazione in cui ci troviamo. Basta “sdrammatizzare”.

“Ricorda sempre che sei più grande delle circostanze, più grande di qualsiasi cosa possa accaderti”.

-Anthony Robbins-

Come sdrammatizzare un problema

Cercate di:

  • Leggere delle informazioni veritiere che vi aiutino a mettere da parte il catastrofismo.
  • Circondarvi di persone che hanno vissuto una situazione simile, ma che non ne soffrono più. Parlate con loro e ricordate le informazioni che vi sono utili.
  • Trovare affetto, non fate finta di non aver bisogno di sostegno emotivo, perché una finzione non può essere mantenuta a lungo e il vostro malessere può riemergere quando meno ve lo aspettate.
  • Essere grati. Siate grati per tutto ciò che avete, perché questo sarà lo stimolo e la base sulla quale appoggiarvi per rialzarvi e continuare a camminare.
  • Ripassare la vostra storia e situazioni familiari vissute in precedenza. Individuate cosa vi è stato utile e cosa ha peggiorato la situazione, per poter voltare pagina definitivamente.
  • Il tempo è vostro alleato, ma non cercate di “mandare avanti il nastro”. Il tempo ha un suo ritmo per curare la ferita, non possiamo imporgli quello che vogliamo noi, ma dobbiamo permettergli di agire a modo suo.
  • Smettere di “riavvolgere il nastro”, di ripensare sempre al momento prima che il problema si presentasse. Non servirà a niente, non cambierà nulla. Avete a disposizione solo il presente per poter cambiare le cose.
  • Essere umili nella vita. Imparerete molto da ciò che è successo solo se non adottate un atteggiamento arrogante o vendicativo. Ricordate che superando tutte queste sfide, arriverà un momento nel quale direte “dopo averla vissuta così male, ora non mi resta che godermi la vita”.
Donna vestito rosso al sole

Dai problemi s’impara, dai drammi no

Nessuno è saggio o può prevedere il futuro per quanto riguarda il saper vivere bene, le cose iniziano a essere chiare solo quando le abbiamo già vissute. Ora è il vostro momento di trarre gli insegnamenti che vi aiuteranno la prossima volta che, inevitabilmente, inciamperete.

Ricordate che, per quanto corriate, il vostro vero io vi raggiungerà sempre. Non adottate un atteggiamento finto che finirà per smontarsi presto.

Fate in modo che quella storia del passato si adatti alla vostra personalità, ai vostri valori e alle vostre cognizioni una volta integrata nella vostra mente. In questo modo, potrete andare avanti senza che la sua cicatrice bruci e senza fingere.

Per questo motivo, vi consigliamo di non cedere al dramma e al vittimismo reiterativo quando dovete affrontare i problemi, anche se a volte volete accoglierli perché vi sembrano l’unico sollievo immediato. Vi renderà le cose più difficili in futuro, che è ciò che a tutti noi toccherà vivere.

“Smetti di parlare e di pensare. Non c’è niente che non sarai in grado di conoscere”.

-Sosan-