Fermare i pensieri negativi

A volte la mente non smette di rivolgersi a pensieri che non ci fanno bene. In quel momento, è necessario fermarsi e scappare da essi. Presentiamo alcune strategie per riuscire nell'intento.
Fermare i pensieri negativi

Ultimo aggiornamento: 01 gennaio, 2022

Ci sono momenti nella vita che vorremmo dimenticare per sempre. Talvolta, questi spiacevoli ricordi rappresentano il “seme” di un quadro di stress o depressione. Per evitare ciò, conviene fermare i pensieri negativi; ma come riuscirci?

È molto importante avere, per quanto possibile, una mente fredda per poter fuggire dai pensieri negativi. Sebbene sia difficile, bisogna provare a fermare la mente e analizzare il problema dall’esterno. Le strategie che presentiamo a seguire possono aiutare nell’intento.

Strategie per fermare i pensieri negativi

Mettersi comodi

Quando stiamo male, i muscoli e le articolazioni si irrigidiscono. È dunque importante riconoscere questo sintomo e cercare di rilassare mente e corpo.

Adottare una posizione comoda, seduti o sdraiati per esempio, in cui il corpo si sente rilassato può rappresentare la tecnica perfetto. Oltre a ciò il sorriso, pur quando non si ha voglia di sorridere, migliorerà l’umore.

Sorriso sulla bocca.

Condividere i problemi

La nostra mente a volte è così “cattiva” che quando ci accade qualcosa di negativo, tende a peggiorare i problemi. Per questo motivo, quando siamo disperati, è una buona idea parlare con una persona fidata, come un caro amico o un familiare che ascolti e capisca.

L’empatia e il supporto offerti saranno un ottimo rimedio per combattere la negatività. Aiuteranno anche a capire che i nostri problemi “non erano poi così gravi”.

” Di’ quello che provi, altrimenti quei silenzi faranno rumore per tutta la vita ”

-Anonimo-

Uscire per fermare i pensieri negativi

Molte persone rimuginano per capire dove hanno sbagliato. Ma a quale scopo? Già Aristotele affermava: “Se c’è una soluzione perché ti preoccupi? Se non c’è una soluzione perché ti preoccupi?”.

Se non è possibile risolvere un problema o trovare una soluzione, non sarebbe male uscire e prendere una boccata d’aria fresca. È altrettanto valido andare al cinema con un amico per andare o prendere un caffè insieme.

Ciò aiuta a staccare la spina e fuggire da una negatività dannosa. In un secondo momenti, quando si penserà di nuovo al problema, la mente sarà molto più rilassata e sarà più facile trovare una soluzione.

Cosa ci ha fatto stare bene?

Un buon modo per fermare i pensieri negativi è pensare a quelli positivi. Quando stiamo molto male, diamo uno sguardo al passato e ricordiamo tutti i momenti e le azioni che hanno segnato positivamente la nostra vita.

Donna tra impegni e famiglia.

La laurea, il primo stipendio, l’indimenticabile giorno del matrimonio… Tutto va bene per stare meglio. Sicuramente dopo si vedrà la realtà attraverso un prisma molto più positivo.

Scappare dai pensieri negativi è possibile con grandi dosi di pensieri positivi

Sfruttare la creatività per fermare i pensieri negativi

È inutile ignorare il problema, poiché in questo modo la negatività aumenterà. Conviene, piuttosto, dedicare la propria attenzione ad altro come leggere, scrivere o disegnare.

Questo aiuterà anche a sviluppare la parte creativa della mente mentre si disconnette da tutto. Svolgere una di queste attività per almeno cinque minuti farà sentire meglio.

Conclusioni

Quelli presentati sono alcuni suggerimenti per fermare i pensieri negativi. Molte volte questi non vanno via durante la notte.

Sebbene il semplice passare del tempo sia una valida medicina, scappare dai pensieri negativi non aiuta ad affrontare meglio il problema.

È necessario prestarvi attenzione per capire come pensiamo e come ci sentiamo. Ciò è costruttivo e aiuta ad andare avanti.

Potrebbe interessarti ...
Il metodo dei 4 gradini per i pensieri ossessivi
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Il metodo dei 4 gradini per i pensieri ossessivi

Il metodo dei 4 gradini di Schwartz si è dimostrata estremamente efficace nel combattere i sintomi del disturbo ossessivo compulsivo.