Film terapia: i benefici della fabbrica dei sogni

· 17 ottobre 2016

“Il cinema deve suscitare quiete” diceva Azorín, celebre romanziere spagnolo. Non sappiamo se gli psicologi Hodgson e Burque, precursori della film terapia, abbiano tenuto conto delle sue parole, ma non c’è dubbio sul fatto che i loro pensieri siano in qualche modo in sintonia.

È evidente che il cinema provochi in noi ogni tipo di emozioni. Ci può far ridere, piangere, soffrire e persino trovare la forza di cui abbiamo bisogno per risolvere i problemi. Perché non sfruttare tutto il suo potenziale e non creare una terapia?

Cos’è la film terapia?

Gli psicologi promotori della psicoterapia, con la collaborazione di innumerevoli coach, colleghi ed esperti di cinema, hanno sviluppato una terapia basata sulle serie TV e sui film da applicare al coaching e alla psicologia. Come l’hanno denominata? Film terapia, naturalmente.

donna-davanti-tv

Questo metodo di cura non si limita alla mera azione di guardare un film, ma prende invece in considerazione moltissimi altri strumenti quali citazioni, commenti, poster, analisi di varie opere visive e via dicendo.

Hodgson e Burque hanno indirizzato la film-terapia sulla scia del coaching e della psicologia positiva al fine di migliorare le competenze e le abilità di chi desidera scoprire un nuovo aspetto della fabbrica cinematografica dei sogni, del cinema.

Il cinema come strumento psicologico

Sono vari i motivi per cui la film-terapia utilizza il cinema come strumento psicologico. L’enorme potenziale terapeutico dei film è legato a:

  • L’intensità. Storie, personaggi e scene sono condensate in poco tempo.
  • La durata. La durata di un film equivale ad una lunga sessione di terapia.
  • L’apprendimento. I film hanno un significato allegorico simile a quello dei racconti e delle favole. Il loro effetto cognitivo può essere sfruttato per formulare teorie sull’apprendimento o sulla creatività, e per promuovere le intelligenze multipli.
  • L’identificazione. Capita spesso di vedersi rappresentati dai personaggi del cinema. Tale fenomeno può essere riutilizzato durante una sessione terapeutica.
  • L’attenzione. L’impatto visivo favorisce la concentrazione sulle immagini.
  • L’elemento sociale. Condividere i propri pensieri e parlare di un film ne accresce il valore e può funzionare all’interno di una terapia.

Benefici della film-terapia

I creatori della film-terapia affermano che tali tecniche offrono benefici concreti per i pazienti che si sottopongono a questa particolare terapia. Scopriamone alcuni:

  • Una buona sessione di cinema può dare nuova vita. Può servire a disconnettersi, a rilassarsi e a passare un momento di tranquillità.
  • La film-terapia utilizza scene o film interi per combattere paure e timori, affrontandoli in modo diretto per poterli estinguere.
  • Analisi dei problemi. Grazie al processo di identificazione e di empatia, molti film ci consentono di prendere atto di una serie di problemi che rispecchiano la nostra vita.

  • Il cinema svolge una funzione catartica. Attraverso un film, si possono provare passioni senza però subirne gli effetti reali.
  • Ha una funzione rilassante. Poiché la visione di un film riconduce l’attenzione verso un’attività, risulta eccellente per ridurre l’ansia.
  • È un motore motivazionale. Guardando i film, si possono conoscere personaggi che ci aiutano a tirar fuori l’energia nella nostra vita reale.

  • Grande divertimento. Il cinema è anche sinonimo di risate ed allegria. Non c’è dubbio sul fatto che abbia un enorme potere sia sulla salute mentale sia su quella fisica.
  • È una valvola di sfogo. Il cinema triste e toccante consente alle nostre emozioni di emergere dal profondo di noi stessi, facendo talvolta uscire qualche lacrima riparatrice.
  • Stimolo per cambiare i comportamenti negativi. Il cinema ci offre nuove prospettive che ci aiutano a riflettere per cambiare i nostri atteggiamenti.
  • Sviluppo creativo ampliato. Senza dubbio, il fatto di osservare una situazione da punti di vista diversi ci permette di ampliare la nostra visione mentale, diventando più creativi, flessibili e innovativi.
  • Miglioramento delle relazioni personali. Vedere e commentare un film con amici e familiari assume un valore affettivo e sociale enorme.

 “Non guarderò mai un film in cui il petto dell’eroe sia più grande di quello dell’eroina”

-Groucho Marx-

  • È un’arte riflessiva. Un film ci fa riflettere su questioni esistenziali, vitali, spirituali e persino reali.
  • Aiuta ad affrontare le perdite. Le ferite di un rifiuto amoroso o di una perdita possono essere affievoliti guardando un film.
  • Il cinema eleva, commuove, ispira e stupisce. Grazie alla Settima Arte possiamo diventare persone migliori.
  • Accresce la nostra forza. Grazie alla qualità dei personaggi dei film, il cinema ci consente di acquisire forze inaspettate.

 “L’aspetto più affascinante del cinema è la possibilità di far assumere allo spettatore una posizione morale in cui non si era mai trovato prima”

-Alex de la Iglesia-

Il cinema è molto più che una semplice arte. La film-terapia ha elevato il ruolo dei film aggiungendoli alla lista dei più utili strumenti psicologici. Non c’è dubbio sul fatto che possa renderci più felici e pieni, se si sa come.