Gelosia tra amici, perché succede?

25 settembre, 2020
A prescindere dall'età, ci sono amici gelosi, che ci rinfacciano quando facciamo qualcosa senza di loro, che chiedono attenzioni, tempo e dedizione esclusiva. Perché agiscono così? Cosa possiamo fare in queste situazioni?

La gelosia tra amici esiste, è un dato di fatto. A volte si tratta di episodi innocenti, che non sono altro che il risultato di un’emozione umana e normale. In altri casi, invece, sono un seme che germoglia: offese e fraintendimenti continui che possono provocare una tensione pungente che fa male e danneggia il rapporto.

John Dryden, poeta del XVII secolo, diceva che “la gelosia è l’ittero dell’anima”. Di certo, non solo avvelena un rapporto (a prescindere dalla sua natura), ma danneggia chi la prova. Da un punto di vista psicologico, si tratta di un meccanismo comprensibile e piuttosto diffuso. Tutti noi siamo stati gelosi almeno una volta.

Vedere i nostri amici più cari riporre fiducia in altre persone con cui condividono determinati pensieri o esperienze può farci stare male. Questo succede soprattutto durante l’infanzia, l’adolescenza e la prima giovinezza. A mano a mano che maturiamo (termine generico), smettiamo di percepire i rapporti come “possesso” e costruiamo legami più sani, in cui sono assenti gelosia, lotte e rimproveri.

Eppure, non tutti maturano. Pur vivendo ormai vite da adulti, molti di noi hanno ancora a che fare con quell’amico geloso, quella figura capace di rinfacciare determinate azioni e condotte. Anche i rapporti di co-dipendenza rientrano in questo gruppo.

Amica gelosa e arrabbiata.

Gelosia tra amici: caratteristiche, cause e come agire

Molière diceva che “il geloso ama molto, però chi non lo è ama meglio”. Ed è proprio così. I gelosi stravolgono il concetto di affetto, di stima, ammirazione, passione e amicizia. Si tratta di una dimensione che confonde e che crea prigionieri da entrambe le parti: chi la prova e chi la subisce. Dunque, la gelosia tra amici delinea una serie di realtà uniche, di cui non si parla così spesso.

Sappiamo che nuoce gravemente ai rapporti, ma è importante sapere che gelosia e invidia non sono la stessa cosa: la prima può essere descritta come quella fastidiosa sensazione che deriva dall’idea di perdere qualcosa di prezioso per mano di terzia; la seconda consiste in un’esperienza angosciosa che deriva dal desiderio di qualcosa che non si possiede.

Nei seguenti paragrafi analizziamo più da vicino questo prisma, unico e complesso, che definisce la gelosia tra amici.

In che modo si manifesta la gelosia tra amici?

La gelosia non ha età né genere. Possiamo provarla in qualunque momento e circostanza, al punto che spesso si manifesta nei rapporti di amicizia di lunga durata e tra adulti. È solita manifestarsi nei seguenti modi:

  • Una persona può provare fastidio se un amico condivide tempo, confidenze e pensieri con qualcun altro. Sente di avere l’esclusiva sull’amico.
  • Si può essere gelosi anche del partner di un amico.
  • Spesso le richieste da parte di queste persone sono continue: favori, ore per parlare, velocità nella risposta ai messaggi, domande su quello che stiamo facendo in ogni singolo momento, ecc.
  • Molto spesso l’amico geloso si mostra possessivo, per cui non mancano minacce del tipo: “se alla fine ci vai con quell’altra tua amica, non ti parlo più”, “O esci con me o vuol dire che non ti interessa”.

Se alle elementari non esitavamo a dire “se fai questo o quello, non sarò più tuo amico”, da adulti questo messaggio è ancora presente, ma in modo camuffato e meno innocente.

Cause della gelosia patologica tra amici

Il docente di psicologia Peter DeScioli, dell’Università della Pennsylvania, si è occupato di analizzare l’interazione nei diversi social network. Lo scopo era scoprire in che modo costruiamo le nostre relazioni, come stringiamo amicizia e per quale motivo nascono discussioni, differenze e gelosie.

  • Da una parte, sappiamo che la gelosia è un’emozione, a tal punto che gli psicologi evoluzionisti la studiano da anni. Secondo il loro punto di vista, può essere concepita come il bisogno di possesso, di tutela di quelle figure che garantiscono la nostra sopravvivenza e il nostro benessere.
  • Altri elementi che sembrerebbero celarsi dietro la gelosia tra amici sono l’insicurezza e la bassa autostima. Si verificano quando una persona mette al centro del proprio universo un amico, che diventa il suo sostegno, la sua spalla su cui piangere, il suo confidente, quella compagnia con cui divertirsi… Se quella figura viene meno, tutto crolla.
  • In uno studio sulla gelosia durante l’adolescenza condotto dal dottor Jeffrey G. Parker, dell’Università del Sacro Cuore del Connecticut, è emerso un aspetto interessante. Dietro il comportamento estremamente geloso vi sarebbero problemi psicologici e anche una certa forma di emarginazione. Se un bambino cresce in una famiglia che non gli dona affetto, è naturale affidarsi completamente agli amici.

Lo stesso vale per gli adulti. A volte il contesto personale (famiglia, partner, ecc) non si riflette sul nostro benessere, portandoci a trattare uno o più amici come valvole di sfogo e nostro supporto principale.

La gelosia tra amici e sostegno richiesto.

Cosa fare se si ha un amico geloso?

La gelosia tra amici può diventare un problema, soprattutto se insorgono atteggiamento possessivo, manie di controllo e pretese. L’ideale, in questi casi, è prendere in considerazione alcuni consigli:

  • Bisogna spiegare all’amico geloso che il suo comportamento è fuori luogo e che non possiamo accettarlo.
  • Gli attacchi di gelosia non sono ammissibili in nessuna relazione. Non è vero che provare questa emozione è indice di profonda stima. La gelosia fa male ed è necessario porre dei limiti quanto prima.
  • Per quanto possibile, sarebbe opportuno scavare per capire cosa si cela dietro questo atteggiamento. Si tratta di bassa autostima? Il nostro amico ha dei problemi per cui dipende da noi? Cercare di capire meglio ci aiuta ad agire in modo più intelligente (e adeguato).
  • Non apporteremo modifiche al nostro stile di vita perché ce lo chiede un amico geloso.

Qualora queste dinamiche dovessero raggiungere livelli estremi (al punto da interferire sul rapporto di coppia, per esempio), bisognerà prendere decisioni più serie.

L’amicizia equivale a comprensione, fiducia, libertà ed è un legame stimolante e che ci fa crescere. Se invece ci porta ad annullarci, forse è il momento di lasciare andare quella persona

  • Kim, H. (2019). Personal and contextual factors in young adolescent friendship jealousy: The role of self-esteem and friendship network structure. Dissertation Abstracts International: Section B: The Sciences and Engineering80(2-B(E)), No-Specified.