Gli effetti della solitudine sulla salute

8 giugno 2015 in Curiosità 1091 Condivisi

La solitudine non può essere misurata con i numeri. Non si è meno soli perché si hanno mille conversazioni al giorno, non si è meno soli nemmeno quando si passano diverse ore in compagnia di altra gente. Ciò che ci fa sentire soli o meno è la qualità delle relazioni che stabiliamo con gli altri.

Diversi studi indicano che se abbiamo alcuni amici stretti di cui ci fidiamo davvero, probabilmente non ci sentiremo mai soli. Al contrario, per quanto si abbiano diversi conoscenti con cui chiacchierare, se non stabiliamo con nessuno una relazione di vera fiducia, è più facile sentire il peso della solitudine nella propria vita. E questo si ripercuote non solo sul nostro benessere emotivo, ma anche sulla nostra salute fisica.

Secondo l’American Academy of Sleep Medicine (Accademia Americana della Medicina del Sonno), ci sono diversi rischi per la salute che si verificano nelle persone che si sentono sole. Eccoli.

Disturbi del sonno

Questo problema si verifica soprattutto nei casi in cui le persone dormono da sole in casa e, inoltre, si sentono sole nella vita. Il disturbo è causato dalla loro sensazione di vulnerabilità, che si manifesta in uno stato di allerta. Questo impedisce loro di conciliare un sonno continuo e profondo. Accade di frequente che chi si sente solo si svegli diverse volte durante la notte, come se mantenesse un’atteggiamento di difesa perché si crede in pericolo. Con il tempo, questo problema può causare non solo una condizione di affaticamento costante, ma anche un aumento di peso.

Sostituzione della compagnia con altri oggetti

Se vi sentite soli, potreste sviluppare una tendenza a riempire quel vuoto causato dalla mancanza di compagnia con oggetti che lo compensino. Senza nemmeno accorgervene, è possibile che sviluppiate un gusto particolare per gli alimenti molto grassi o zuccherati, oppure che aumentiate il consumo di alcol. Tutti questi prodotti rivitalizzano il vostro corpo all’istante, e agiscono come antidoto contro la tristezza. Il problema, però, è che il loro effetto è passeggero: se il loro consumo diventa un’abitudine, vi causeranno diversi problemi di salute.

Vulnerabilità ai virus

Secondo uno studio portato a termine dal professore Jesús Cacioppo, dell’Università di Chicago, l’organismo delle persone che vivono da sole diventa più resistente ai batteri, ma più vulnerabile ai virus. I virus, infatti, si trasmettono per contagio, dunque attraverso il contatto con altri esseri umani. Le persone sole sono più deboli di fronte agli effetti di questo contatto, e tendono a ricevere i virus più facilmente di altre.

Aumento dello stress

La compagnia di altre persone più portare conflitti e spesso genera stress. Tuttavia, la mancanza di contatto ne genera ancora di più. Inconsciamente, le persone sole sviluppano forti sentimenti di minaccia, e questo si riflette sull’organismo con l’aumento dei livelli di cortisolo (l’ormone dello stress). Per questo motivo, ci si sente costantemente preoccupati, senza che esitano veri pericoli.

Morte prematura

Grazie a uno studio realizzato su 45 mile persone, è stato scoperto che chi vive da solo ha un maggiore rischio di morire prematuramente per colpa di infarti, ictus e altri problemi di salute di questo tipo. Chi vive in compagnia è più resistente a questo tipo di malattie e si recupera più in fretta quando ne soffre.

Immagine per gentile concessione di Jesús Solana

Guarda anche