Strategie per smetterla di aprire il frigorifero quando ci invade l’ansia

30, maggio 2015 in Psicologia 244 Condivisi

Mangiare in modo compulsivo è un disordine alimentare che possiamo controllare. Il segreto per vincere questa cattiva abitudine è alimentare in modo sano sia il corpo sia la mente e l’anima. Oggi vi presentiamo alcune strategie che vi aiuteranno a evitare di cadere in questo circolo dannoso.

Conoscetevi e identificate i fattori scatenanti

Prima di tutto, quando ci sediamo a tavola è importante essere in grado di lasciare da parte i fattori che ci portano a mangiare in modo compulsivo. Cercate di rendere i momenti dei pasti tranquilli, accantonando le situazioni che vi causano ansia o preoccupazione. Potete riuscirci andando a fare una breve passeggiata, programmando una sessione di meditazione o facendo un bel bagno caldo prima dei pasti.

Questo non significa aggirare i fattori scatenanti, ma imparare ad affrontarli e risolverli. Se non lo fate, continueranno a essere presenti e non riuscirete a risolvere il problema dell’alimentazione compulsiva.

Mangiate ciò che vi piace

Chi mangia in modo compulsivo di solito sceglie di abbuffarsi con i suoi alimenti preferiti. Per ridurre questi momenti è importante che non eliminiate i vostri cibi preferiti dalla vostra alimentazione. Dovete mangiare in modo sano e vario, per cui è bene abbinare agli alimenti che vi piacciono di più anche alimenti sani, evitando quelli che non vi piacciono proprio.

Invece di abbuffarvi con alimenti molto calorici, come il cioccolato, cercate delle opzioni sane e includetele nella vostra dieta. Per esempio, potete mangiare un quadratino di cioccolato fondente ogni giorno a colazione, invece di abbuffarvi con tre barrette ipercaloriche quando vi prende un attacco di gola.

Cercate il piacere personale

Il fatto di mangiare in modo compulsivo è spesso legato allo stress, alla tristezza o alla dipendenza da certi alimenti. In altri casi, questo comportamento è semplicemente un modo per ottenere piacere. Non dobbiamo dimenticare che il cibo è un modo di soddisfare i nostri sensi e che, quindi, se la nostra vita non ci soddisfa, saremo tentati di riempire quel vuoto con alimenti poco sani.

Se questo è il vostro caso, cercate di svolgere attività che vi diano piacere. Alcune persone possono riuscire a riempire questo vuoto attraverso il volontariato, un nuovo hobby, uscire a fare un giro con il cane o andare a trovare gli amici. Le opzioni sono molte e, anche se potrebbe volerci del tempo, non è impossibile riuscire ad adottare uno stile di vita più sano.

Connettete con voi stessi

Avere una buona connessione con noi stessi è vitale. Quando non ci riusciamo, possiamo arrivare ad avere bisogno di alimentarci in modo compulsivo per affrontare le situazioni della vita quotidiana. È possibile evitare questo rischio stabilendo una buona connessione con voi stessi. Potete riuscirci, per esempio, attraverso la meditazione, che implica un vero e proprio esercizio di riflessione.

Molto spesso gli impegni di tutti i giorni ci portano a dimenticare chi siamo e che cosa vogliamo. Molti mangiatori compulsivi hanno semplicemente perso la prospettiva delle loro vite e cercano di trovare un punto di equilibrio nel cibo. Purtroppo, la connessione con noi stessi non può essere sostituita dal cibo o da un qualsiasi altro prodotto esterno.

Immagine per gentile concessione di Milkovasa

Guarda anche