Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS)

13 giugno, 2020
Gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (OSS o SDGs ) sono un'iniziativa promossa dalle Nazioni Unite allo scopo di trasformare il mondo nei prossimi 10 anni (Agenda 2030). Li presentiamo a seguire.
 

Nel luglio del 2015 gli Stati Membri hanno raggiunto un accordo definitivo sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Con questo accordo si impegnano a promuovere il benessere umano, senza danni per il pianeta.

Gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, iniziativa promossa dalle Nazioni Unite, fissano 17 obiettivi suddivisi in 169 target specifici volti a trasformare il mondo. Gli stati membri vi lavoreranno fino al 2030.

obiettivi di sviluppo sostenibile, mani unite

I 17 OSS

  • Obiettivo 1. Eliminare la povertà in tutte le sue forme, in tutto il mondo.
  • Obiettivo 2. Porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare e una migliore alimentazione, promuovere un’agricoltura sostenibile.
  • Obiettivo 3. Garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutti, a tutte le età.
  • Obiettivo 4. Garantire un’istruzione di qualità inclusiva e paritaria, promuovere opportunità di formazione permanente per tutti.
  • Obiettivo 5. Raggiungere la parità di genere e l’emancipazione di tutte le donne e le ragazze.
  • Obiettivo 6. Garantire disponibilità e gestione sostenibile di acqua e servizi igienici per tutta la popolazione.
  • Obiettivo 7. Garantire l’accesso a servizi energetici economici, affidabili, sostenibili e moderni.
 
  • Obiettivo 8. Promuovere una crescita economica sostenibile, inclusiva e sostenuta, un’occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per tutti.
  • Obiettivo 9. Sviluppare infrastrutture resilienti, promuovere un’industrializzazione inclusiva e sostenibile, favorire l’innovazione.
  • Obiettivo 10. Ridurre le disuguaglianze economiche all’interno dei paesi.
  • Obiettivo 11. Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, resilienti e sostenibili.
  • Obiettivo 12. Garantire modelli di consumo e produzione sostenibili.
  • Obiettivo 13. Adottare misure urgenti per contrastare il cambiamento climatico e i suoi effetti (prendendo atto degli accordi adottati all’interno del Foro scientifico delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico).
  • Obiettivo 14. Conservare e sfruttare in modo sostenibile gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile.
  • Obiettivo 15. Proteggere, recuperare e promuovere l’utilizzo sostenibile degli ecosistemi terrestri, gestire in modo sostenibile i boschi, combattere la desertificazione, fermare e invertire il degrado del suolo e frenare la perdita della biodiversità.
  • Obiettivo 16. Promuovere società pacifiche e solidali per uno sviluppo sostenibile, facilitare l’accesso alla giustizia e creare istituzioni efficaci, responsabili e inclusive a ogni livello.
  • Obiettivo 17. Rafforzare le modalità di attuazione e rilanciare il partenariato globale per lo sviluppo sostenibile.

Che cos’è lo sviluppo sostenibile?

 

Uno sviluppo sostenibile migliora le condizioni di vita nel presente senza compromettere le risorse delle generazioni future. Lo sviluppo non è sostenibile se esauriamo tutte le risorse nell’immediato e lasciamo le generazioni future senza di esse.

Per garantire uno sviluppo sostenibile, dobbiamo lavorare insieme a importanti cambiamenti, creando una società più giusta ed equa.

Occorre, inoltre, intraprendere azioni positive che contribuiscano allo sviluppo sostenibile, come il rispetto delle altre persone e del pianeta.

L’UNESCO e gli obiettivi di sviluppo sostenibile

L’UNESCO è l’organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura. Contribuisce all’attuazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (OSS) attraverso il suo operato nei settori dell’istruzione, delle scienze naturali e umane, della cultura, della comunicazione e dell’informazione.

Nel settore Educazione dell’UNESCO, l’educazione è la priorità principale come diritto umano essenziale e la base per consolidare la pace e promuovere lo sviluppo sostenibile.

L’UNESCO fornisce una leadership globale e regionale, rafforza i sistemi educativi nazionali e risponde alle sfide globali dei nostri tempi attraverso l’istruzione.

Che cosa sono le Nazioni Unite (ONU)?

È la più grande organizzazione politica, economica e sociale esistente, creata nel 1945, di cui quasi tutti gli stati del mondo sono membri. A oggi sono 193 gli Stati Membri delle Nazioni Unite.

 

Ha il compito di mantenere la pace e la sicurezza nel mondo. Aiuta a risolvere i problemi collettivi, promuove il rispetto dei diritti umani e offre sostegno ai paesi affinché collaborino a tal fine.

Bandiera delle Nazioni Unite

Che cosa sono i Diritti Umani?

I Diritti Umani riguardano tutti gli esseri umani, senza distinzione di razza, sesso, origine nazionale o etnica, colore, religione, lingua o altra condizione.

Godiamo tutti degli stessi diritti, senza discriminazioni. Questi diritti sono interdipendenti e indivisibili.

La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani è un documento che ha segnato una pietra miliare nella storia dei diritti umani. Redatta da rappresentanti di tutte le regioni del mondo con differenti background giuridici e culturali, è stata proclamata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite; stabilisce i diritti umani fondamentali che devono essere protetti in tutto il mondo ed è stata tradotta in più di 500 lingue.

Che cos’è l’educazione allo sviluppo?

L’Educazione allo Sviluppo mira a migliorare la conoscenza, il senso critico e una visione globale del mondo a partire dalla realtà quotidiana; lotta, inoltre, contro situazioni di disuguaglianza e promuove cambiamenti sociali positivi e sostenibili nel tempo. Pensa globale, agisci locale!

 

Riunisce diversi elementi che costituiscono le sue basi teoriche: trasformazione sociale, interculturalità, Diritti Umani, Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, genere, equità, giustizia sociale, solidarietà, diritti delle donne, tra gli altri. Tutto questo per avanzare verso una cittadinanza globale, la giustizia mondiale, la parità e il rispetto dei diritti umani.