Gli ostacoli ci saranno sempre, sta a noi superarli

· 8 gennaio 2016

Viviamo in una società che ci impone di vedere soltanto le cose negative, che ci mette di fronte a muri che ci impediscono di guardare oltre. Muri che, se superati, ci permetteranno di acquisire insegnamenti straordinari e un cambiamento che si potrebbe definire unico nel nostro carattere.

Probabilmente nella vostra vita, come in quella di tutti, sarete concentrati soprattutto sulla ricerca di soluzioni a diversi problemi. Problemi che, alle volte, nemmeno vi riguardano… O vi sbagliate?

Il fatto è che, quando si tratta di superare un ostacolo, non ci fidiamo delle nostre capacità come persone e come esseri umani. Crediamo di non avere a disposizione gli strumenti necessari per sistemare quella situazione, quando in realtà quegli strumenti si trovano dentro di noi, nel nostro cuore. Qual è il nostro errore? Non avere fiducia nel nostro potere, nel nostro enorme potenziale interiore, che è innato.

“La fiducia in se stessi è il primo segreto del successo.”
-Ralph Waldo Emerson-

Quando dobbiamo risolvere un problema, molto spesso trascuriamo la nostra persona. Cerchiamo di migliorarci imitando modelli che troviamo intorno a noi, senza ascoltare noi stessi. E, alla fine, ci trasformiamo in una copia degli altri. Cerchiamo di assomigliare ai nostri idoli o ai nostri modelli, credendo che rappresentino tutto ciò che anche noi dovremmo essere. Ma questo non ci renderà felici.

ostacoli2

Avete tutto ciò che vi serve per superarvi

Ma perché questo modo di pensare è sbagliato? Perché la persona che dovreste voler imitare siete voi stessi. È questo il punto di partenza per migliorare e ampliare la vostra essenza, il vostro potenziale come esseri umani. La vita ci mette di fronte ad ostacoli per permetterci di superarci e di renderci finalmente conto che abbiamo tutto ciò che serve per avere fiducia in noi stessi.

Ognuno è diverso, e quindi ognuno risolverà lo stesso problema in modo diverso. È buono e sano avere punti di riferimento, ispirazioni e maestri di vita da cui apprendere gli insegnamenti che ci servono per la nostra persona, ma non abbandonate mai voi stessi per diventare uguali a loro. È molto meglio concentrarvi su di voi ed evitare di fare paragoni. I paragoni ci devono servire solo a capire di che cosa abbiamo bisogno.

Il segreto per superarci e per scavalcare qualsiasi muro si interponga nel nostro cammino quotidiano è imparare a conoscerci, sapere chi siamo, imparare a scoprire i nostri talenti innati e a sfruttarli al massimo. Accettare i nostri difetti, onorarli, e capire che sono lì proprio per ricordarci che non siamo perfetti e farci amare ancora di più. E, infine, ricordare che se non sappiamo risolvere un problema, dobbiamo essere abbastanza umili da chiedere aiuto.

“Se non lotti per ciò che desideri, non lamentarti per ciò che hai.”
-Anonimo-

Ognuno di voi può essere una persona straordinaria. Il problema è soltanto che non vi siete ancora decisi a desiderarlo con tutto il cuore, a scoprirlo e a fare il primo passo. Recuperate la fiducia in voi stessi. Siete persone capaci e piene di talenti, dovete riuscire a buttarvi nell’avventura della vita.

ostacoli3

Quali sono i principali ingredienti per credere in noi stessi?

Umiltà e atteggiamento positivo. Sapere che cosa volete e perché lo volete. Identificare ciò che vi rende una persona unica e diversa dalle altre. Capire quale volete che sia il vostro obiettivo finale. Invece di preoccuparvi troppo per le difficoltà e gli ostacoli nella vita, fermatevi ad analizzare le vostre qualità, e ampliate i vostri orizzonti.

Afferrate ciò che vi definisce e potenziatelo. Non permettete che i pensieri negativi si interpongano nel vostro cammino e vi impediscano di dare il meglio. Siete persone in grado di superare qualsiasi ostacolo e di trovare una soluzione per ottenere ciò che desiderano.

“La maggior parte delle persone vede gli ostacoli, poche vedono gli obiettivi. La storia ricorda i risultati delle ultime, mentre alle prime riserva l’oblio.”
-Alfred A. Montapert-

 

Immagine per gentile concessione di Christian Schloe