I tipi di gelosia e la loro anatomia

· 18 aprile 2015

Gelosia. Tutti l’abbiamo provata qualche volta con maggiore o minore intensità e, allo stesso modo, siamo stati vittime di quelle persone che puntano su di noi i loro sguardi carichi di invidia o protezione eccessiva nel caso delle coppie. A volte i loro comportamenti eccessivi possono arrivare a diventare una vera minaccia per noi, a volte ci fanno cadere in un abisso di controllo ed emozioni negative che possono danneggiare la nostra integrità psicologica e personale. Gli esperti di solito distinguono le persone gelose da quelle affette da gelosia ossessiva, in cui inseriscono quelle personalità che si avvicinano già al piano della malattia dove si nascondono altri tipi di problemi.

Gelosia infantile

La gelosia tra fratelli è molto comune nelle famiglie; sebbene di solito esistano differenze individuali, è frequente che molti bambini si sentano emotivamente frustrati al pensiero che i loro genitori offrano più attenzioni e affetto ai loro fratelli, è una situazione che a volte può causare malessere e disturbi nella famiglia in seguito a possibili comportamenti poco adattativi o aggressivi che devono essere trattati per tempo.

In questi casi i genitori devono sapere come risolvere tali situazioni, motivo per cui è consigliabile ad esempio stabilire un equilibrio nel trattare i bambini, senza preferenze, lodare gli aspetti positivi dei bambini ogni volta che è possibile, aumentare le attività in comune, non dare attenzioni di fronte a manifestazioni di capricci o negatività, rispondere con tranquillità agli episodi di gelosia evitando grida e così via.

Gelosia lavorativa

Secondo vari studi, quasi il 40% delle persone ha sofferto di gelosia dei loro colleghi di lavoro. In più, analisi recenti sostengono che sono le donne con un livello molto alto di competitività a essere più gelose e ad avere comportamenti di sfida verso altre donne. Se queste sono anche attraenti, la sensazione di invidia è maggiore. Queste persone situano negli altri la responsabilità dei loro fallimenti, sono incapaci di mantenere un controllo interno sul proprio rendimento e vedono negli altri le capacità che a loro mancano. Non sanno gestire le emozioni, i colleghi sono rivali con qualità e abilità che loro vorrebbero avere e neanche si sforzano di sviluppare.

Le loro concezioni di solito sono formate da un puzzle disordinato di carenze, insicurezze e debolezze che nascondono con la sfida e la rivalità, una caratteristica che, come abbiamo detto, sembra essere più presente nelle donne nei contesti lavorativi, essendo proprio altre donne la fonte della loro gelosia.

Gelosia di coppia

La gelosia è d’abitudine nelle coppie e si considera normale fino a che nessuno dei due si veda coartato o aggredito da un comportamento eccessivo o patologico. Tuttavia, a volte possono esserci situazioni complesse in cui la sfiducia inizia a essere il pilastro fondamentale della relazione, in cui compaiono la sofferenza e le prime fratture al’interno della coppia.

Le persone che soffrono di gelosia patologica di solito immaginano in modo reiterato che i propri partner le tradiranno, cercano segnali continui di queste idee infondate, vigilano, seguono e controllano, hanno una paura ossessiva di essere abbandonate.

Che cosa si cela dietro queste personalità? Sono chiaramente insicure, hanno poca fiducia in se stesse e una autostima molto bassa che fa credere loro che saranno abbandonate, e di fronte a questo sentimento di fragilità interiore a volte reagiscono con il controllo patologico, scaricando paura e ansia sul proprio partner. Pretendono di essere tutto per l’altra persona, dimostrando così una mancanza di comprensione confondendo l’amore con la possessività. È un tipo di gelosia diverso da quelli precedenti, ma ugualmente dannoso per le persone che ne sono coinvolte.