Il vitamin model di Warr: ecco di cosa si tratta

In ogni lavoro ci sono caratteristiche che possono migliorare o danneggiare la nostra salute mentale a seconda che siano presenti o meno: agiscono come vitamine. Cos'è il vitamin model di Warr? In questo articolo ve lo diciamo!
Il vitamin model di Warr: ecco di cosa si tratta

Ultimo aggiornamento: 19 novembre, 2022

Le variabili ambientali che influenzano il benessere psicologico sul lavoro seguono uno schema. Ci sono alcune caratteristiche che, se presenti in eccesso, non sono dannose per il lavoratore, mentre in altre lo è il loro eccesso o difetto. Il cosiddetto vitamin model di Warr ci racconta di come gli aspetti quotidiani del posto di lavoro influenzino la salute mentale.

Come se fosse un cerchio, il benessere dei lavoratori influenza direttamente e indirettamente il loro comportamento, le decisioni che prendono, il modo in cui si relazionano con i colleghi e la loro produttività. In questo modo, per Warr, lavoro e salute mentale sono correlati in modo bidirezionale.

Benessere psicologico sul lavoro

Uno dei processi psicosociali più importanti quando si tratta di avere una migliore qualità della vita sul lavoro è il benessere psicologico. Peter Warr distingue tra due tipi di welfare sul posto di lavoro:

  • Benessere professionale specifico, che si riferisce ai sentimenti, sia positivi che negativi, che le persone hanno su se stesse in relazione al lavoro che svolgono.
  • Il benessere senza contesto è di natura più ampia. È influenzato da tutti i sentimenti, senza riferirsi specificamente a nessuno in particolare.

“Il benessere sul lavoro implica la sicurezza personale e ambientale, l’accesso ai beni materiali per condurre una vita dignitosa, una buona salute e buone relazioni sociali, che sono tutti strettamente correlati e alla base della libertà di prendere decisioni e agire”.

-Sen-

Donna che pensa

Questi due tipi di benessere lavorativo fanno parte della salute mentale del lavoratore. Questo non oscilla solo tra disagio o benessere, ma anche tra più componenti:

  • Concorrenza. Indica il grado in cui il lavoratore dispone di risorse emotive e cognitive adeguate per far fronte alle pressioni e alle esigenze derivanti dal proprio lavoro.
  • Aspirazione. Riflette la misura in cui il lavoratore è motivato nel suo compito, è attento alle nuove opportunità che lo circondano e si sforza di raggiungere gli obiettivi che considera importanti.

Altre caratteristiche del vitamin model

  • Interdipendenza. Si riferisce al grado in cui il lavoratore combina i comportamenti di approccio e di evitamento del gruppo di lavoro. Un approccio estremo o comportamenti di evitamento possono portare a disagio. Ad esempio, evitare il contatto sociale sul lavoro può portarci a sviluppare comportamenti di isolamento e provare emozioni come la solitudine, mentre un contatto eccessivo può generare sintomi di ansia e la percezione di non avere intimità.
  • Operazione integrata. È una componente che si riferisce alla persona nel suo insieme. Raccoglie le interazioni che si verificano tra le altre quattro componenti della salute mentale sul lavoro.

In questo modo Warr formulò il suo modello vitaminico, pubblicandolo nel 1987 nel suo libro Lavoro, disoccupazione e salute mentale, che in spagnolo significa lavoro, disoccupazione e salute mentale.

Il vitamin model sul posto di lavoro

Per il modello vitaminico di Warr, ciò che influenza il raggiungimento di ciascuna di queste 5 componenti sono quelli che lui chiama “aspetti determinanti“. Questi aspetti determinanti agiscono come le vitamine nel corpo degli esseri umani.

  • Opportunità di controllo. È il grado in cui l’ambiente di lavoro offre opportunità al dipendente di esercitare il controllo sulle attività e sugli eventi che si verificano in esso.
  • Opportunità per mettere in pratica le nostre abilità idiosincratiche. Si riferisce al grado in cui l’ambiente di lavoro migliora o inibisce lo sviluppo e l’utilizzo delle competenze che rendono il lavoratore unico e irripetibile. È legato all’uso di conoscenze e abilità che sono apprezzate.
  • Obiettivi generati esternamente. Si riferisce agli obiettivi di lavoro. È un determinante ambientale della salute, perché è correlato alla percezione di successo di un dipendente. Ad esempio, se riusciamo a raggiungere un obiettivo lavorativo ci sentiremo efficaci e il nostro senso di realizzazione aumenterà.

Inoltre..

  • Varietà nei compiti che svolgiamo. Se abbiamo poca varietà, possiamo dire che il lavoro è monotono, ma se abbiamo una varietà eccessiva di compiti, parleremo di sovraccarico di lavoro.
  • Avere informazioni chiare e pertinenti. Si riferisce al feedback dei nostri capi. È il grado in cui sappiamo cosa si aspettano i nostri capi da noi, in relazione al lavoro, e come lo apprezzano.
  • Fallo un lavoro ben retribuito.
  • Che abbiamo elementi che danno priorità alla nostra sicurezza fisica.
  • L’opportunità di relazioni interpersonali. È il grado in cui un lavoro facilita o ostacola le opportunità di contatto interpersonale. L’esistenza di adeguati contatti sociali all’interno del posto di lavoro è importante per la salute mentale del lavoratore perché ridurranno emozioni come la solitudine.
  • Ciò implica una posizione socialmente apprezzata.
Persone che lavorano in squadra

Il vitamin model

Tutte queste caratteristiche agiscono in modo diverso, a seconda della dose. Pertanto, Warr identifica due grandi gruppi e li classifica in base al modo in cui le vitamine agiscono nel corpo.

Sappiamo che le carenze di vitamine B e C producono effetti negativi sulla salute, ma livelli elevati no. Le caratteristiche che si comportano come le vitamine B e C includono, ad esempio, sicurezza fisica, prospettive di carriera, compensi o supervisione di supporto.

Al contrario, ci sono caratteristiche che si comportano come le vitamine A e D. Queste vitamine sono caratterizzate dal fatto che sia i deficit che gli eccessi influenzano negativamente la salute e il benessere. Qui troviamo aspetti importanti come la varietà di compiti nella posizione, il contatto con i colleghi o il numero di obiettivi.

“La virtù è una disposizione volontaria acquisita, che consiste in una via di mezzo tra due cattivi estremi, uno per eccesso e l’altro per difetto”.

-Aristotele-

Nel campo che qui ci interessa, possiamo concludere che il vitamin model di Warr raccoglie gran parte dei contributi della psicologia allo studio del benessere psicologico occupazionale, esponendo come le variabili dell’ambiente e del lavoro influiscano sulla salute mentale dei lavoratori.lavoratori.

Potrebbe interessarti ...
Curiosità sul lavoro e benessere
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Curiosità sul lavoro e benessere

Forse una delle prime curiosità sul lavoro è che molti non sa dire se si tratta di una condanna o un privilegio. Scoprite di più.



  • Cifre Gallego, E. (1999). Bienestar psicológico, características del trabajo y nuevas tecnologías: validación-ampliación del modelo vitamínico de Warr (Doctoral dissertation, Universitat Jaume I).
  • Córdoba, E. (2009). Factores psicosociales y su influencia en el bienestar laboral. Universidad de Buenos Aires. Recuperado de http://23118. psi. uba. ar/academica/carrerasdegrado/psicologia/informacion_adicional/obl igatorias/040_trabajo1/cdcongreso/CD/TRABAJOS% 20LIBRES/SALUD% 20MENTA L/3. pdf.
  • Herrera, Y. C., Betancur, J., Jiménez, N. L. S., & Martínez, A. M. (2017). Bienestar laboral y salud mental en las organizaciones. Revista electrónica PSYCONEX, 9(14), 1-13.