La carenza di calcio e magnesio può causare insonnia

09 luglio, 2020
La carenza di calcio e magnesio può causare insonnia, un problema molto serio che potrebbe anche essere alla base di molti incidenti stradali dovuti alla fatica e a bassi livelli di attenzione.
 

Come rivelano numerosi studi clinici, la carenza di calcio e magnesio può causare insonnia. La nostra dieta, che è sempre più incompleta a causa della scarsa qualità del cibo o del nostro stile di vita, influenza direttamente il nostro riposo notturno. Tenerne conto e assumere il giusto contributo di questi due minerali su base giornaliera ci farà guadagnare in termini di benessere.

Lungi dall’essere un problema specifico o semplicemente un disturbo del sonno, è bene considerare un aspetto sull’insonnia. Alcuni studi, come quello condotto dal Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Genova, indicano che buona parte degli incidenti stradali sono dovuti proprio a insonnia, disattenzione.

Le percentuali si situerebbero tra il 10 e il 20%. Oltre a questo ovvio grave problema, ci sono anche altri fattori. In caso di insonnia cronica, è possibile accusare anche disturbi dell’umore. Ciò significa che si è più vulnerabili a diversi disturbi, come la depressione.

La mancanza di un sonno di buona qualità, come vediamo, può essere pericolosa. Prendere in considerazione i fattori alla base di questo problema può dunque esserci d’aiuto e tra questi vi è la dieta. In particolare, non bisogna sottovalutare il ruolo di due minerali chiave: calcio e magnesio.

Dormire meno di sei ore a notte può causare gravi deficit cognitivi.

Carenza di calcio e magnesio
 


La carenza di calcio e magnesio può causare insonnia

Esistono numerosi nutrienti che, grazie ai loro effetti e ai meccanismi in cui sono coinvolti, favoriscono il sonno notturno. Come sottolineano i nutrizionisti, molti di noi danno per certo di seguire un dieta corretta e di assumere tutti i nutrienti necessari. Spesso, tuttavia, non è così.

Per esempio, la terra in cui vengono coltivati ​​frutta e verdura è sempre meno ricca di magnesio. C’è anche un altro aspetto essenziale da tenere a mente: il modo in cui cuciniamo il cibo può fargli perdere molti minerali essenziali.

Sarebbe bene, quindi, aumentare il consumo di frutta e verdura e noci crude. Tuttavia, la maggior parte di noi non è abituata a farlo o sceglie semplicemente altre alternative. Queste decisioni quotidiane ci inducono a ingerire meno nutrienti e con il tempo gli effetti diventano evidenti.

La carenza di magnesio

Il Dottor James F. Balch, chirurgo medico, esperto dietologo e autore di numerosi libri sulla salute, in molti dei suoi lavori spiega che la carenza di calcio e magnesio può causare insonnia. Ci avverte di ciò per un semplice motivo: a volte tendiamo a ricorrere ai farmaci senza sapere che la nostra vita migliorerebbe se solo ci prendessimo cura della nostra dieta.

  • La carenza di magnesio sta diventando un problema sempre più ricorrente.
  • Questo minerale è un miorilassante e un potente induttore del sonno profondo.
  • Il magnesio aumenta il GABA, un aminoacido che favorisce il rilassamento e il sonno.
 
  • Le persone con carenza di magnesio, oltre all’insonnia, spesso soffrono di sindrome delle gambe senza riposo.
  • Chi presenta maggiori livelli di stress tende ad avere un deficit di magnesio più elevato.
Come funziona la mente


Cosa provoca la carenza di calcio?

Lo studio pubblicato dal Circadian Center for Sleep and Neurobiology, Università della Pennsylvania, sottolinea quanto segue:

  • Il calcio è legato ai nostri cicli del sonno. Abbiamo bisogno di questo minerale per entrare nella fase REM, fase di sonno più profondo e ristoratore. È in questo momento che il cervello svolge importanti compiti per garantire il nostro benessere fisico e psicologico.
  • Allo stesso modo, il calcio è determinante per produrre il triptofano. Questo aminoacido consente di produrre melatonina che, come sappiamo, è indispensabile per indurre il sonno.

Una buona dieta è la terapia migliore in caso di carenza di calcio e magnesio

Sappiamo che la carenza di calcio e magnesio può causare insonnia, quindi come possiamo intervenire? Per prima cosa spesso ci si reca in farmacia per acquistare i classici integratori alimentari. Tuttavia, questa non è sempre la risposta migliore. Quindi vediamo quali passaggi bisogna seguire.

 
Donna che mangia una insalata

Modi per combattere l’insonnia attraverso la dieta

La prima cosa da fare è recarsi presso il medico di famiglia. Attraverso adeguati esami clinici, sapremo se, in effetti, soffriamo di una carenza di questi nutrienti o meno.

Allo stesso modo, non possiamo dimenticare che l’insonnia è provocata anche da altri fattori: dolore cronico, diabete, stress, menopausa, scarsa igiene del sonno, etc.

Un altro fattore importante riguarda i livelli di vitamina D. Anche questo nutriente può essere alla base della carenza di calcio e magnesio.

Cibi ricchi di magnesio:

  • Verdure a foglia verde.
  • Banane.
  • Noci.
  • Mandorle.
  • Semi di Chia, semi di lino, semi di zucca.
  • Agrumi.
  • Pomodori maturi.
  • Cacao e cioccolato fondente.
  • Segale e orzo.
  • Quinoa.

Cibi ricchi di calcio

  • Latticini.
  • Sardine.
  • Bevande di mandorle, soia e riso.
  • Semi di girasole.
  • Verdure.
  • Broccoli.
  • Cavolo.
  • Fichi.
  • Alghe.

Ora che sappiamo che la carenza di calcio e magnesio può causare insonnia, è meglio consultare un medico prima di iniziare ad assumere qualsiasi integratore alimentare.

È meglio affidarsi allo specialista anche in caso di piccole modifiche nella dieta. Prendersi cura della propria alimentazione consente di risparmiare una buona quantità di risorse, tempo e denaro.