La chiave della felicità

· 22 ottobre 2015

Come sarebbe facile la vita, se possedessimo questa chiave! Tuttavia, non sarebbe anche un po’ noiosa? Se fossimo sempre felici, se ci bastasse schioccare le dita per realizzare i nostri sogni, non vivremmo in un paese dei balocchi che alla fine ci renderebbe stupidi e vuoti?

Per questo, forse, è importante che un giorno la chiave della felicità sia andata persa. Forse le divinità l’hanno lasciata cadere nel bel mezzo dell’oceano, per far sì che nessuno la trovasse mai oppure, secondo altre leggende, qualche mostro che abitava nei boschi la trovò e la distrusse.

Se ci pensate, è molto meglio non avere chiavi, perché se le perdiamo, poi ci tocca rifarle. La cosa migliore è accettare che la vita sia un alternarsi di momenti, momenti tristi e momenti felici, momenti fugaci e momenti indelebili…

La vita forse è proprio questo: un grande puzzle composto da mille pezzi diversi, ognuno di essi imprescindibile perché l’insieme abbia senso e ci permetta di creare un’immagine reale. L’immagine della nostra vita, senza trucchi né maschere, la vita per quella che è.

Ma come possiamo riuscire a coltivare la nostra felicità? Come possiamo costruirci da soli una piccola chiave, semplice e discreta, ma che ci aiuti ad aprire lo scrigno della felicità? Volere è potere!

Ecco i 6 consigli che vi offriamo oggi per costruire la chiave che aprirà la serratura di quella magica porta che si spalanca sulla felicità.

1. Non ripetetevi continuamente “che sfortuna!”, “succedono tutte a me!”, “sono un disgraziato!”. Dite addio a quel monologo interiore impertinente e ripetitivo, che ha l’unico obiettivo di annebbiare la vostra mente e non farvi vedere le mille ragioni che avreste per essere felici, per esempio il sorriso di vostro figlio.

2. Valorizzate ogni piccolo piacere della vita. Non vi sentite immensamente felici con una tazza di tè, caffè o cioccolata calda tra le mani, una coperta e un buon film? Ecco fatto: guardate quanto è stato facile ed economico ritagliarvi un momento di felicità!

3. Date valore a tutte le cose belle che avete. Tutti abbiamo aspetti positivi e negativi nella nostra vita. Ripensate ai vostri, di sicuro troverete tante cose belle che vi rendono felici.

Forse vivete vicino al mare oppure ogni giorno vi basta aprire la finestra per potervi godere un bel panorama; magari c’è uno splendido albero vicino a casa vostra e non ve n’eravate ancora accorti o un angolino speciale nella vostra città in cui potete cercare riparo quando volete.

4. Valorizzate la salute sopra ogni cosa. Quando ci manca la salute, ci rendiamo conto di quanta importanza abbiamo dato prima a cose che in realtà non l’avevano. E se in qualche momento della vostra vita vi viene a mancare, tirate fuori tutta la vostra forza.

5. Imparate da tutti e da tutto. Non vi è mai successo che un bambino di soli quattro anni vi abbia dato una lezione di vita o che siate usciti a comprare il pane e il panettiere, o uno dei clienti in fila davanti a voi, abbia detto una frase degna dei migliori filosofi dell’antica Grecia?

6. “Oggi può essere un gran giorno, datti un’opportunità”. Questa frase di Paolo Belli ci mette sempre allegria, proprio come la sua canzone. Eccola!