La felicità non è fare ciò che si ama, ma amare ciò che si fa

· 14 febbraio 2016

Spesso confondiamo la felicità con ciò che desideriamo, il coronare i nostri sogni e il voler raggiungere le nostre mete. Pensiamo che saremo molto fortunati il giorno in cui avremo questa o quella cosa, poiché la desideriamo con tutte le nostre forze, e la nostra vita sembra non avere senso senza quel qualcosa che ancora non stringiamo tra le mani.

Voglio porre una domanda a coloro che pensano che saranno più felici in futuro: e per quanto riguarda il presente? Non state certo vivendo il giorno di domani, quello arriverà tra 24 ore. Non respirate nemmeno l’aria del passato, perché ieri è ormai finito, così come gli anni trascorsi. Voi siete qui, nel presente, a leggere questo articolo in questo preciso istante. Non pensate, forse, che la felicità dovrebbe essere con voi in questo momento esatto?

Fare ciò che si fa per essere felici

Un pensiero molto radicato nelle società di oggi ha a che vedere con la possessione dei beni. Pensiamo che l’avere di più ci renderà più felici. Più soldi, più beni, più figli, più spazio in casa… Nonostante ciò, questo non ci rende più fortunati, bensì il contrario.

Bambina con cane al tramonto

In realtà, la felicità ha a che vedere con l’essere e non con l’avere. Quanto più otterrete dalla vita, migliori persone sarete, e più felici. Tuttavia, non si tratta di qualcosa che otteniamo dal consumismo, bensì dall’amore, dall’amicizia, dalla solidarietà, dalla comprensione o dall’affinità.

Avere più cose non vi renderà più felici, mentre otterrete la felicità essendo la persona migliore che potete essere. Ciò significa che, se l’obiettivo di tutto ciò che fate nella vita è quello di essere la persona che desiderate, togliendo dal quadro ciò che possedete e comportandovi come il vostro cuore vi dice di essere, allora troverete una strada molto più luminosa e felice da percorrere.

“La felicità è interiore, non esteriore; e quindi non dipende da ciò che abbiamo, ma da ciò che siamo”.

-Henry Van Dyke-

La maggior ricchezza è nulla desiderare

Ricordiamo il detto “la maggior ricchezza è nulla desiderare”. Vorrei fare una piccola riflessione a proposito, che mi viene sempre in mente quando ascolto questa celebre frase.

Se la vostra vita è tutta dedita all’ottenere ricchezze e a essere ogni giorno più potenti, vi posso assicurare che non riuscirete mai a trovare la felicità. Un’ossessione compulsiva di voler essere più importante e più ricco giorno dopo giorno, non fa che farvi desiderare di più in ogni momento, il che scatena una grande sensazione di vuoto. Ciò si deve al fatto che è una sensazione che nutre se stessa e che si riflette nella necessità di avere sempre di più, ogni ora, ogni giorno. Non sarete mai soddisfatti di ciò che avete.

Se invece decidete di vivere nel presente, rallegrandovi delle poche cose che avete, perché, in realtà, è ciò di cui avete bisogno, sentirete come la vostra vita sia molto più piena e felice. Avete ciò che desiderate e, poco a poco, raggiungerete tutte le vostre mete.

La mia felicità sta nell’apprezzare quello che ho, senza desiderare ardentemente ciò che non ho

-Lev Tolstoj-

Paesaggio naturale

La chiave della vostra felicità è racchiusa nel vostro cuore

In realtà, ognuno sa, in fondo al cuore, di cosa ha bisogno per essere felice e dobbiamo convincerci che tutto ciò che facciamo ha lo scopo di farci raggiungere questo obiettivo: il nostro lavoro, la nostra famiglia, i nostri amici, i nostri beni, la nostra vita…

In generale, una famiglia unita per amore e per affetto trova la felicità ogni giorno della propria vita. Nonostante ciò, coloro che sono attaccati al possesso, al controllo e alle relazioni tossiche, non otterranno altro che un’esistenza vuota, difficile, piena di delusioni e di risentimento.

L’amore ed essere se stessi ci aiutano a essere più felici

L’amore è un fattore che contribuisce molto alla felicità. Avete mai notato che, quando siamo innamorati e camminiamo, sembra quasi che i nostri piedi non tocchino mai il suolo? Abbiamo la sensazione che tutto sia possibile, che non abbiamo bisogno di niente, che tutto è bello, incantevole e meraviglioso.

La generosità e la solidarietà sono due virtù che convivono perfettamente con le persone felici. Si sentono bene se aiutano gli altri, sia i visi conosciuti sia quelli sconosciuti. Donano consiglio e aiuto senza aspettarsi nulla in cambio, perché già possiedono tutto quello di cui hanno bisogno.

Siete disposti a trovare la felicità? Smettete di cercarla nei soldi e iniziate dalle persone che avete accanto e che vi vogliono bene. Solo essendo voi stessi e godendovi la ricerca, riuscirete a trovare la felicità che desiderate tanto e che, forse, ora vi è lontana perché un giorno avete commesso un errore lungo la strada. Dimenticatevi dell’avere e concentratevi sull’essere.