Sei la persona giusta nel posto sbagliato

· 21 marzo 2016

Ogni volta che penso a te, so che sei arrivato nella mia vita per una ragione, casuale oppure no; so che sei la persona che ho sempre desiderato; so che hai avuto la pazienza e la curiosità di scoprire chi sono, di conoscermi, di apprezzare quel che di buono c’è in me e di comprendere i miei difetti. So che sei la persona giusta.

Ma so anche che la distanza che ci separa, che può essere fatta di spazio o di tempo, di sentimenti o di persone, è ingiusta. C’è un abisso che non ci permette di avvicinarci e di percepirci, è una distanza che nessuno dei due ha creato, ma essa non può minare i nostri sentimenti.

“Non temere il destino, né la distanza. Il mio cuore sta nella tua anima, perché io sono sempre vicina al tuo amore”.

(Celeste Carballo)

Perché so che sei la persona giusta

Non ho avuto bisogno di chiedere aiuto al mio intuito: quando ti ho conosciuto, quando ti ho visto per la prima volta, ho capito che non potevo evitare di baciarti e, quando le nostre labbra si sono incontrate, la mia pelle ha conosciuto ogni particella della tua anima. Ho capito che eri tu.

Ho sempre pensato che la persona giusta non esistesse, ma ho imparato ad accettarti così come sei, perché tu hai fatto lo stesso con me; allora sei diventato la persona agognata e perfetta che volevo al mio fianco.

Ora so cosa significa fare l’amore, so cosa vuol dire baciare col cuore e so cosa si prova quando le parole sono di troppo. Mi hai insegnato ad ammirarti perché mi ammiri, mi hai accompagnato e appoggiato mentre trasformavo in realtà i miei sogni. So che sei tu la persona giusta perché…

Le parole non servono

Se ci guardiamo, le parole scorrono senza che le pronunciamo, i nostri pensieri si intrecciano per comprenderci, e ci rendiamo conto che non serve dire nulla. I tuoi occhi mi dicono come ti senti, mi sussurrano ciò che le tue labbra non pronunciano. Abbiamo capito che, spesso, un semplice sguardo dice tutto.

persona perfetta

Hai aperto la porta del mio mondo interiore

Sei entrato in punta di piedi, e quasi non ti ho sentito; ora senti le mie idee, le comprendi, le lasci scorrere. Percepisci i miei sogni e speri assieme a me, mi aiuti a trasformarli in realtà, a credere che si possano realizzare. Il mio mondo interiore è un luogo che posso condividere con te, perché so che mi capirai.

Non siamo una cosa sola, siamo in due

Mi conosci e sai che non amo l’idea di far dipendere la mia felicità da qualcun altro, perché la felicità va costruita giorno per giorno; si tratta di una realtà in cui mettiamo tutto il nostro cuore e dipende solo da noi stessi.

Non siamo uno, siamo due, condividiamo i sogni e la musica che scolpisce le nostre vite. Abbiamo imparato a rispettare le passioni di ognuno di noi; è una meravigliosa danza in nome del rispetto e della fiducia.

Ogni volta è come la prima volta

Ogni bacio, ogni abbraccio, è come una carezza data per la prima volta. Il nostro primo bacio è eterno, perché in ogni bacio vibrano le labbra che si erano unite per la prima volta e tutto ricomincia. Ogni parola sussurrata crea di nuovo quell’intimità che abbiamo vissuto sin dall’inizio.

ragazzo e ragazza mano nella mano

Hai dato senso all’espressione “fare l’amore”

Ci spogliamo, i nostri vestiti scivolano via e facciamo l’amore. Sin dal primo giorno, non abbiamo solo spogliato i nostri corpi, ma anche le nostre anime. Non siamo solo corpi nudi, siamo desiderio, siamo amore sulla punta delle dita, siamo pelle che trova pace nella pelle dell’altro, siamo tu ed io che facciamo l’amore.

Il fatto di stare nel posto sbagliato non può impedire un sentimento.

Forse è solo per un istante, forse per anni. So che la persona giusta sei tu, ma so anche che in questo momento siamo nel posto sbagliato, perché non posso condividere la mia vita con te, perché non sei assieme a me.

Ma questo non può contenere ciò che sentiamo, non può impedire che ci desideriamo e che la nostra pelle abbia bisogno della pelle dell’altro. Sei la persona giusta nel posto sbagliato, ma, nonostante ciò, ti amo.

“La percezione della distanza dipende più dal tempo che dallo spazio”.

(William Somerset Maugham)