L'albero dei valori nell'educazione del bambino

06 giugno, 2020
Educare ai valori è un passo fondamentale dell'educazione infantile. Ma su quali risorse possiamo contare? Scopriamo l'albero dei valori: uno strumento utile, divertente e formativo.

Educare ai valori è fondamentale nei primi anni di vita. L’educazione infantile non deve prestare solo attenzione allo sviluppo di competenze come il linguaggio, ma anche stimolare l’autonomia, le capacità comunicative, affettive e di convivenza. Tutto questo si può acquisire grazie a strumenti simpatici e divertenti come l’albero dei valori.

Grazie a queste strategie, i più piccoli possono capire il significato dei valori, a cosa servono e quali sono importanti per loro. Si tratta di un’attività che dovrebbe essere sempre presente tra le attività scolastiche.

Bambini felici seduti per terra a scuola

Le tre parti dell’albero dei valori

Sebbene si possa usare l’albero dei valori in modi diversi, esistono tre parti ben differenziate che occorre affrontare in successione per garantire l’utilità di questo strumento. 

La cosa più importante durante l’elaborazione dell’albero è che tutti i bambini siano coinvolti in modo attivo. In questo modo, oltre a lavorare sui valori, imparano a collaborare.

1. Presentare comportamenti e valori

La prima parte consiste nella presentazione dei comportamenti e dei valori. I bambini, inizialmente, non sanno cosa siano la creatività, l’onestà o l’empatia.

Con alcuni valori, come l’amicizia o il rispetto, avranno certamente già familiarità. Non conosceranno, invece, la maggior parte degli altri valori, anche se magari li mettono già in atto. Per questo motivo è necessario spiegarli.

Un buon modo per presentarli è ricorrere agli esempi. Dal momento che ai bambini piacciono molto le favole, possiamo adattarle e mettere in evidenza il valore prescelto. Se il concetto è particolarmente difficile, può essere utile ricorrere a un cortometraggio. Per esempio, il seguente può essere una buona scelta.

2. Individuare i valori alla base di un comportamento

Dopo che il bambino è entrato in contatto con il valore, soprattutto se scoperto per la prima volta, è il momento di individuarlo all’interno dei comportamenti.

Anche in questo caso ci si può aiutare con un racconto o un cortometraggio. Per rendere il lavoro più divertente, i bambini possono essere suddivisi in gruppi.

Anche le immagini aiutano a identificare i valori. Per esempio, si possono preparare una serie di disegni, ognuno riferito a un valore preciso; in seguito, si può chiedere al bambino di identificarne il maggior numero possibile. Il racconto può essere uno degli ultimi esercizi, dal momento che richiede molta attenzione, sebbene permetta al tempo stesso di lavorare sulla comprensione.

3. Costruzione di un albero dei valori

Una volta impostati i passaggi precedenti, è il momento di costruire il nostro albero dei valori. A tale scopo, tutti i gruppi devono mettere in tavola i diversi valori che hanno identificato tramite le immagini, il cortometraggio o il racconto.

I bambini avranno il compito di ordinare i valori, dal più importante al meno importante. Questa parte è interessante perché occorrerà negoziare e discutere. Probabilmente ogni bambino avrà un’opinione diversa al riguardo. I due valori identificati come i più importanti verranno sistemati sui rami superiori dell’albero (previamente disegnato in gruppo). I valori considerati minori, prenderanno posto nella parte inferiore.

Quest’attività è utile per stimolare il dialogo all’interno del gruppo. Oltre a ciò, serve per giustificare le scelte e capire perché alcuni valori sono importanti e altri meno. È un esercizio molto stimolante, poiché realizzandolo si possono sviluppare altri valori, come la tolleranza.

albero dei valori, gruppo di lavoro in classe

L’albero dei valori: un’attività completa

Possiamo considerare l’albero dei valori un’attività completa. Ammette, inoltre, diverse varianti. Si può realizzare in gruppo o in modo individuale, tuttavia è sconsigliata quest’ultima opzione se ci si appresta per la prima volta a questa attività. Si tratta, infatti, di un esercizio che può risultare piuttosto complicato all’inizio.

Sebbene sia uno strumento molto utile a scuola, anche i genitori possono realizzarlo a casa. È un modo divertente attraverso cui i più piccoli possono cominciare a capire che la propria condotta esprime valori e principi, e che molte volte sono indipendenti dalle loro conseguenze.

  • Ferrer Pérez, C. (2019). La literatura infantil como instrumento para educar en valores.
  • Gómez Escudero, C. (2020). Enseñanza de valores mediante cuentos en Educación Infantil.
  • Pradas-Rojano, D. (2019). La Navidad como propuesta didáctica para educar en valores en Educación Infantil.