L’arte di saper ascoltare

· 6 febbraio 2015

Parlare è una necessità, ascoltare è un’arte.” (Goethe)

Saper ascoltare è un processo fondamentale per una comunicazione efficace.

Sentire e ascoltare

Sentire ed ascoltare sono due azioni diverse. Dopo una giornata abbiamo sentito molte cose, ma ne abbiamo ascoltate poche. Quando sentiamo non prestiamo troppa attenzione, semplicemente captiamo la successione di suoni che si produce intorno a noi. Invece quando ascoltiamo, la nostra attenzione è rivolta ad un suono o ad un messaggio specifico, cioè esiste un’intenzionalità di fondo e i nostri sensi sono tutti focalizzati sull’informazione che stiamo ricevendo. Così, le persone che sanno ascoltare gli altri, li accompagnano nel loro cammino di vita.

Imparare ad ascoltare

Un proverbio orientale dice: “Non c’è peggior maleducato di chi inizia a parlare prima che il suo interlocutore abbia terminato“.

A volte capita di incontrare delle difficoltà nell’ascoltare l’altro e presto si passa dall’ascoltare al sentire, mentre si elabora una risposta per quando l’altro avrà finito di parlare, senza tentare di prestare attenzione a quello che dice. Il dialogo si blocca a causa di incontinenze verbali. Se tutti vogliamo parlare nello stesso momento, senza ascoltare le ragioni dell’altro, non ci sarà un dialogo vero e proprio, ma solamente monologhi che si sovrappongono.

Saper ascoltare è molto difficile perché esige controllo ed implica attenzione, comprensione e sforzo per captare il messaggio del proprio interlocutore. Ascoltare significa dirigere la propria attenzione verso l’altro, entrare nel suo ambito di interesse e nel suo sistema di riferimento.

Il dialogo comporta la capacità di ascoltare attentamente e in silenzio. Lo scrittore e oratore J. Krishnamurti riteneva che “Ascoltare è un atto di silenzio. Se non fermiamo il nostro monologo interiore e non prestiamo attenzione all’altro, non impareremo mai ad ascoltare. Solamente un attento ascolto rende feconde le parole che possiamo rivolgere al nostro interlocutore. È difficile poter dire all’altro qualcosa di valido se non apriamo le orecchie per ascoltarlo. Solo così la persona che ha parlato sentirà che le stiamo dando l’importanza che merita, per questo sarà riconoscente e si creerà un clima di rispetto, stima e fiducia.

Ascoltare è un’abilità che genera apertura verso l’altro, trasparenza e voglia di capire. Il dialogo è il risultato del giusto equilibrio tra il saper ascoltare e il saper parlare.

Sviluppate la vostra abilità di saper ascoltare!

È un esercizio sano, solidale, che arricchisce, soprattutto in una società come quella odierna in cui molte persone hanno bisogno di essere ascoltate.

È solo quando siamo in grado di ascoltare l’altro che apriamo la porta ad una vera comunicazione.

Immagine per gentile concessione di Soohyuk kim.